giovedì 15 aprile 2010

Rassegna stampa universitaria

Trionfale la rassegna stampa di oggi per quanto concerne la Cartellopoli Romana (è ormai così che la chiamano anche i giornali). Repubblica tira un altro missile terra aria contro la lobby cartellonara a chi le consente di massacrare la città andando a sfruculiare la zona attorno alla Sapienza. Nel III Municipio la premiatissima coppia Carlo Alberto Bucci\Valeria Forgione ne hanno trovate di ogni, come peraltro da Cartellopoli documentato giorni addietro: la Sapienza (una delle Università più antiche d'Europa) ricoperta di cartelli, cartellucci e cartelletti. Le Mura Aureliane, vietate agli impianti, sono in realtà puntellate di mostri. E poi gli spartitraffico.
Condiscono l'eccellente pagina, che vi potete godere qui in pdf oppure qui direttamente sul sito di Rep.it, interviste ai commercianti ed ai lavoratori della zona (piacevolmente sdegniti) e un colloquio con Antonella De Giusti, la presidentissima del XVII Municipio (Prati, per gli amici), la quale ci fa -tra le altre cose- una rivelazione: il Comune con questo scempio cartellonaro degli ultimi mesi ha portato le superfici in vendita a 200mila mq, l'intenzione è arrivare a 300mila. Ci dobbiamo insomma aspettare un aumento di un ulteriore 50% degli impianti? Attenti ai vostri terrazzi, installeranno anche lì. E il Comune gli consegnerà la targhetta d'autorizzazione...

13 commenti:

  1. Coooosa? 300.000 metri quadrati di immondizia "legalizzata" a Roma sotto forma di cartellonistica stradale la maggior parte della quale contra legem??

    Ma questi mi sa che proprio non si rendono conto dello SCEMPIO che stanno compiendo nella CAPITALE d'ITALIA, sempre più DEVASTATA. Complimenti.

    RispondiElimina
  2. Assordante il silenzio del sindaco.

    Sarà impegnato ad autorizzare i camioncini BIBITE-GELATI-BIBITE davanti ai monumenti patrimonio dell'umanità?

    RiccardoMA

    RispondiElimina
  3. Ormai li "hanno" votati e Ri-votati e li Ri-Ri-voteranno...no, non solo telelobotomizzati semideficienti ma soprattutto lucidi e coscienti proto-conniventi, chissà naivistomai, qualche lorda briciola dal GRANDE AFFARE ("Scempio" è termine desueto di esigue, incomprensibili ed estinguende minoranze civili)

    RispondiElimina
  4. Se quel che si dice e cioè che il Comune HA INTENZIONE di portare a 300.000 mq la superficie da vendere in pubblicità allora è la prova che il Comune di Roma sta prendendo per i fondelli cittadini, giornalisti, amministratori, handicappati e pure se stesso quando afferma che è sensibile al problema, che vuole aumentare le rimozioni, che si preoccupa del decoro. Buffoni affaristi che pagate il ticket per il sostegno elettorale avuto da certi "imprenditori del cartellone" che si stanno mangiando Roma moltiplicando brutture e barriere architettoniche. Siamo curiosi di vedere il famoso "riordino" sarà come per i campi nomadi????? Chiamo le tv, sposto gli zingari e li metto da un'altra parte, magari aumentano pure ma l'ultima parte della vicenda non la mostro quindi sembra che li mando via....Romani cosi funziona!!!!
    Carlo

    RispondiElimina
  5. La Magistratura Contabile, cioè Corte dei Conti si tenga pronta...Ora il comune ha incassato dei soldi autorizzando un scempio, se e quando andranno a rimuovere quei cartelli sicuramente chi li ha messi farà causa al Comune di Roma, quindi spese e rischio di perdere le cause e comunque per rimuovere migliaia di impianti il Comune sosterrà spese ingenti...MA certo non li rimuovono definitivamente...li spostano magari in periferia...Furbetti eh...Ma anche il degrado è un danno e un costo...E i danni li paghiamo NOI CITTADINI...tirando fuori i soldini...
    CArlo

    RispondiElimina
  6. Attenzione, forse non vi siete fatti bene i conti: MAGARI fossero solo 300.000 metri quadri !
    Significherebbe 25.000 cartelli 4 x 3, peccato che ce ne sono almeno 60.000 !!
    Quindi qualcuno da i numeri (nel vero senso della parola), poco ma sicuro !!

    RispondiElimina
  7. Comunque per quel che mi riguarda, sto preparando una scritta da mettere su una parete di casa "spazio disponibile", poi la offro al miglior offerente !!

    RispondiElimina
  8. Si, tranquillo, avete visto cosa ha fatto il giornalaio all'angolo tra via Marziale e via Donato (via delle Medaglie d'Oro) alla Balduina / Monte Mario? No? Dovrò scattare qualche foto... Praticamente ha installato sopra l'edicola un mega cartellone illuminato grande quanto tutto il chiosco... Tanto, che c'importa, no?

    RispondiElimina
  9. Avete notato che dal sito dell'Ufficio Affissione e Pubblicità del Comune hanno tolto il link alla Delibera 37 ed alla lista delle "ditte" di pubblicità ? ... Sempre meglio...?
    Mc Daemon

    RispondiElimina
  10. ci riprovo...
    vi ho scoperto da poco e mi chiedevo... ma se uno ha un incedente e fa causa al comune perchè distratto da questi cartelloni che ho scoperto, solo grazie a voi, essere tutti fuori legge e contro il codice della strada, la vince?.
    Potrebbe essere un modo per metterlo in quel posto a questi pezzenti di amministratori. A qualche avvocato l'ardua... sentenza!
    ciao

    RispondiElimina
  11. viva cartellopoli....

    RispondiElimina
  12. Difficile, secondo me. Diverso è se ci sbatti sopra.

    SuD

    RispondiElimina
  13. Che soddisfazione la mia foto dell'asilo su Repubblica!

    Ale

    RispondiElimina