martedì 25 maggio 2010

Denunciato il giorno 11 maggio. Sta ancora la?

Oh abitanti del Salario, fateci sapere se quel mostro sta ancora la. Lo hanno montato -in posizione superabusiva a margine di un'area protetta come quella di Villa Ada- nella notte tra il 7 e l'8 maggio (ehssì perché più aumenta lo scandalo Cartellopoli, più i cartellonari continuano a distruggere la città con la complicità del Comune). La mail ci è arrivata il giorno dopo e il giorno 11 l'associazione VAS (Verdi Ambiente Società) ha preparato un bel plico ed ha inviato la denuncia. Il cartello è stata prontamente eliminato come speriamo?
PS. per gli amatori del genere notare il cartellino, orripilante, della Pes completamente sconocchiato e pronto a tagliare qualcuno, a ferire qualcuno a infettare qualcuno.



8 commenti:

  1. Sempre quella ditta serissima che opera con professionalità da 70 anni...Dott.ssa Paglia la sente la voce che si leva dal popolo di Roma?
    Volete fà i prepotenti? Poi non lamentatevi se qualcuno non abbozza..

    RispondiElimina
  2. Il cartellone di piazza Priscilla, che mi é stato segnalato da un anonimo, é stato da me denunciato con nota VAS prot. n. 13 dell'11.5.2010 come "abusivo" ai sensi del 2° comma dell’art. 1 del nuovo Regolamento in materia di esposizione della pubblicità e di pubbliche affissioni, approvato con deliberazione delConsiglio Comunale n. 37/2009, perché "in difetto o in violazione della prescritta autorizzazione": alla fine dello scorso 31 dicembre 2009 sono infatti scadute tutte le autorizzazioni/concessioni che il Consiglio Comunale aveva prorogato fino a tale data con la delibera n. 426/2004, senza essere state rinnovate.
    Ciò nonostante, l'impianto di piazza Priscilla é stato instalalto direttamente con il numero di codice identificativo assegnato dal Servizio Affissioni.
    Ho chiesto allora "al Dott. Francesco Paciello di far sapere in che data ed a che titolo sia stato rilasciato il codice identificativo 0044/BU435/P assegnato all’impianto della Ditta APA, specificando la legittimità dell’impianto o la sua natura totalmente abusiva": in tale ultimo accertato caso, ho chiesto di voler provvedere, nelle more della materiale rimozione, "alla copertura immediata della pubblicità irregolare" ed al "sequestro cautelare" dell’impianto abusivamente utilizzato, così come prescrive il 6° comma dell’art. 31 del Regolamento approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 37/2009.
    Dalla esperienza acquisita con i più di 100 cartelloni che ho fatto rimuovere denunciandoli ad uno ad uno, ho accertato che per la materiale rimozione di un impianto c'é voluto talvolta anche più di un anno dalla data della segnalazione: ho chiesto una volta di sapere dal Comandante dei Vigili del XX° Gruppo, che giustificava questo ritardo con la carenza di personale, quali fossero mediamente i tempi fisiologici che occorrono burocraticamente per rimuovere un cartellone, perché oltre quelli diventa legittimo il sospetto che i ritardi siano voluti per far continuare le Ditte a ricavare guadagni illeciti dalla pubblicità di quegli impianti abusivi.
    Non mi é stato mai risposto nemmeno alla domanda sulle ragioni per cui quanto meno - nell'attesa burocratica della materiale rimozione - non si impedisce da subito alla Ditta di continuare a lucrare, oscurandogli immediatamente l'impianto abusivo.

    RispondiElimina
  3. Sante parole e sante domande queste di Rodolfo Bosi. Ammirevole. Spero che VERAMENTE si diano da fare le Autorità preposte.

    M'auguro che la Magistratura faccia chiarezza.

    RispondiElimina
  4. Rinnovo la mia proposta di promuovere una Class Action contro l'amministrazione Alemanno-Bordoni per l'enorme danno che ha perpetrato e continua ogni giorno a perpetrare nei confronti della collettività, di noi tutti, della nostra (non loro, a quanto pare) Città: quando si materializzerà la seria probabilità che dovranno pagare di tasca propria i responsabili di questo scempio, forse, solo allora questo fenomeno incivile potrà avere un argine...a mali estremi, estremi rimedi

    OGNI GIORNO ROMA PEGGIORA, E' INTOLLERABILE AGLI OCCHI DEI CITTADINI CIVILI E DI CHI AMA QUESTA CITTA'
    Mc Daemon

    Ancora una volta ringrazio il Dr. Bosi per la Sua azione seria, costante, professionale.

    RispondiElimina
  5. E comunqe il cartellone sta ancora lì. Ci sono passato davanti non più di tre ore fa.

    Se può essere utile domani sera gli faccio altre foto.

    RispondiElimina
  6. ma buttargli giù noi cittadini incazzati?

    RispondiElimina
  7. Drakkar..in effetti a buttare giù gli 1x1 non ci vuole molto..3-4 di noi particolarmente forti di braccia e sai che goduria!!
    Organizza e comunica..io ci sto

    RispondiElimina