venerdì 19 febbraio 2010

E Alemanno andò ad abbattere i cartelloni...

Siamo arrivati ad un livello tale che il Sindaco è costretto, vista la sollevazione generale che si sta generando anche grazie a noi e a quello che stiamo generando, ad andare a abbattere i cartelloni di persona. E' quello che è capitato oggi, come in un governicchio sudamericano o centroafricano. Il sindaco ha presenziato all'abbattimento di un 6x3 e di qualche 4x3 abusivi. Ai Parioli!!!
Cosa ha dichiarato il sindaco? Che per il 2010 vuole una situazione "normalizzata" con la presentazione di un nuovo Piano Regolatore della Cartellonistica. Forse il sindaco non è stato avvisato che almeno il 70% degli impianti è illecitamente installato e che fare un Piano Regolatore significa (ecco perché sono 15 anni che non viene fatto) mettere nero su bianco che la città deve essere bonificata da questa oscenità che ci rende unici assolutamente unici in Europa e anche in Italia.
Sarà vero? Il Comune ce la farà? E se ce la farà scriverà un piano regolatore per certificare delle inaccettabili deroghe alle leggi nazionali (prima tra tutte il Codice della Strada, che parla molto, ma molto chiaro) oppure farà un piano regolatore serio e europeo? Staremo a vedere e intanto ripetiamo al sindaco ed all'assessore competente: il problema non è abbattere i cartelloni abusivi, perché di abusivi ormai ce n'è lo zerovirgola avendo il comune condonato questo mondo e quell'altro.

10 commenti:

  1. Oh mio dio, non ci credo!?

    Questi stanno facendo un casino pazzesco! Non capisco se sono degli incapaci della miseria o se la stanno buttando in caciara per confondere l'opinione pubblica.

    Lck

    RispondiElimina
  2. Questo blog è stato aperto il 10 febbraio e oggi, dopo appena 9 giorni, si appresta a superare le 1000 visite. Se non è un record poco ci manca. Tanto per avere un'idea, il mio blog (che ha 111 post ed è linkatissimo) ha collezionato 9000 visite...IN 1 ANNO!

    RispondiElimina
  3. Hanno demolito un 6 x 3 della MG, quelli sequestrati da 6 anni, ahahah, meglio che al Bagaglino !

    RispondiElimina
  4. Così er grande sindaco potrà dì che lui i cartelloni li stacca, non li pianta.

    RispondiElimina
  5. Ma dài...., ma pensano davvero che abbiamo tutti l'anello al naso????
    Il sindaco abbatte un paio di cartelloni, mentre solo qualche giorno fa a mezzanotte (zona Decima) un gruppo di operai era al lavoro, improvvisando persino una circolazione stradale alternata(!), per installare su un marciapiede tra due poveri alberi uno dei 10 megacartelloni caricati sul loro camion!!!

    RispondiElimina
  6. Ma tanto vale solo quello che "l'ha detto la TILIVISIONE" e ormai i laidi mediasetticemici fascio-bananas hanno il monopolio di RAI-SET e quindi i mandanti dei malavitosi passeranno per "bonificatori" delle malefatte veltrognane e delleuro di PpPPPrrròòòòdi.

    RispondiElimina
  7. Dobbiamo sputtanare questa pietosa operazione mediatica innanzitutto inondando di lettere i giornali e poi tempestando di lettere la redazione delle Iene e di Report, sperando che nel frattempo il regime fascio-bananas (che splendida definizione!!) non le chiuda perchè non allineate col verbo del "partito dell'amore" (si..ceeertamente!!) e dei ducetti locali.
    La squallida vicenda dell'invasione dei cartelloni a Roma dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, quale coacervo putrido siano diventati i comitati d'affari Partiti - Imprenditori criminali. Ho letto la splendida notizia dell'esposto di De Luca alla Magistratura..Staremo a vedere ma nel frattempo dobbiamo continuare a martellarli. Se si sono decisi a questa buffonata è perché abbiamo veramente smosso bene le acque e dobbiamo continuare così, creando un coordinamento tra tutte le realtà che si battono affinchè questa città meravigliosa sia liberata dal cancro malavitoso e possa tornare a splendere!
    Roma - Amor

    Fitzcarraldo

    RispondiElimina
  8. Ma insieme ad Alemanno c'era anche Pulcinella?

    RispondiElimina
  9. Che pagliaccio Alemanno! Forza, bisogna continuare. La gente è abituata a vivere con lo schifo attorno (basti pensare alla monnezza), ma se la costringi a guardare poi se incazza!
    Sicuramente questi mezzi mafiosi del comune non s'aspettavano questa reazione. Ora si tratta di non fermarsi.

    RispondiElimina
  10. ai romani basta che je sposti du rom e sò contenti.

    RispondiElimina