martedì 1 giugno 2010

Se l'esempio viene da Albano Laziale


È battaglia aperta contro la cartellonistica abusiva ad Albano. L’assessore al Bilancio Raffaele Esposito ha dato termine fino al 15 giugno prossimo per la loro rimozione a chi, illegalmente e deturpando il territorio, ha ricoperto la città di messaggi pubblicitari. «Fino ad oggi – afferma Esposito – non c’è stato alcun rispetto di Albano. Il Comune ha l’intenzione di riprendersi la gestione di questo servizio, andando a multare chi, senza alcuna autorizzazione, si è appropriato di spazi pubblici. Si rivedranno i progetti in essere e tutte le società che hanno operato correttamente non dovranno temere alcuna sanzione». «Il problema – continua – non è solo estetico ma anche di sicurezza. Alla rotatoria di Cecchina, per esempio, sono presenti cartelloni che non rispettano in alcun modo il codice della strada. Ho già segnalato il problema al Comandante dei Vigili, ma ci sono altre situazioni simili che vogliamo eliminare. Sono solo dei pericoli in più ed inutili per gli automobilisti». «Anche le paline delle fermate – conclude Esposito – torneranno ad essere gestite direttamente dall’amministrazione. Sono spazi del Comune che vengono utilizzati illegittimamente come punti pubblicitari. Non è più possibile tollerare uno scempio del genere. Vogliamo ridare pulizia e qualità ad Albano».
Comunicato Stampa del Comune di Albano del 24.V.2010

La mail per inviare i complimenti all'assessore è la seguente assessore.bilancio@comune.albanolaziale.rm.it. Detto questo,non so se vi è chiaro il concetto: da una parte c'è l'assessore che vuole "ridare pulizia e qualità", dall'altra c'è l'assessore del "c'è posto per tutti". Vergognamoci e continuiamo ad impegnarci affinché tutti notino queste differenze...

1 commento:

  1. CREDO SIA UNA COSA CARINA RECAPITARE QUESTO ARTICOLO ALL'ASSESSORE BORDONI

    RispondiElimina