martedì 29 giugno 2010

Bosi-segnala: l'orario ce lo guardiamo sul cellulare porca vacca! Via questo e tutti gli orologi



In data 16.6.2010 è pervenuta a questa associazione una segnalazione corredata da foto che si allegano alla presente, secondo cui negli ultimi giorni sullo spartitraffico di Largo Giuseppe Tartini è stato installato un cartellone-orologio che porta il numero di codice identificativo 0029/AG983/P, corrispondente - secondo la Banca Dati del Servizio Affissioni aggiornata a tutto il mese di maggio 2010 - alla ditta "Orlando Carlo Emanuele Maria".

Si fa presente che l'impianto risulta essere stato installato sicuramente non in linea con l'ordinanza che il 22 febbraio 2010 l'On. Sindaco Gianni Alemanno ha emanato nella veste di Commissario delegato all’Emergenza traffico, perché per scavi paralleli al marciapiede richiede espressamente "demolizione e ripristino della pavimentazione di tutto il marciapiede con stesa di materiale analogo al preesistente estesa per metri 0,50 oltre le testate di inizio e fine scavo, o fino alle eventuali interruzioni (incroci o passi carrabili) preesistenti".

Si mette altresì in evidenza che il supporto superiore su cui è stato inserito il cartellone, come lascia ben vedere la foto di dettaglio, non è stato fissato in alcuna maniera ed è libero di muoversi nelle sua sede: si mette ancor più in risalto che questo stato di evodente pericolo accade proprio in prossimità di una strada ad altissimo transito.

Si sottolinea per di più che sull'angolo sud-occidentale di Largo Giuseppe Tartini convergono via Pinciana e via Pietro Raimondi e che tutte e tre delimitano il perimetro di Villa Borghese, dove ai sensi della lettera c) del 1° comma dell'articolo 18 del Regolamento approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 37/2009 vige il divieto di "collocazione di impianti e mezzi pubblicitari nei nei seguenti siti....: ... c) parchi pubblici e ville storiche nonché le vie che delimitano il perimetro di queste".

Si fa presente ad ogni modo che alla scadenza del 31 dicembre 2009 di tutte le autorizzazioni/concessioni (prorogate fino a tale data dalla delibera del C.C. n. 426/2004) non ha fatto seguito nessun rinnovo da parte del Servizio Affissioni: ne deriva che tutti gli impianti installati dal 1 gennaio 2010 in poi dovrebbero essere considerati "abusivi" ai sensi del 2° comma dell'art. 1 del nuovo Regolamento in materia di esposizione della pubblicità e di pubbliche affissioni (delibera del C.C. n. 37/2009), perché "in difetto o in violazione della prescritta autorizzazione".

Si chiede pertanto di sapere se il suddetto impianto sia stato installato del tutto abusivamente e se comunque il numero di codice identificativo sia stato assegnato dal Servizio Affissioni a seguito del pagamento di un "canone" o di una "indennità", precisando la data del suo rilascio.

Nel caso di avvenuto pagamento di un "canone", si chiede di sapere a che titolo sia stato autorizzato l'impianto, precisando se trattasi di ricollocazione e se comunque trattasi di "autorizzazione temporanea" di 1 anno rilasciata ai sensi del comma 14 dell'art. 34 del nuovo Regolamento.

Nel caso invece di avvenuto pagamento di una "indennità", oltre che di accertata collocazione sul perimetro di Villa Borghese, si chiede l'immediata rimozione dell'impianto secondo la procedura stabilita dall'art. 31 del nuovo Regolamento.

Si resta in attesa di un cortese riscontro scritto, che anche se per via telematica si richiede comunque ai sensi degli articoli 2, 3 e 9 della legge n. 241/1990.

Distinti saluti.

Inviato da VAS - Verdi Ambiente e Società a segnalazioniaffissioni@comune.roma.it ed a polmunicipaleseg02@comune.roma.it il giorno 18-6-2010

5 commenti:

  1. La giunta potrebbe evitare di scrivere queste ordinanze che non ha alcuna intenzione di far rispettare.

    Ci sarebbe un bel risparmio di carta.

    Massimo

    RispondiElimina
  2. gli "orologi-pubblicità" sono una truffa!

    RispondiElimina
  3. L'ultima trovata dei mafiopuzzoni

    RispondiElimina
  4. Le ordinanze qui a Roma e dintorni sono la classica mossa per poter dire di aver fatto qualcosa agli elettori, senza però muovere un dito.

    RispondiElimina
  5. http://www.facebook.com/?sk=messages&tid=1224483271813#!/group.php?gid=120412267979630&ref=search

    RispondiElimina