lunedì 3 maggio 2010

Lo scandalo di Piazza Asti


Guardate questo clamoroso prima e dopo della (ex) graziosa Piazza Asti, all'inizio della Tuscolana. Una piazzetta che passa da ZERO a CINQUE orrifici cartelloni. Come possono gli abitanti di questa zona accettare questo? E' vostra la colpa! E' colpa vostra che non reagite? Se voi teneste al vostro territorio questi orribili impianti non avrebbero tregua, li dovrebbero togliere per la disperazione di non potersene servire a causa delle vostre scritte, i vostri imbrattamenti, i vostri sabotaggi civici. E invece avete accettato di essere stati venduti senza neppure ricavarsi un cent. Coglioni!
PS. e visto che degrado chiama degrado, incredibile anche l'aumento di graffiti e tag sul muro, in fondo, dell'istituto religioso.

9 commenti:

  1. Sono passato a Via Appia Nuova:
    muri totalmente imbrattati, cartelli abusivi, pali coperti dalle locandine.
    Uno spettacolo orrendo.

    RispondiElimina
  2. Alecazzo e la sua Tolleranza Zoro.

    RispondiElimina
  3. Quando dici "non accettateli" ci puoi elencare alcune azioni (legali o anche ail limiti della legge) che come cittadini di un municipio potremmo intraprendere ?
    Credo che urga un vademecum a questo punto, ujn manuale di "guerriglia urbana" per difenderci

    RispondiElimina
  4. Che ne pensate di preparare come sito "Cartellopoli" un dossier ed inviarlo al CIO, il Comitato Olimpico ... ? Se iniziassimo a rompere le uova nel paniere della candidatura olimpica del 2020, magari dal Comune qualche azione potrebbe venir fuori ..

    RispondiElimina
  5. Anonimo delle 16.13
    da poco ha riaperto il ferramenta vicino casa tua..compra vernice a tempera per i muri, diluiscila al punto giusto con acqua, colorala (ci sono appositi prodotti poco costosi..) poi con una siringa grande riempi palloncini di plastica (quelli delle feste dei bambini) fino a che siano pieni; chudili facendo un nodo ben stretto e stanotte vai a tirarli su quegli schifosi cartelloni, evitando ovviamente di sporcare le auto di cittadini incolpevoli.
    Io non so dirti se oscurare e imbrattare un cartellone abusivo sia sanzionabile, ma francamente a questo punto me ne frego visto il dilagare incontrastato del Grande Scempio.
    Il Comune è complice di questo saccheggio incredibile del paesaggio urbano e nessun dialogo è possibile con "aziende" di questo livello che in nome dei loro pelosi interessi hanno sepolto Roma sotto una coltre di merda.
    Dobbiamo agire, prendendoci la responsabilità storica della difesa della bellezza e del patrimonio storico, artistico e archeologico della nostra città. Il resto, ormai, sono chiacchiere!

    RispondiElimina
  6. basta una scala e uno spray per scriverci sopra:

    ABUSIVI.

    Vedrai che le ditte che ci si fanno pubblicità sopra non saranno contente, e i cartellonari capiranno che non sono i benvenuti in quella zona.

    RispondiElimina
  7. Io propongo di "incartarli" con il nastro bicolore di plastica che si usa per i lavori, i divieti temporanei di parcheggio, etc..
    Temo infatti che la scritta con lo spray si noti poco, in un contesto urbano nel quale i graffiti sono purtroppo dapertutto. Inoltre la scritta con lo spray rischia di essere percepita come un messaggio di degrado anziché di protesta civile.
    gicci

    RispondiElimina
  8. Dopo quello che ho visto all'olimpico per lazio inter, direi di canalizzare le nostre energie contro i burinotti laziali ! Cacciamoli da Roma e mandiamoli in ciociaria...
    Aspetto proposte serie a riguardo.....

    RispondiElimina
  9. Ma la presidente Fantino dorme? E' l'unica che non si è accorta di nulla, mi sa...

    Che schifo ragazzi.

    RispondiElimina