domenica 23 maggio 2010

Se questo è un ristorante

Anche se vi sembrerà difficile crederlo e se vi sembrerà ancor più difficile credere che tutto questo non sia frutto di una macchinazione al photoshop, sappiate che quello che state osservando in questa foto è vero, reale, disponibile alla vista di tutti sull'Aurelia, nei pressi dell'Ergife.
L'umiliazione della città e dei suoi cittadini non ha confine e non ha limite. E non è colpa soltanto dei cartellonari senza scrupoli. E' colpa dei loro clienti che non fanno ciò che dovrebbero fare: smettere di pianificare campagne su questi mezzi. E' colpa dei proprietari dei suoli privati che concedono spazi per queste atrocità. E' colpa del comune che le autorizza, direte voi: sì, ma su quello abbiamo ormai perduto la speranza.
Se noi fossimo un comitato serio opereremmo così: prendere appuntamento con responsabile mktg tim; stampare foto in questione; portarla al responsabile; fargli capire che questo tipo di iniziative fanno perdere clienti alla sua società, non li fanno guadagnare; fargli capire che questo è un marketing al massacro perché fa passare l'azienda come prevaricatrice e violenta, altroché...
Che dite, lo facciamo?
Intanto, se conoscete qualche avventore di questo ristorante, ditegli di vergognarsi e di smetterla di frequentarlo. Subito.

4 commenti:

  1. Immagino non possa che chiamarsi "ristorante dal cartellone", ahah
    Che pena.

    RispondiElimina
  2. Specialità di questo pseudo "ristorante"? Fritto misto di cartelloni? Manco morto entro dentro un posto simile. Qualità di vita? ZERO.

    RispondiElimina
  3. Ma che è l'astronave de Mazinga? DAMOJE FOCO!

    RispondiElimina
  4. Suppongo che nel cartello in basso a sinistra, quello mezzo rotto, ci fosse scritto "Pizzeria PORCHERIA".

    Non può essere diversamente...

    RispondiElimina