venerdì 21 maggio 2010

Una città al palo

Cheppoi, se ci pensate, è la stessa cosa per tutto. E, guardacaso, per tutte quelle assurdità che a Roma hanno sempre bene o male prosperato e, purtroppo, molto più bene che male da due anni a questa parte.
I cartelloni sono solo uno spicchio del problema (il più evidente, il più criminale, il più infarcito di interessi, montagne di denari e malaffare), ma poi ci sono i camion-bar, le bancarelle vergognose che triplicano il loro spazio, gli stabilimenti di Ostia, la sosta selvaggia, i torpedoni turistici. Il denominatore comune è proprio lo stesso: rubare suolo pubblico per fare interessi privati a vantaggio proprio e ai danni di tutti.
L'ultima maglia di questa catena sono le affissioni abusive sfigate e pezzenti di discoteche, agenzie immobiliari o altre entità commerciali. Come questa società che vende box e che ha utilizzato, vedete, anche dei pali-forchetta di un futuro cartellone abusivo. Perché per pulire la città la prima cosa da fare, come hanno fatto molte città, è un piano regolatore dei pali che elimini superfici e supporti per l'abusivismo. Se non vi sono spazi per affiggere, è meno interessante pianificare campagne killer, se la città è piena di pali più o meno abbandonati, è come stendere tappeti rossi alla prepotenza degli abusivi.


16 commenti:

  1. Ma tutti i romani che urlano a squarciagola canzoni del tipo "Roma Capoccia" e che tengono tanto alla loro Romanità (?) perché permettono a sti bifolchi di stuprare la loro città, perché!? Svegliatevi!

    RispondiElimina
  2. infatti il lassismo complice del Comune ha dato il là alla pratica del volantino attaccato ai pali, del cartello fai da te appeso al palo della pubblica illuminazione e cosi via, migliaia di affissioni che non versano una lira nelle casse del comune. Anche prima il fenomeno c'era ma ora è esploso alla grande perche' ci si è resi conto che il Comune non fa niente contro gli abusi anzi li favorisce. Ma l'ufficio decoro urbano è stato sotterrato o ancora esiste...?

    RispondiElimina
  3. sul sito del comune ormai quasi tutti i giorni ci sono news sul tema affissioni nelle quali ci si sforza di comunicare che il Comune ha a cuore la vicenda..che si cerca di intervenire etc.etc. si cita persino l'attivismo della gente...Si sono preoccupati non pensavano di essere presi in castagna..Pensate se stavamo zitti....
    carlo

    RispondiElimina
  4. Una faccia tosta senza pari. COSA CASPITA FANNO ALL'UFFICIO DEL DECORO URBANO? Tutta la città è INVASA da questo SCEMPIO senza pari in EUROPA e loro?

    Qui, qualunque cittadino, di qualsiasi parte politica, che veramente abbia a cuore Roma, ha un sussulto di fronte a tale INADEGUATEZZA AMMINISTRATIVA.

    M'auguro che la Magistratura faccia chiarezza.

    RispondiElimina
  5. Fate attenzione a una cosa: la mafia e il crimine in genere, quando si centra l'attenzione su di loro, cercano di inabissarsi per un po' per poi tornare a fare i propri sporchi affari quando i riflettori si spengono.

    I cartellonari NO! Da quando sono finiti su tutti i giornali, l'invasione continua più di prima e con più mezzi, sempre più selvaggia! Nonostante le illusioni di Alemanno, Bordoni e co.

    Possono sentirsi così forti per un solo motivo: I LORO COMPLICI SIEDONO AL COMUNE DI ROMA E SONO GLI STESSI CHE PROMETTONO DI COMBATTERLI. Non lo faranno. Dovremo farlo noi e lo faremo.

    RispondiElimina
  6. Oggi pomeriggio sono uscita a fare un giro in centro con il mio ragazzo..fino a qui direte chissene frega...e avreste ragione...ma ad un certo punto, senza neanche comunicarcelo, siamo stati presi da una frenesia irrefranibile! qualsiasi palo era pieno di affissioni di tutti i tipi! dalle discoteche alle agenzie immbiliari! COnfesso..non abbiamo resistito...abbiamo stacato tutti quelli che abbiamo visto! anzi mancava poco che facessimo a gara a chi ne staccava di più!! alla fine ci sentivamo davvero felici!! sarà una patologia? non lo sò..ma vedere i pali liberi da quei figlietti sventolanti era estremamente soddisfacente!

    RispondiElimina
  7. anonima, se vuoi partecipa alle passeggiate antiaffissioni di Riprendiamoci Roma!
    scrivi a riprendiamociroma@yahoo.it

    RispondiElimina
  8. Franco XVIII° municipio22 maggio 2010 13:23

    Vi do una buona notizia!
    Tutti i cartelli che vedete nelle foto sono stati rimossi dopo una mia mail a segnalazioniaffissioni@comune.roma.it
    una goccia nel mare..lo so, ma è una piccola soddisfazione personale e significa che forse qualcuno al Comune si rende conto che la misura è ormai stracolma da tempo! Gli segnalai anche le decine di striscioni TOTALMENTE ABUSIVI del centro "benessere" Zen in Via di Valle Aurelia ma quelli sono tutti ancora al loro posto a deturpare il Parco del Pineto e tutte le vie limitrofe fino a Via Baldo degli Ubaldi.
    Franco
    Franco

    RispondiElimina
  9. Ma cosa hanno tolto?
    Questi cartellini dei box o qualche 4x3?
    No perchè se sono questi piccoletti li avrà rimossi qualcuno di noi (io lo faccio sempre e invito tutti a fare lo stesso).
    Ale

    RispondiElimina
  10. E invece, caro Ale, dato che abito in zona, non li ha tolti qualcuno di noi, perchè sono spariti TUTTI in una notte. Ma perchè, perchè, PERCHE' c'è sempre qualcuno che deve dimostrare sempre di saperne di più? Ho seguito la cosa personalmente, giorno per giorno..certo, ripeto è una goccia nell'oceano di degrado, ma per un attimo ci si può permettere una infinitesima soddisfazione? O no..
    Franco

    RispondiElimina
  11. Guardate questo link

    http://www.lineaamica.gov.it/risposte/risposta/505/Segnali-di-indicazione-della-localizzazione-di-imprese-c-d-frecce-indicative-nel-Comune-di-Roma.html

    gicci

    RispondiElimina
  12. Franco non volevo assolutamente dimostrare di saperne più di te e mi scuso se hai capito ciò. Speravo solo avessero tolto qualche 4x3.
    Poi scusami ma il fatto che sono spariti di notte a te cosa fa pensare? Che il servizio affissioni di notte è andato a staccarli?
    Lo spero sinceramente e mi complimento con te per l'ottimo lavoro.
    Ale

    RispondiElimina
  13. Ale, tutto ok!
    L'importante è rimanere uniti in questa battaglia! Per quanto riguarda i "cartellini" io non so chi li abbia tolti ma è un fatto che pochi giorni dopo la mia segnalazione corredata di foto e localizzazioni sono spariti. Chissà, magari avranno contattato il numero di cellulare che appariva e gli hanno intimato di rimuoverli..se poi è stato qualcuno di noi, va bene lo stesso. Comunque continuiamo a martellarli di segnalazioni corredandole possibilmente dei riferimenti legislativi.
    Suggerisco poi di inviare foto e dati anche a Rodolfo Bosi. Melius abundare!! E avanti, avanti con la raccolta di firme!!

    RispondiElimina
  14. Lo avevo proposto anche in altro blog:
    Perchè non prepariamo delle lettere a nome dell'ufficio affissioni abusive da inviare alle sedi di tutte le agenzie immobiliari e simili dicendo:
    -sta per partire una campagna di multe in conformità alla nuova direttiva del comune
    - abbiamo rilevato palesi violazioni da parte delle Vostra agenzia in nunmerosi quartieri
    - vi invitiamo a rimuovere le affissioni abusive entro 30 giorni termine entro il quale partirà la campagna di monitoraggio e sanzione delle affissioni.

    RispondiElimina
  15. Anonimo noi dobbiamo essere credibili
    Non possiamo fare simili puttanate.
    Io ho raccolto sacchi di affissioni e gliele ho lasciate con un "bigliettino d'auguri" davanti al negozio..EFFETTO sicuro..non hanno più attaccato nulla!

    RispondiElimina
  16. Altro metodo: si raccolgono un centinaio di affissioni della stessa agenzia immobiliare (ci vuole poco) le si taglia in quattro parti (per evitare che le riutilizzino) e ci si tappezza tutta la saracinesca o vetrina ad agenzia chiusa (magari la notte).
    Poi la mattina si divertiranno a pulire...

    RispondiElimina