mercoledì 12 maggio 2010

Ah ma allora è vera sta voce che gira che certi gruppetti di cittadini hanno rotto le uova nel paniere della mafia cartellonara...

«Gli impianti pubblicitari collocati sulle edicole sono già stati sanzionati e presto verranno rimossi».
È quanto dichiara l’assessore alle Attività Produttive Davide Bordoni.
«L’amministrazione comunale non ha mai avuto intenzione di sanare i cartelloni pubblicitari privi di autorizzazione» precisa Bordoni «la Polizia Municipale ha già sanzionato 53 impianti con una multa pari a 389 euro. L’Ufficio Affissioni ha fatto partire una lettera di diffida in cui invita le società intestatarie a rimuovere gli impianti entro dieci giorni, come prevede la legge, pena la rimozione forzata».
«Le rimozioni degli impianti irregolari proseguono» continua Bordoni «su tutto il territorio della Capitale; l’opposizione farebbe bene ad informarsi presso gli uffici competenti prima di abbandonarsi a dichiarazioni fantasiose, pretestuose e strumentali a danno della corretta informazione sull’operato dell’amministrazione».

Sulla frase in verde, avvertiteci quando smettete di ridere.

9 commenti:

  1. Assessore caro capisco che la situazione sta degenerando e cercate di rifarvi il trucco ma ormai è troppo tardi !!!! Voi parlate come se il problema non esistesse, parlate di voler incrementare le rimozioni, ma de che di 53 impianti su 60.000 !!!!!!!!!!!!!!!! O dei venti che erano sotto sequestro dall'epoca di Veltroni???? Ma per favore di che cartelloni parla se con la vostra delibera tutti i giorni autorizzate nuovi impianti. Dove? Glielo dico subito, stasera passando su via salaria lungo villa ada nei marciapiedi appena riasfaltati ecco ben tre pali appena messi, senza ancora il cartello, continuo? Davanti la facolta di psicologia a san lorenze, su via pinciana, a del campo marzio ad ogni incrocio e potrei continuare per dieci pagine ....Certo dite che volete rimuoverli ma nel frattempo per uno che ne togliete 100 ne mettono !!!! Barriere architettoniche che pure il vostro delegato agli handicap ha criticato a voce altissima! Ora vi inventate le sperimentazioni, tanto per prendere altro tempo e intanto arrivano nuovi impianti su ogni fazzoletto di terra. Ah le faccio notare che stanno spuntando a decine i furgoncini con il catafalco pubblicitario piazzati in divieto di sosta.Dove? va a vedere a via salaria incrocio viale liegi ad esempio. Oggi su via pretoriano addirittura ho visto che hanno messo piccoli cartelli a due colori con la pubblicita di un metodo antitabacco pure attaccati alle barriere di protezione dei tronchi degli alberi !!!!!!!!!!!!!!!! erano una decina! Ma fatela finita mica siamo fessi, piuttosto ripiantate gli alberi che avete tagliato sulle strade con la scusa che erano pericolosi, al loro posto ci stanno cartelli.
    carlo

    RispondiElimina
  2. ma con che faccia si critica l'opposizione direbbe cose fantasiose...Non c'entra nulla l'opposizione qui siamo di tutte le idee politiche siamo solo schifati di vedere una capitale maltrattata e usata solo per affari sporchi. Credete di risollevare l'economia di roma coi cartelloni, le bancarelli di stracci davanti ai monumenti, il caos nelle strade, ma chi investe in una città cosi malridotta???!!! altro che opposizione i primi a essere schifati sono proprio quelli che vi hanno votato perche' il caos fa vivere male anche loro !!!

    RispondiElimina
  3. Adesso per rifarsi la verginità si spacciano per paladini del decoro..già lo avevano fatto con la pagliacciata di Viale Pilsudsky.
    A Bordoni..ma chi vuoi prendere per il culo?
    I cartelloni sono decuplicati e sono ormai in pieno centro storico a due passi dal Pantheon e dall'Arco di Costantino, Via Veneto, la via più elegante,piena di orologi farlocchi e di merdosi 1x1..VERGOGNATEVI!
    VI CACCEREMO A PEDATE appena possibile, incompetenti, incapaci, creatori di caos!!

    RispondiElimina
  4. ...Nessuno ha ancora smesso?

    RispondiElimina
  5. Questo c'ha la faccia come il culo.... ma che se soffia il naso con le mutande???

    RispondiElimina
  6. io sulla frase in verde non rido, perché rispecchia esattamente la presa per il culo, nessun impianto non autorizzato verrà sanato, peccato che ormai sono tutti autorizzati, quindi nessuno è abusivo o contro la legge.

    RispondiElimina
  7. Io voglio denunciare bordoni per lesioni, a forza di ridere sulle sue parole, mi è scoppiata l'ernia .....

    RispondiElimina
  8. Certo .l'amministrazione non ha mai avuto intenzione di sanare, ha semplicemente lasciato che i cartelloni proliferassero abusivamente e inpunemente nell'anarchia generale in cui è gestità quasta capitale bananas.

    RispondiElimina
  9. RIDATECE' VELTRONI...

    RispondiElimina