lunedì 7 giugno 2010

Le frecce ci sono, ci manca l'arco (o la mazzafionda)


Dieci schifosissimi cartelloni in un colpo solo alla Montagnola. Guardate che roba, si sono ormai integrati con la natura. Una scena raccapricciante.
Federico

4 commenti:

  1. Una cosa che non esiste in alcuna capitale europea. Povera Roma. Complimenti alle Autorità che hanno consentito tutto questo SCEMPIO ASSOLUTO.

    E poi mi chiedo, ma costoro che si avvalgono di questo degradante medium pubblicitario non si rendono conto del pessimo ritorno d'immagine che ricevono? E, tra le decine e decine di cartelloni, ma chi fa caso ad una pubblicità specifica? si nota solo un MURO DI DEGRADO TOTALE INDEGNO PER LA CAPITALE d'ITALIA.

    M'auguro che la Magistratura faccia chiarezza.

    RispondiElimina
  2. A volte mi prende lo sconforto e mi accorgo che forse, dico forse, solo la natura ci darà una mano...ricoprendo e ingoiando tutto questo schifo... per un domani migliore, per un azzerramento totale ed una rinascita vergine... come nel film "Il pianeta delle scimmie"...
    Allora la facciamo 'sta guerra atomica contro i cartelloni???

    RispondiElimina
  3. Forza Tevere. Sbraga tutto.

    RispondiElimina
  4. Nè Tevere Nè assurdità atomiche...
    Fuori le palle!
    Comprate bombolette di vernice e scriveteci sopra.
    BASTA ABBAIARE E LAMENTARSI.
    E' ORA di assumersi le proprie responsabilità e MORDERE, considerando che chi dovrebbe difendere il decoro, la storia e la bellezza di Roma E' COMPLICE dei criminali che stanno distruggendo il paesaggio e secoli di bellezza.

    RispondiElimina