giovedì 20 maggio 2010

E anche questo non è un fotomontaggio!

La ditta che ha montato questo impianto sa benissimo che è assai vietato installare catafalchi simili in prossimità degli incroci per pericolo di incidenti e frontali. E dunque, avendo avuto rassicurazione di poter infrangere le norme senza conseguenze, ha pensato a premunirsi: in caso di incidente chi dovrà avere la peggio tra il mio cartellone e l'auto malcapitata, ha pensato il cartellonaro? E allora ha pensato bene di dotare il suo orripilante impianto pubblicitario di adeguati... sostegni!

35 commenti:

  1. MA che roba sono questi? Dei pilastri da contenimento per dighe alpine? Una cosa indescrivibile: basta la foto. AIUTO! E siamo a Roma, che tristezza.

    Poi mi chiedo: è anche illuminato? E, nel caso, chi paga? Siamo sicuri che versano il dovuto per il consumo dell'energia elettrica? Sarebbe da aprire un argomento solo per quello. Miriadi e miriadi di cartelloni, dalle periferie al centro, dai laminati giganteschi a quelli con orologi e simili, illuminati "a sbafo"? Da dove caspita la prendono l'elettricità?

    M'auguro che la Magistratura faccia chiarezza.

    RispondiElimina
  2. Ma sbaglio o anche questa super-merda sta davanti al Parco delle Tombe di Via Latina, tra Via Appia e Tuscolana...
    E' guerra aperta, resistenti!

    RispondiElimina
  3. E' poco prima del suggestivo PARCO DELLE TOMBE LATINE, immeritato per i romani BECERI E IGNAVI.

    E' soprattutto una vera immensa CAGATA
    G I G A N T E S C O
    e vero BIGLIETTO D'INGRESSO dell'entrata a Roma (fino a poco tempo fa c'era il cartello storico di ROMA e relativo limite 50), Siamo nel punto dove l'Appia Nuova incrocia vi adell'ALMONE, già via "militare" che collegava la batteroa di forti di fine 800 (in questo caso "Appio") che idealmente sostituivano le Mura Aureliane con un sistema di difesa cmq presto superatoo dalle nuove tecniche militari.

    RispondiElimina
  4. tutti dei veri signori e'??
    (merda ,cagata ,resistenti)
    se questo e' il livello fiquriamoci...
    un saluto un cittadino

    RispondiElimina
  5. A Srotì e lassa perde subbeto, subbeto ! Che se LIUDUMILLA te lega a'sto palo de 7 metri poi nun te liberi più....

    RispondiElimina
  6. Il committente in questo caso non è il solito venditore de porte o de lampadari, ma la TIM.

    Forse non ha sentito le parole di Alemanno e Bordoni, di ferma condanna dell'invasione cartellonara?

    O forse le ha sentite ma sta ancora cercando di smettere di ridere? Roma è diventata il posto dove tutti vengono a infrangere la legge.

    RiccardoMA

    RispondiElimina
  7. ragazzi hanno pubblicato la delb. di giunta 133
    del 12 maggio.. su' piazzale clodio
    hanno intenzione di installare 300 mt di parapedonali.. na' vera cagata degna del CONGO BELGA se questo e' sistemare roma??
    ma chi sono sti' tecnici de' sto' comune..
    ps. me' so' fatto pure male co' sti parapedonali due mesi fa' col motorino...
    consiglio a qualche tecnico di fare un giretto a PARIGI (ARREDO URBANO)CAPITE LA PAROLA
    .....SEGABU.....

    RispondiElimina
  8. Anonimo dele 18.05
    non siamo signori, siamo cittadini incazzati contro la mafia cartellonara e i loro amici in campidoglio che stanno soffocando Roma e la sua storia sotto decine di migliaia di cartelloni abusivi.
    Vuoi scrivere tu una poesia a questi "signori", vista la tua eccelsa e cristallina classe?
    Chissà, magari si commuovono e rimuovono questo spaventoso orrore

    RispondiElimina
  9. non rispondete agli anonimi troll, cancellateli e basta. Mandare in caciara tutto è il loro mestiere, non abboccate.
    Adriano

    RispondiElimina
  10. sono anonimo dele 18.05
    vi prego di moderare il linguaggio per non da adito a critiche su questa vostra grande iniziativa.
    scusate.

    RispondiElimina
  11. e certo anonimo..la mafia cartellonara sta massacrando Roma, centro storico,Circo Massimo, Foro Italico, S. Maria in Cosmedin compresi, cartelloni di 12metri per 3..e secondo te il problema è il nostro linguaggio? E il linguaggio violento e criminale espresso dalle immagini dei mega-cartelloni che continuano ad essere installati nello stile dei Casalesi secondo te non significa nulla?

    RispondiElimina
  12. Io invece non sono l'anonimo delle 18:05 però gli do ragione. O siete cittadini anti-degrado o dei violenti provocatori non ci sono vie di mezzo. Prima mi piaceva les per la sua proverbiale tranquillità, ma l'altra volta mi ha dato del burino dicendo che sfruttavo le sue parole. Mi sono accorto che Les non sa leggere perchè dicevo le sue stesse cose . Les è come gli altri. Moderate il linguaggio .

    PS la maifa cartellonara non esiste, voi non siete eroi che combattete la mafia e non rischiate assolutamente nulla. Siete cittadini annoiati o in pensione che se la prendono con i cartelloni. Non sono un attacchino. Se lo fossi stato vi avrei già denunciato, vi dicevo dimostratelo al giudice che siamo mafiosi.

    RispondiElimina
  13. M'auguro che la Magistratura faccia chiarezza.

    Mandate le immagini delle evidenti violazioni, da accertare, alla Procura di Roma, dopo le mancate rimozioni segnalate. Utilizzate anche la posta certificata. Chiedete conto alle autorità preposte: sono, per legge, tenute a dare una risposta. Si chieda sui consumi elettrici di moltissimi cartelloni illuminati, se il costo grava sulla comunità e come viene accertato. Inviate le foto degli "attacchini" od operai delle ditte di affissione che "lavorano" senza le dovute precauzioni, obbligatorie per legge, all'ispettorato del Lavoro.

    Potrei continuare per ore. Ancora, m'auguro che la Magistratura faccia chiarezza.

    RispondiElimina
  14. la mafia cartellonara non esiste? il sindaco veltroni fu minacciato di morte per l'azione di rimozione dei cartelloni abusivi. Ci sono le prove delle indagini dei carabinieri e della magistratura. Non solo ma molte ditte fanno riferimento piu o meno diretto a personaggi che siedono in parlamento e che fanno le leggi a favore di tale lobby...Certi faccioni politici che apparivano sui maxicartelloni prima delle ultime elezioni hanno contatti molto stretti con certe ditte. Tu mi sostieni e io poi faccio le regole come ti piacciono..alla faccia della città e di chi si ammazza uscendo di strada sfracellandosi contro un cartellone abusivo, alla faccia di chi è costretto a guardare solo cartelloni appena esce di casa. Sai caro anonimo scettico...anche della mafia che uccide c'è chi dice che non esiste, che è una invenzione dei giornali...Vallo a dire ai figli degli ammazzati.
    carlo

    RispondiElimina
  15. ci sono strade senza luce da mesi come la salaria tra urbe e prati fiscali pero' i cartelloni che sul quel tratto hanno i fari che illuminano la pubblicità hanno regolarmente corrente, come mai???? Chi la paga????
    anche su questi aspetti si indaghi...

    RispondiElimina
  16. Carlo, voi di questa storia delle minacce a Veltroni ne parlate spesso...io ho fatto delle ricerche, ho trovato gli articoli dei giornali ma nient'altro. Ne magistratura ne denuncie ne arresti. Forse mi sbaglio, indicami i link e ti dò ragione. Oppure come al solito la buttate in caciara . Io se ero un "cartellonaro" vi avevo denunciato (ovvio io parlo da persona onesta, non ho niente da nascondere e adivo le vie legali).

    RispondiElimina
  17. Anzi userei proprio questa similitudine con la mafia vera... hai delle idee, bene. Falle valere davanti al giudice (potrebbe anche essere una bella opportunità ...non ti pare ?).

    RispondiElimina
  18. ecco un articolo di repubblica è un articolo di giornale certo ma con notizie precise e circostanziate. E che ne dici anche di ditte che operano a roma da anni, che hanno improvvisamente cambiato nome e che ora hanno proprietari che sono addirittura di paesi dell'est..strano no...?? O di ditte che hanno ancora impianti sotto sequestro ad opera della magistratura ma che si sono rifatte il trucco e ripartite all'assalto del business??? Strane cose no??? Ma lo sai che l'80% degli impianti sono fuori legge??? il comune la chiama autodenuncia ma poi li lascia li...ma il codice della strada è una legge nazionale e sta sopra ogni deroga e autodenuncia... Quindi sono nell'illegalità. C'e' una indagine in corso della magistratura. Non ci inventiamo niente ma solamente protestiamo per la difesa della città, contro questo che è uno degli obbrobri. Sai che ora stanno spuntando anche decine di furgoncini che portano il catafalco pubblicitario e sono tutti in divieto di sosta, agli incroci, sugli spazi per le moto per settimane...Tutto legale no? Soldi contro leggi.

    RispondiElimina
  19. http://www.repubblica.it/2004/g/sezioni/cronaca/romacarte/romacarte/romacarte.html

    IL LINK ALL'ARTICOLO CITATO NEL POST

    RispondiElimina
  20. http://www.repubblica.it/2004/g/sezioni/cronaca/romacarte/romacarte/romacarte.html

    RispondiElimina
  21. DAL CORRIERE DELLA SERA DEL 2004......
    Cinque persone in carcere, rimossi 2.500 pannelli illegali
    Cartelloni abusivi: arresti a Roma Minacciato Veltroni
    Intercettato un imprenditore: «Il sindaco lo stendo». «Ne toglieremo altri 24 mila per restituire decoro alla città Toccati interessi molto profondi»

    ROMA - «Al signor Veltroni ci penso io. Lo stendo. Tanto sappiamo dove abita, la polizia non c' è mai sotto casa sua. Conosco persone che possono fare questo lavoro...». Non sopportavano i controlli del Campidoglio e miravano in alto i protagonisti dell' ultima inchiesta romana sui cartelloni pubblicitari abusivi, che ha portato ieri all' arresto di cinque persone. Dopo un anno di controlli i carabinieri di piazzale Clodio hanno arrestato gli amministratori delle società Nevada srl e New Team Company srl, un avvocato civilista, un funzionario dell' ufficio delle entrate (l' unico ai domiciliari) e perfino un impiegato del Campidoglio, un geometra di 52 anni, che lavorava all' ufficio affissioni e che un anno e mezzo fa, forse perché si iniziava ad avere dei sospetti, era stato trasferito dagli amministratori ad un altro incarico. Le accuse vanno dal falso, all' abuso d' ufficio, dall' invasione di terreni ed edifici alla calunnia per aver denunciato la dirigente dell' ufficio affissioni del Comune di Roma, Andreina Marinelli (alla quale ieri è andato il ringraziamento del sindaco), quotidianamente impegnata nella rimozione di cartelloni abusivi. «Quando si fa quello che abbiamo fatto noi, abbattendo 15 mila impianti in tre anni, è chiaro che si vanno ad intaccare interessi molto profondi». Sono le cinque di ieri pomeriggio e Walter Veltroni decide di fare una passeggiata nel quartiere dove abita, al Salario, commentando il suo «strano» compleanno (49 anni), con prima le telefonate di auguri e poi quelle di solidarietà. Le minacce? «Fisiologiche». Il sindaco di Roma ritiene che «la lotta per la legalità non rientra solo nei suoi doveri istituzionali, ma nelle sue convinzioni più profonde». Perciò annuncia la rimozione di altri 24 mila cartelloni abusivi (sui 60 mila della città solo 21 mila sono in regola, mentre il giro d' affari per gli abbattuti si aggira sui 50 milioni di euro) e che l' impegno continuerà «al di là di ogni intimidazione». Conosce l' imprenditore intercettato che lo vuole «sdraiare» come uno «dei più consistenti nel settore». «È chiaro - aggiunge Veltroni - che abbiamo toccato interessi molto profondi. Ma sono convinto che Roma uscirà da questa situazione nella quale si trova da decenni e avrà finalmente un decoro urbano all' altezza della sua bellezza». Non vuole sentir parlare di scorta sotto casa: «Non c' è per mia richiesta. Le forze dell' ordine devono essere impegnate nella sicurezza della città». La solidarietà non è mancata a Walter Veltroni. Ha telefonato subito il ministro dell' Interno Giuseppe Pisanu. L' hanno espressa i sindaci di Bologna Sergio Cofferati e di Firenze Leonardo Dominici, il presidente della Regione Lazio Francesco Storace e della Provincia di Roma Enrico Gasbarra, i rappresentanti di tutte le forze politiche. Lilli Garrone LA TELEFONATA Al signor Veltroni ci penso io. Lo stendo, non può andare lontano. Tanto sappiamo dove abita, la polizia non c' è mai sotto casa sua. Conosco persone che possono fare questo lavoro per noi...

    RispondiElimina
  22. http://archiviostorico.corriere.it/2004/luglio/04/Cartelloni_abusivi_arresti_Roma_Minacciato_co_9_040704062.shtml

    RispondiElimina
  23. si si conoscevo, la cosa strana è che non trovo mai gli articoli sulla condanna per le minacce a Veltroni, o gli articoli sulle stesse denuncie di Walter. A mio avviso i "minacciatori" non sono stati mai condannati per minaccia , anzi probabilmente non sono stati mai denunciati per minaccia. Credo io...

    RispondiElimina
  24. Da Nevada voltura a Nuovi Spazi Srl (responsabilità molto limitata, nei confronti della città che hanno stuprato selvaggiamente)...è cambiato qualcosa?
    Spero che arrivino presto confortanti notizie da Piazzale Clodio.
    Nel frattempo non si fermi l'indignazione popolare e le conseguenti azioni di boicottaggio degli impianti illeggittimi (cioè quasi tutti!!)

    RispondiElimina
  25. Cercando si trovano le cose più strane. Come questa
    http://www.democraticidavvero.it/adon.pl?act=doc&doc=2075

    L'articolo e de l'unità , chissà perchè mai queste cose non le scrivono il corriere e repubblica...chissà mai....!

    RispondiElimina
  26. ...ma cmq i CARTELLONI FANNO SCHIFO, TOLGONO L'ARIA AI CITTADINI su SPAZI P U B B L I C I e DEVONO DEVONO DEVONO essere tolti !!!

    Anche se pure qui i "professionisti" provano a rimescolà e a depistà

    VECCHIA miseria dell'itaglietta falso-mite, violenta e connivente, usata per raffreddare situazioni ben peggiori negli ultimi anni...

    Ma ormai se sente subito il puzzo di bruciato, giochetto scoperto.

    RispondiElimina
  27. Certo agli occhi di uno che gioca alle " tre carte (o se preferisci le 3 campane)" sarebbe assurdo non cercare ipotesi di depistaggi e complotti. Mio caro piccolo "Andreotti" sicuramente non brilli per acutezza ma non faccio nessun gioco professionale per mescolare le carte.
    Forse il puzzo che senti non è bruciato...
    Comuqnue tra Veltroni e Alemanno preferisco sicuramente il secondo, come dire gioco a carte scoperte dall'inizio...non per niente mi offendete e mi minacciate (fortunatamente non sono l'unico che sta aprendo gli occhi).

    RispondiElimina
  28. puoi preferire sicuramente alemanno a veltroni, non che il secondo fosse il massimo per carità ma il primo sta riuscendo nell'impresa di rendere piu' zozza la città, piu' caotica nel traffico, meglio fornita di bancarelle pure davanti l'entrata delle basiliche, di muri pieni di manifesti abusivi e moto che usano marciapiedi come corsie preferenziali (in fondo un suo assessore ha proposto di liberalizzare le corsie preferenziali alle moto tanto ormai ogniuno fa come je pare...). Si pero' sposta i nomadi, chiama le telecamere fa lo spettacolino della rimozione delle baracche peccato che non spieghi dove vadano a finire i nomadi che le abitavano, forse li fa sparire??? no vanno solo da n'altra parte fino a che qualcuno non si rompe le palle e protesta di nuovo...Mai sentito dire dove sono i nomadi sgomberati...chissà forse sulle nuvole..a Roma stanno come prima !!!Comunque io speravo che questa giunta portasse piu ordine, rigore, punisse i furbi...invece fa esattamente il contrario, alla fine la peggio è per noi mica per loro. Sempre che oltre a ricollocare i cartelloni come dice bordoni qualcuno dalla parte della legge non ricollochi pure gli amministratori....Apri pure gli occhi pero' pure il sindaco sa che moltissimi che lo hanno votato li hanno aperti gia da un pezzo...Se poi si riprende nei prossimi tre anni ben venga, d'altronde dice che il 2010 è l'anno della riscossa...vuol dire che dal 2008 ad oggi ha fatto poco e niente.Pero' qui si parla di decoro urbano e sono benvenuti tutti coloro di ogni fede politica hanno a cuore la città ed i suoi spazi che non sono dei cartellonari e manco di alemanno ma della gente che paga anche per il decoro.

    RispondiElimina
  29. Ma tutte queste cose non le ha portate certo Alemanno, ok i cartelloni sono aumentati ? Forse sono troppi ? forse vanno diminuiti, chi lo mette in dubbio. So riconoscere perfettamente un isterìa collettiva .
    Sbaglio o tra tutti i temi che citi non si parla di piano regolatore, non si parla di case popolari , niente centri commerciali e lasciamo stare smog e raccolta differenziata. Sicuramente sui cartelloni siamo peggiorati, sul resto.... siamo seri ! Vedi la solita Roma. Certo che penso a Roma e so perfettamente riconoscere i nemici di Roma.
    Prima ho detto che preferisco Ale a Veltrusconi...penserete che sono di destra, niente affatto. Sono di sinistra, considero gli unici giornali indipendenti e liberi "il manifesto" e "liberazione" . Ed infatti riporto esclusivamente i loro temi. La sinistra ha perso le elezioni (giustamente) perchè è completamente uscita dal mondo reale. Hanno approvato un piano regolatore in pochi minuti, Veltroni parlava di momento storico e 5 minuti dopo c'erano già 3 deroghe (Veltroni è stato il regista, la responsabilità era di tutta la giunta compresa la sinistra).

    PS
    t'interessi di nomadi vedo, parliamo della politica nomadi di Veltroni, parliamo di quello che succedeva.

    RispondiElimina
  30. caro anonimo ti ripeto qui si parla di abusivismo sulle affissioni sfociato per le sue dimensioni e interessi che ci stanno dietro in una vera CARTELLOPOLI. Il resto esula da questo Blog. Per il resto sono daccordo che la politica di veltroni sui nomadi era quasi nulla ma ti assicuro che il problema non si risolve con le campagne di comunicazione di questa giunta perche' spostare i nomadi da una parte all'altra di roma non significa diminuirne il numero e l'impatto cosi come non si governa con le ordinanze inapplicate e comunque il caos della città è sotto gli occhi di tutti e lo hanno riportato molti quotidiani nazionali anche non di sinistra e se ci sono tanti movimenti spontanei di gente che protesta su vari argomenti ci sarà pure un motivo. Comunque qui si parla del business delle affissioni fatte in modo orribile degno di una citta del quarto mondo dove si mandano in giro extracomunitari ad arrampicarsi a otto metri d'altezza spesso di notte e senza alcuna protezione per piazzare impianti che costituiscono, tra l'altro migliaia di pericoli per le persone handicappate che si trovano a fare lo slalom tra i paletti ha persino protestato Guidi che è il delagato del Sindaco per i problemi degli handicappati !!!Non ti rendi conto di che affare si tratti il settore affissioni...due soldi per un cartellone e per pagare due extracomunitari per incollare manifesti ma ogni cartello frutta migliaia di euro netti l'anno!!!

    RispondiElimina
  31. Certo che spostare i nomadi da un posto all'altro non risolve il problema. Io sono "volontario" (ci vado poco) per i rom, ne conosco molti (soprattutto donne e bambini) ed è un problema che sento molto. Qualche tempo fa hanno tolto una bambina di 3 anni alla madre (chiedeva l'elemosina) , ha dovuto aspettare un paio di mesi per riprenderla e una volta che c'è riuscita è letteralmente scappata dall'Italia (ha rischiato di perdere l'unica cosa che aveva). È fuggita proprio, per la felicità di molti (sicuramente anche il tuo amico Tonelli sarà soddisfatto non ti
    credere).
    Comunque non penserai mica che non girino soldoni anche dietro centri commerciali . Non crederai mica che dare gli appalti agli stessi gruppi era sinonimo di precisione ...?

    PS
    sui rom la politica di veltroni non era migliore ...credimi (se vuoi ti entro in particolari sconcertanti, ma è meglio lasciar perdere).

    RispondiElimina
  32. Mescola, mescola, depista, depista....ma I CARTELLONI AUMENTANO e così lo SCHIFO DELLE PERSONE ONESTE.
    Il giochetto è scoperto e fetido.

    RispondiElimina
  33. Anonimo fammi capire bene
    secondo te noi saremmo preda di un'isteria collettiva?
    Ma dico..ma cammini per le strade di Roma?
    Per caso sei passato al Circo Massimo, all'Arco di Costantino, davanti a S.Maria in Cosmedin e proseguendo in Via del Corso?
    A te pare irrilevante che abbiano avuto il "coraggio" di installare cartelloni perfino in luoghi "SACRI" per chiunque al mondo ami l'arte, la storia, la bellezza.
    Per carità, ognuno ha la sua sensibilità..mi stupisce che una persona che lavora con i Rom, e quindi si suppone una persona sensibile, generosa, vogliosa di uguaglianza e giustizia sociale venga qui da tempo a provocare, a sminuire, a indicare la sua giusta via che ovviamente è migliore delle altre.
    Ma quando impareremo a rispettare le idee e l'impegno altrui anche non condividendoli?
    Ci hanno accusato di essere prezzolati, di fare campagna elettorale, di essere pensionati e nullafacenti, ci hanno insultato e deriso ripetutamente..a certa gente non vale la pena rispondere ma non capisco perchè una persona come te debba insistere a voler SMINUIRE il significato politico dell'invasione dei cartelloni abusivi e il nostro impegno a contrastarla.

    RispondiElimina
  34. aggiungo io che lo scempio dei cartelloni come altre cose vergognose che stanno accadendo vedi il caos legittimato del traffico, i vigili che sono spariti (ovvio se si vuole lasciare fare alla gente cio' che vuole i vigili è meglio non ci siano...), la cricca delle bancarelle che si sta mangiando le piazze storiche (c'e un consigliere comunale che ha costruito un impero con le bancarelle...). Insomma dietro lo sfacelo della città ripreso da piu giornali c'è la politica del malaffare..del prendiamo fincheè possiamo...Questo prima o poi danneggia NOI non LORO... stiamo diventando la periferie nord di napoli !!!! con i pericoli che cio' comporta...Lo scempio delle affissioni selvagge è solo uno dei problemi, purtroppo.
    carlo

    RispondiElimina
  35. Prendi i SOLDI E SCAPPA, dopo di me il diluvio.

    RispondiElimina