giovedì 1 aprile 2010

Roma: scoperto un nuovo anfiteatro




Ma quale Anfiteatro Flavio. Nooo, non parliamo neppure del grazioso Anfiteatro Castrense. A Roma c'è un Anfiteatro ancor più interessante, ancor più inamovibile. Un anfiteatro che non ha turismo, che non ha visite guidate e tour operator. Un anfiteatro che non ha torpedoni che ci scaricano turisti.
Si chiama Anfiteatro Portuense e sta proprio in centro di Roma. A due passi dalla Stazione Trastevere e dal Ponte dell'Industria. Fa parte del nostro concorso "Tutti in una foto" e totalizza ben 10 cartelloni in un unico scattoo. Oltre 100mq di pubblicità in trenta metri di strada. Gli stessi mq che a Parigi stanno su tutti i Campi Elisi.

24 commenti:

  1. Sì, però insistere con una situazione preesistente alla giunta alemanno (tutti i cartelloni della foto sono di installazione anteriore al 2008) è anche un po' controproducente, magari poi qualcuno comincia a pensare che anche prima del 2008 non è che la situazione fosse tanto migliore ......

    RispondiElimina
  2. Anche io ho inserito la foto di questo scempio nel mio blog, tra l'altro abito a meno di 100 metri da lì e ci passo davanti praticamente tutti i giorni.
    Poco importa se sia una situazione precedente alla giunta Alemanno, fanno schifo uguale. Questo blog si chiama Cartellopoli, non Alemannopoli.

    RispondiElimina
  3. Ma Cartellopoli mica ha come mission criticare Alemanno. Cartellopoli ha come mission risolvere la incresciosa situazione delle affissioni a Roma. E dunque nulla di strano a segnalare contesti, come questo, dove la situazione è esattamente la stessa di due anni fa.

    Peraltro la maggiorparte dei cartelloni in foto sono particolari, si tratta di 4x3 della CBS installati su territorio di competenza di RFI, su quelli il Comune, in assenza di piani regolatori o di accordi con Ferrovie dello Stato relativamente agli impianti su sedime ferroviario, può fare ben poco...

    RispondiElimina
  4. che significa competenza rfi ?

    RispondiElimina
  5. Rete ferroviaria Italiana.

    Scempiano il territorio a fini di lucro come tutti.

    AleDanno prima e dopo... C'è sempre chi, in buona ma anche cattiva e a volte PREZZOLATA fede, la butta in CACIARA, cosicchè nei piccoli cervelli telelobotomizzati e assuefatti allo schifo quei due e tre neuroni ancora attivi possano concludere:
    " mbè, se tutto è merda, niente è merda"
    e proseguire autoconsolati nell'ordinaria squallida quotidianeità.


    E invece è bene sempre ricordare che dalla delibera comunale 37/2009 dell'AleDanno che " legittima l'abuso " (incredibile il soggetto istituzionale che dice queste cose!) un FIUME DI MERDA MAI VISTO ha travolto la città.

    Non lo si dimentichi MAI, forse un giorno sarà un capitolo della Storia triste e miserevole di Fascio-Bananas City dal 2008 al....

    RispondiElimina
  6. Che differenza fa se stanno lì da due anni o da quattro?

    E' inaccettabile che ci siano, punto e basta.

    RispondiElimina
  7. Il sottoscritto ha a cuore il problema dal 1993 (millenovecentonovantatre), eh .....

    RispondiElimina
  8. Sono tornato da poco da un viaggio di 3 giorni a BARCELLONA: voi direte, che ci importa? Avete ragione, nulla, tranne il fatto che quella città mi ha lasciato stupefatto: ZERO cartelloni pubblicitari sulle strade, tranne pochissimi esempi in limitatissime zone (parlo di tutto il centro della città). Una vera e propria delizia per gli occhi.

    Giri e finalmente ammiri la città, tra l'altro splendidamente organizzata con servizi funzionanti, metro vastissima, autobus puntuali e tassisti, si tassisti, con prezzi inferiori della metà ai nostri e presenti ovunque. Traffico? ZERO.

    Città meravigliosa, con un turismo a farla da padrone e super coccolato dai cittadini e dalle istituzioni che sanno quanto denaro porti nelle casse della comunità.

    E da noi? Noi che abbiamo il MEGLIO dell'arte, noi che potremmo insegnare a tutti cosa vale la nostra città, che facciamo? La ricopriamo di questo SCEMPIO di cartellonistica pubblicitaria selvaggia OVUNQUE, in totale DISPREZZO di luoghi, parchi, palazzi, monumenti, vie, quartieri.

    Che tristezza.

    RispondiElimina
  9. asgard, ma hai girato anche la periferia? Perchè dire che Barcellona è completamente priva di impianti pubblicitari mi pare un po' fortino.

    RispondiElimina
  10. Esiste Google Street View cazzo. Ma dove siete rimasti si può sapere? Periferia di Barcellona? Ma di che cosa stai parlando? Credi che esista, al mondo, una situazione anche solo lontanissimamente paragonabile a quella romana? Ebbene ti sbagli di grosso. Apri steet view, salta a caso ai quattro angoli della periferia barcellonese e dicci se trovi un cartellone. Coraggio!!!

    RispondiElimina
  11. asgard hai proprio ragione io provo a parlare con i colleghi e i miei amici mi trattano come un rompicogloni ke nn ha un cazzo da fare ...ma io nn mollo ..e spero neanke voi ...

    RispondiElimina
  12. Vi posso assicurare che ho girato in lungo e in largo tutto il centro città di Barcellona e cartelloni pubblicitari non ve ne sono. ZERO. Tranne limitatissimi casi in limitate zone (e i "cartelloni" - che conti sulle dita - sono di aspetto imparagonabile con quelli osceni romani).

    Nel mio post parlo di tutto il centro città, come si può leggere e, nel girarci da appassionato viaggiatore NON ho visto un solo cartellone pubblicitario, figuriamoci i 3x6 et similia o questo SCEMPIO che vediamo a ROMA, purtroppo.

    Quoto completamente "Sessorium", utilizzate Google Street View, girate per Barcellona, centro e periferia, osservate. Notate qualcosa? Si, il DISASTRO di ROMA paragonata a questa città, che sebbene sia quasi nulla al confronto di Roma e delle sue ricchezze artistiche (fu fondata dai romani, pensate un pò...) sanno come tutelarla e difenderla in favore di un turismo e di una vivibilità elevatissima, rendendola una delle città più visitate al mondo.

    E noi, a Roma? Dico, ROMA? Quali i provvedimenti?

    P.S.: ah, poi, vogliamo mettere l'aeroporto? Ultra moderno, pulitissimo (come la città) non quel tugurio di Fiumicino dove agli arrivi è quasi tutto un lordume, buio, sporco e dove si PAGA UN EURO per un carrello per le valige... Bel biglietto da visita ai turisti...

    RispondiElimina
  13. Ora sono io ad invitarti a non esagerare quando dici financo che Barcellona è pulita. Senza cartelloni si, pulita...
    Ovviamente se paragoniamo a Roma, è pulita anche Katmandu di Sotto, ma Barcellona non è pulita. Basta paragonarla alla 'rivale' Madrid.

    RispondiElimina
  14. Il paragone, da romano, è ovviamente con Roma stessa e ti posso dire che, durante il mio soggiorno, ho visto realmente pochissima sporcizia per strada (tranne qualcosa alle Ramblas). Camminando, il paragone con Roma era sempre presente, putroppo! Madrid la visitai anni fa, un altro pianeta... E si, mi piange il cuore quando sono nella mia Città, devastata in questo modo.

    RispondiElimina
  15. Ho fatto una prova.

    Ho preso Google Maps, ho digitato Barcellona, Spain.

    Poi ho buttato l'omino di Street View in una via a cas, che non fosse troppo centrale e che dalla foto si potesse definire a metà strada tra il centro e la periferia estrema (a Barcellona io sono stato una volta sola per pochi giorni, quindi non la conosco bene).

    E' venuta fuori la "Avinguda de Sant Ramon Nonat".

    Fatevi un giro, qui:
    http://maps.google.com/maps?f=q&source=s_q&hl=en&geocode=&q=barcellona,+spain&sll=37.0625,-95.677068&sspn=48.106236,97.294922&ie=UTF8&hq=&hnear=Barcelona,+Catalonia,+Spain&ll=41.37697,2.116778&spn=0.011207,0.023754&t=h&z=16&layer=c&cbll=41.376814,2.11686&panoid=g1a39k1i_aYiMrWziQ0U_w&cbp=12,349.68,,0,20.69

    A me sembra il paradiso terrestre...

    RispondiElimina
  16. E poi se per lavoro, ma anche diletto, si prosegue a Stoccolma, Berlino, Copenaghen,...ma anche centri minori in nazioni meno ricche, monta un misto di rabbia e schifo all'idea che quello che loro hanno in Civiltà noi lo abbiamo in Merda Arraffona e Squallida.

    Anzi a Stoccolma facevo uno strano paragone e tra bici, metro, treni urbani, bus puliti ed efficienti, piazze armoniche e pedonali, monumenti non bellissimi come i nostri ma tenuti come preziosi gioielli di tutti, l'unica cosa che numericamente poteva competere con loro era proprio il nostro numero di Cartelloni...insomma l'unico vero grande investimento recente a Bananas City (Fu Roma) è stato proprio il diluvio marrone di questi banditi, tutto il resto va disgregandosi ed immiserendosi.

    RispondiElimina
  17. Eh... Hai visto anche tu e, pensa, che quella via non è neanche così centrale, anzi... Tuttavia... ZERO cartelloni pubblicitari...

    A Roma, quando? Un sogno.

    RispondiElimina
  18. se andate nella vicina carrettera, incredibile ma vero, c'è uno spartitraffico senza neanche un cartello!! certo che la spagna è proprio un paese arretrato!!!

    http://maps.google.com/maps?f=q&source=s_q&hl=en&geocode=&q=barcellona,+spain&sll=37.0625,-95.677068&sspn=48.106236,97.294922&ie=UTF8&hq=&hnear=Barcelona,+Catalonia,+Spain&ll=41.37697,2.116778&spn=0.011207,0.023754&t=h&z=16&layer=c&cbll=41.376814,2.11686&panoid=g1a39k1i_aYiMrWziQ0U_w&cbp=12,349.68,,0,20.69

    RispondiElimina
  19. Eh, hai visto anche li? Che tristezza il paragone con Roma. E pensare che fu fondata dai romani. Nel link che hai inserito, hai notato il BIKE SHARING? Anche in semi-periferia... Pensa che nel centro città è dovunque!

    RispondiElimina
  20. Sì, ho visto... c'è il bike sharing, i marciapiedi larghi, gli stalli per le moto che quindi non stanno sui marciapiedi...

    Inoltre quasi nessun graffito sui muri (solo pochi su qualche saracinesca) e poche auto in sosta a raso e pochissime o nessuna in doppia fila.

    Ripeto: paradiso.

    RispondiElimina
  21. Esagerati.
    Se Barcelona è il paradiso in Terra allora cos'è Zurigo, o le città del Nord Europa? Barcelona è l'unica città europea oltre a Roma ad essere piena di graffiti.

    Fatevi un giro qui

    http://maps.google.it/maps?hl=it&q=barcelona&ie=UTF8&hq=&hnear=Barcellona,+Catalogna,+Spagna&gl=it&ei=kcC0S9HeNYinsAbNuLTADg&ved=0CA8Q8gEwAA&ll=41.378322,2.168341&spn=0.005555,0.01929&t=h&z=16&layer=c&cbll=41.379494,2.170076&panoid=AA-APpw6VOVH1Q-AipYO4A&cbp=12,50.85,,0,3.43

    A 100 metri dalla Rambla.

    RispondiElimina
  22. Nella strada "casuale" che ho indicato (che ho ormai adottato) i graffiti sono pochissimi.

    Non dubito che intorno alla Rambla faccia schifo, ma d'altronde anche a 100 metri da piazza di Spagna, dal Pantheon, in pieno Monti... come stiamo messi noi?

    La differenza è che strade pulite qua non ce ne stanno proprio.

    RispondiElimina
  23. Di graffiti a Barcellona ce ne sono tantissimi e la qualità urbanistica media lascia parecchio a desiderare. Andate nel Nord Europa e rifatevi gli occhi.

    RispondiElimina
  24. Guarda, nel nord Europa, in particolare se muoviamo l'attenzione sui Paesi scandinavi, il confronto è proprio improponibile. Il confronto invece ha un senso con Barcellona, città spagnola, "latina", più o meno alle nostre latitudini.

    E, vedere come gli spagnoli siano molto più avanti circa il decoro urbano, servizi, assistenza e pulizia della città rispetto a noi romani, mi fa oltre che indignare, anche irritare (divertitevi con street view).

    ROMA, con tutto quello che ha, solo con il patrimonio artistico sottovalutato e sacrificato, potrebbe diventare la numero 1 assoluta. E invece, eccoci, immersi nello SCEMPIO dei cartelloni selvaggi dovunque, senza ALCUNA OSSERVANZA di leggi e DECORO URBANO.

    Tanto, che importa, siamo abituati, no...?

    RispondiElimina