mercoledì 31 marzo 2010

E adesso?

E adesso chi darà man forte ai Municipi di buona volontà impegnati nella rimozione dei cartelloni abusivi? E adesso quale amministrazione farà una legge regionale che contribuisca a trasformare l'immondo oceano cartellonaro romano in qualcosa che abbia una parvenza di civiltà? Quale presidente di Regione potrà essere aperto alle segnalazioni di chi gli mostra l'unica città al mondo ridotta come Roma è ridotta dall'advertising outdoor? Adesso come si risolverà lo spoil system tra i dirigendi dei parchi e delle aree protette? Adesso l'amministrazione immonda di Alemanno avrà una spina nel fianco in più o un alleato in più nel compiere le proprie più che evidenti malefatte? E adesso che rischiamo di avere all'assessorato regionale al commercio uno dei quelle facce di culo che campeggiavano sui 4x3 abusivi-ma-tollerati-perché-hanno-pagato-una-marca-da-bollo? Non per fare politica, cosa che ci interessa meno di zero, ma realmente e senza retorica ci chiediamo: e adesso?

8 commenti:

  1. Adesso, la Polverini sembra una che ha dignità. Facciamole notare i cartelloni e se non fa niente e anzi appoggia i cartellonari, le faremo fare la figura della traditrice di fronte ai media che la ritraggono come "una del popolo".

    RispondiElimina
  2. Intanto si vocifera di Claudio Fazzone alla sanità... se questo sarà lo standard qualitativo per tutti gli assessorati non c'è da stare allegri.

    http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/03/31/news/sar_la_giunta_degli_esclusi-3034603/

    Staremo a vedere.

    RispondiElimina
  3. Credo che la dignità della Polverini se l'è già giocata da un pezzo.

    Concordo di dargli una chance, ma sappiamo bene quale sarà l'interessamento a questo problema dell'abusivismo cartellonistico: pari a zero.

    RispondiElimina
  4. Ma con quale diritto parli della dignità di una persona che non conosci? perchè non è del partito che voti tu? politica, ecco fai con certe affermazioni, solo politica!

    RispondiElimina
  5. anonimo, concordo con te quando dici che non è corretto parlare di dignita di una persona senza conoscerla anche se siamo nell'era dei media e quindi il giudizio che si fanno i cittadini è riferito all'immagine mediatica delle persone, che certamente può anche non corrispondere. Però tu associ il non dare un giudizio obiettivo con la politica. La politica non è questo, politica significa occuparsi della cosa pubblica. Caso mai è un cattivo uso della politica. La Polverini la giudicheremo alla prova dei fatti sperando che non sia come il suo grande Sponsor al comune di roma e non solo sui cartelloni....
    carlo

    RispondiElimina
  6. La vedrei bene in Curva Nord, in mezzo a quelli che gridano "ugh ugh ugh" quando un "negro" tocca palla.

    RispondiElimina
  7. vabbè si può anche giudicare una persona giusto?

    Alemanno sembrava la medicina contro tutti i mali e invece è stato il colpo di grazia. Uno potrà anche avere ragione di dubitare sulla polverini??

    Aspettiamo i fatti comunque

    RispondiElimina
  8. Vabbè quando Di Canio alzava il braccio destro tutta la nord esultava ( e non solo la nord....), ora esulteranno anche per la polverini ! Non per niente ha vinto in provincia ! Lù laziale !

    RispondiElimina