sabato 13 marzo 2010

Vi vogliamo dentro al Tribunale, non fuori...



Eccoli qui, in pieno giorno a montar cartelloni. Ancora. Non smettono più. Anche a Prati. Anche davanti al Tribunale. La beffa delle beffe. Ma presto vi sarà il contrappasso, si beccheranno tanti anni di galera quanti sono i cartelloni illeciti montati fuori dal tribunale, nell'inguardabile Piazzale Clodio.

7 commenti:

  1. Anni di galera per montaggio (non conforme) di cartelloni autorizzati? ma tu sei un visionario!?! ma smettila di scrivere stupidate!

    RispondiElimina
  2. Tra le speranze di chi si illude di tornare a vivere in un Paese CIVILE e

    il TOPO che convive col marcio e sottilizza

    è facile capire con chi stare

    RispondiElimina
  3. Si, bella poesia ma rimane il fatto che ipotizzare la galera per questi "signori" mi sembra davvero improbabile. Troppo facile rispondere con rime poetica, bisogna guardare in faccia la realtà e rendersi conto che in galera in Italia non ci vanno neanche gli assassini! per il resto, lasci il tempo che trovi "Filosofo"!

    RispondiElimina
  4. Meglio Poeti e Filosofi che

    DELEGITTIMANTI o, peggio,
    CONNIVENTI o, schifo totale,
    AZECCAGARBUGLI DIFENSORI delle associazioni a delinquere di stampo (di stampo?)

    RispondiElimina
  5. vanno fissate regole che consentano l'ingresso sul mercato romano delle grandi ditte che si occupano di pubblicita in Europa, dove si rende un servizio alla cittadinanza e la pubblicità addirittura rende piacevoli strade e piazze. Facciamo capire alle aziende che si servono dei cartellonari che la pubblicità fatta in quel modo da fastidio alla gente, confonde l'occhio e serve solo ai cartellonari.

    RispondiElimina
  6. Meglio Poeti e Filosofi che

    DELEGITTIMANTI o, peggio,
    CONNIVENTI o, schifo totale,
    AZECCAGARBUGLI DIFENSORI delle associazioni a delinquere di stampo (di stampo?)

    BUFFONE!

    RispondiElimina