sabato 27 marzo 2010

Carlo said. I nostri lettori scrivono a Guidi, delegato per l'handicap

Il lettore Carlo scrive al delegato del sindaco per le politiche dell'handicap Antonio Guidi (delegatohandicap@comune.roma.it) e ci invia anche a noi la lettera che volentieri pubblichiamo.
Forse sarebbe opportuno che Guidi, per essere sensibilizzato a dovere, riceva non solo una mail, ma qualcuna di più. Che dite?





Egr. dott. Guidi,
voglio segnalarle la situazione che si sta verificando a Roma a causa della liberalizzazione delle installazioni di impianti pubblicitari di ogni dimensione che oltre a rovinare il decoro urbano comincia anche a costituire una clamorosa barriera architettonica. Impianti di ogni tipo e misura vengono giornalmente installati su strade, piazze, marciapiedi, spesso in mezzo a marciapiedi strettissimi, in corrispondenza di attraversamenti pedonali, addirittura addosso ai percorsi pedonali tattili per non vedenti!!! Si rischia di finire addosso a pali solo per camminare o attraversare la strada. Oltre al fatto che la selva di cartelli spesso nasconde la segnaletica e comunque riduce la percezione della stessa distraendo gli automobilisti agli incroci con conseguente rischio per chi attraversa la strada.
Tutte installazioni vietate dal Codice della Strada. Moltissime sono le lettere ai giornali per protestare contro questa indecorosa invasione senza regole. Vi è addirittura un sito che raccoglie segnalazioni e proteste di migliaia di romani: http://www.cartellopoli.com/.
Le allego anche una foto, ma sono migliaia le situazioni del genere, basta fare attenzione andando in giro.
Cordiali saluti
Carlo

1 commento:

  1. Fatto!
    Segnalata la vergogna di Via della Pineta Sacchetti angolo Via S. Cleto Papa dove 7 cartelloni (i magnifici 7!!) al centro del marciapiede impediscono un transito normale perfino alle persone autosufficienti.
    E' primavera..si ode il soave canto di una nuova specie di uccellini: i frullini!

    RispondiElimina