martedì 1 giugno 2010

Bosi-segnala: al Quadraro

Inizia oggi una nuova rubrica di Cartellopoli volta a comunicare a tutti i lettori e ad archiviare qui nel blog le puntualissime segnalazioni inviate al Comune (anche in nome di Cartellopoli e di tutti i cittadini civili di questa città) da parte del nostro Rodolfo Bosi. Tra l'altro la data che riporteremo per ogni segnalazione ci sarà utilissima a fare il conto alla rovescia riguardo alle fatidiche 48 ore entro le quali l'assessorato ha promesso di rimuovere)(o più probabilmente, come piace a loro, ricollocare: speriamo davanti a casina loro) i cartelloni abusivi. Allora appuntamento con "Bosi-segnala" ogni giorno, su Cartellopoli, a mezzanotte. Quelli della mail segnalazioneaffissioni@comune.roma.it avranno un bel da fare se non vorranno risultare conniventi con il crimine cartellonaro!


Si segnala che i 7 impianti di cui si rimette di seguito una fotografia d'insieme risultano installati in via del Quadraro, angolo via Viviani, che fa da confine al Parco dell'Appia Antica (come attestato dal cartello cerchiato due volte in rosso) , dove vige il divieto di affisissione prescritto dalla lettera o) del 3° comma dell'art. 8 della legge regionale n. 29/1997.

Sulla stessa via risultano installati complessivamente ben 10 impianti di cui sono stati riferiti a questa associazione gli estremi dei seguenti numeri di codice identificativo assegnato dal Servizio Affissioni:

0084/AR466/P (ditta "Screen City ADV S.r.l" secondo la Banca Dati del Comune)
0084/AR467/P (ditta "Screen City ADV S.r.l" secondo la Banca Dati del Comune)
0084/AR471/P (ditta "Screen City ADV S.r.l" secondo la Banca Dati del Comune)
0084/AR470/P (ditta "Screen City ADV S.r.l" secondo la Banca Dati del Comune)
0084/AR469/P (ditta "Screen City ADV S.r.l" secondo la Banca Dati del Comune)
0084/AR468/P (ditta "Screen City ADV S.r.l" secondo la Banca Dati del Comune)
0056/BH234/P (ditta "MG Advertising" secondo la Banca Dati del Comune)
0008/AA358/P
0056/BH229/P (ditta "MG Advertising" secondo la Banca Dati del Comune)
0056/BH231/P (ditta "MG Advertising" secondo la Banca Dati del Comune)

Se ne chiede pertanto l'immediata rimozione, ai sensi del comma 13-bis dell'art. 23 del Codice della Strada, senza possibilità alcuna di ricollocazione dei medesimi impianti in altra parte della città, a maggior ragione perché con titolo autorizzatorio scaduto al 31.12.2009 e non rinnovato.

Si resta in attesa di un cortese riscontro scritto, che anche se per via telematica si richiede comunque ai sensi degli articoli 2, 3 e 9 della legge n. 241/1990.

Distinti saluti.
inviato a segnalazioni affissioni il 31-5-2010

4 commenti:

  1. Ringrazio sentitamente Cartellopoli per la nuova rubrica che inizia da oggi, ma che vorrei che non fosse personalizzata fino a questo punto, anteponendo addirittura il mio nome a quello della associazione Verdi Ambiente e Società (VAS) per conto della quale inoltro sempre le mie segnalazioni.
    A questo stesso riguardo ricordo che Cartellopoli aveva fatto a suo tempo un appello alle associazioni ambientaliste a portare quel contributo che di fatto VAS sta dando concretamente, anche se non risultava fra i destinatari di quell'appello.
    Chiedo quindi che la rubrica sia intitolata alle "segnalazioni" che provengono in generale da tutti o quanto meno alle "segnalazioni di VAS" e non di Bosi.
    Per ribadire l'opportunità di dedicare una rubrica a tutte le segnalazioni in modo generalizzato, metto in evidenza che in fondo Cartellopoli ha accettato la proposta fatta da Asgard delle ore 21,25 dello scorso 21 maggio, che era quella di inserire una sezione apposita con l'elenco di tutti i cartelloni denunciati ufficialmente al Comune non solo da VAS: ribadisco oggi quanto già ho commentato allora, che cioé un punto di raccolta in questa apposita rubrica rende oggettivamente molto più concreta e quindi più incisiva l'azione che il Blog sta facendo contro il dilagare dei cartelloni.
    Per attestarne la sua grande convenienza, propongo che la rubrica riporti anche e soprattutto i "risultati" delle segnalazioni di tutti, inserendo nella stessa rubrica (o in una a sé stante) l'elenco di tutti i singoli cartelloni che verranno man mano rimossi grazie proprio alle segnalazioni di singoli cittadini, di comitati e di associazioni.
    Per questioni di spazio, rimando al mio commento successivo un primo consuntivo generalizzato degli impianti che mi risultano fin qui rimossi, anche se non per opera del Comune.

    RispondiElimina
  2. Alle mie note VAS del 16.2.2010 e del 17.5.2010 ha dato seguito lo scorso 28 maggio l'Ente Parco dell'Appia Antica per comunicarmi che la situazione a tale data é la seguente:
    - n. 76 impianti pubblicitari verbalizzati;
    - n. 1 impianto pubblicitario sottoposto a sequestro penale e già demolito;
    - n. 43 impianti pubblicitari demoliti d'ufficio o auto rimossi;
    - n. 6 impianti in corso di verbalizzazione in via C. Colombo, via Tuscolana e via Appia Nuova.
    All'interno del Parco di Veio sono stati fin qui rimossi 9 cartelloni ad opera delle stesse Ditte, a seguito delle lettere di diffida trasmesse loro dall'Ente Parco di Veio.
    L'Ente Parco Roma Natura ha istituito una Task Force apposita per censire e far rimuovere quanto prima gli impianti installati ai confini delle aree naturali protette da lui gestite.
    Alla mia 3° lettera di sollecito trasmessa invece al Comune (oltre che per conoscenza alla Procura della Repubblica) ha fatto seguito il Gabinetto del Sindaco con nota del 24.5.2010, indirizzata al dott. Francesco Paciello, che "invita ad effettuare, con l'urgenza che il caso richiede, le opportune verifiche ed accertamenti al riguardo, e ad adottare gli eventuali provvedimenti di competenza necessari al fine di eliminare la situazione segnalata" da VAS dentro il Parco di Veio.
    Sto aspettando infine le risposte dell'Assessore all'Urbanistica della Regione Lazio On. Fabio Armeni e del Ministro per i Beni e le Attività Culturali On. Sandro Bondi, a cui ho chiesto di ordinare al Comune di Roma la rimozione di tutti i cartelloni installati in zona vincolata, in violazione dell'art. 9 della Costituzione.
    Anche se lentamente, qualcosa si sta smuovendo e bene.
    Speriamo che per il prossimo futuro Cartellopoli Blog possa pubblicare informazioni più dettagliate, che facciano sapere quale fosse e dove esattamente si trovava ogni singolo cartellone pubblicitario che verrà comunque rimosso d'ora in poi.

    RispondiElimina
  3. Grazie dott.Bosi per il grande contributo alla lotta contro l'abusivismo cartellonaro.

    RispondiElimina
  4. una cosa tipo "come è andata a finire" di report...? mica male...

    RispondiElimina