venerdì 19 marzo 2010

Cartoline da Cartellonia...



E chi lo dice che i lettori di Cartellopoli sono tutti incazzati e antipatici. C'è qualcuno, anzi, che si diverte coi fotomontaggi e le cartoline dal regno di cartellonia. Ah, purtroppo solo la seconda è una ricostruzione virtuale, la prima (12 cartelloni in 60 mt alla Laurentina, passateci!) è verissima:

8 commenti:

  1. Oramai sono talmente assuefatto alla dilagazione dei cartelloni, che ho creduto la seconda foto vera! E la cosa drammatica è che non mi sono stupito più di tanto...

    RispondiElimina
  2. Non ci manca molto,fidati.
    Grazie ad un perverso grimaldello giuridico questi delinquenti stanno soffocando la bellezza di Roma sotto questo fiume di merda.
    E gli imperturbabili Paciello, Ale-Danno e Bordoni contano soddisfatti i milioni nelle casse comunali (ma sarà vero poi?..). In poche parole una città patrimonio mondiale dell'umanità è stata venduta come schiava per un pugno di milioni.
    Non me ne frega un c. di cavilli, norme farraginose, TAR e tutte ste seghe tipicamente furbo-italiche che hanno sempre consentito ai potenti di mettercelo in quel posto.
    Io voglio agire affinchè i Romani, sempre più numerosi, insorgano contro questo intollerabile affronto all'Urbe e boicottino i cartelloni e le aziende che se ne servono (salvo poi piangere miseria per la crisi..ma andate aff..buffoni)

    RispondiElimina
  3. Potremmo mettercelo noi un impianto a Piazza San Pietro o meglio ancora a Piazza del Campidoglio. Ovviamente un cartellone finto, di cartone, e non conficcato nei sanpietrini ma fissato con dei pesi. Poi sopra ci scriviamo "ALEMA', CONDONAME PURE QUESTO".

    RispondiElimina
  4. Se è vero come si dice nei commenti che i cartellonari hanno trovato dei cavilli nelle leggi che gli hanno consentito di attaccare cartelloni ovunque, è probabile che si siano rivolti a qualche studio legale.

    RispondiElimina
  5. Non scherziamo: i cavilli esistono perché qualcuno crea i presupposti affinché esistano. Altrimenti come mai non c'è altra città al mondo in queste condizioni. Eh, come mai? Forse Roma è una città stato? Ha delle leggi a parte? O ha le stesse leggi di Napoli, di Milano, di Torino, dove il comparto delle affissioni è quantomeno decente...

    RispondiElimina
  6. proposte: si provi ad installare un cartellone davanti piazza san pietro, magari con su scritto "il comune pianta cartelli e tagli alberi, cartellopoli" e vediamo se lo lasciano, in fondo sarebbe uno in piu....ve lo immaginate la foto farebbe il giro dei giornali..... Altra idea...la maratona dei cartelloni, domenica c'e' la maratona di roma, l'idea e correre il primo km innalzando in cartellone sulle braccia...magari con su scritto: roma capitale dei cartelloni.

    RispondiElimina
  7. Propongo di organizzare una manifestazione in Piazza del Campidoglio dopo le elezioni regionali innalzando un finto cartellone di cartone con una sola parola sopra "VERGOGNA"

    RispondiElimina
  8. NUOVI SPAZI (DETURPATI), ore 20.30 di questa sera di ritorno a casa, aiola intersezione tra via salaria e tangenziale, nuovo cartellone giallo della "nuovi spazi" attaccato ad altri due cartelloni. Anche questa zona sta diventando una foresta di cartelloni, da demolire.

    RispondiElimina