giovedì 15 luglio 2010

E ora iniziano davanti ai semafori...



Salve,

allego alcune fotografie, scattate in data 8 Luglio 2010, relative ad un cartello pubblicitario "con indicazione di via" che ostruisce completamente il semaforo, non consentendo a chi proviene da Via del Forte Bravetta di vedere il segnale: una cosa assolutamente non consentita ma della quale, nonostante sollecito di rimozione, nulla si è fatto.

L'altra foto ritrae lo spartitraffico (largo appena 50/90 cm) di piazzetta del Bel Respiro: è devastato da molteplici cartelloni pubblicitari, quasi tutti posizionati in curva, distogliendo gli automobilisti da una corretta visuale di guida, posti in posizione pericolosa e assolutamente illegittima.
Asgard

11 commenti:

  1. Resistenza Attiva15 luglio 2010 16:52

    Piazzetta del bel Respiro e lo spartitraffico di via Leone XIII, da Via Anastasio II da una parte e Via Ottavio Gasparri e l'intersezione con Circ.ne Gianicolense dall'altra, sono state già teatro di battesimi (e anche cresime) da parte di encomiabili cittadini stufi e sensibili alla problematica di cui si parla. Al di là della soddisfazione personale (E DI CHI SCRIVE) che tutti i cittadini hanno provato nel vedere i bei cartelloni con su la scritta ABUSIVO, BASTA CARTELLONI, credo che ora bisogna fare il famoso "salto di qualità" spostando la discussione in due direzioni: sui tavoli del Campidoglio con l'assessore Bordoni da una parte e con manifestazioni di intolleranza con decine di cittadini armati di vernice e frullini dall'altra.. ALLA LUCE DEL GIORNO.
    Chi ha le palle può aver trovato il modo di dimostrarlo e passare al sacramento finale: l'estrema unzione dei cartelloni abusivi.

    RispondiElimina
  2. Perfettamente d'accordo con Resistenza Attiva.
    Ora di fare il salto di qualità, NON SI PUO' PIU' TOLLERARE OLTRE.
    INONDIAMO BORDONI E GLI UFFICI COMPETENTI DI FAX DI PROTESTA, OGNI SINGOLO GIORNO FINCHE' NON SI MUOVONO.
    Mc Daemon

    RispondiElimina
  3. Resistenza Attiva15 luglio 2010 17:19

    Dopo un paio di giorni dalla consegna delle firme per la Delibera di Iniziativa Popolare ci sarà un incontro con Bordoni. A quell'incontro andranno in pochi (ma buoni..), ma dovranno ricordarsi che rappresentano migliaia di persone, oltre alle decine di attivisti che hanno contribuito alla raccolta delle firme.
    L'imperativo deve essere uno solo, dall'alto delle migliaia di firme raccolte: TANTO PER COMINCIARE STOP AI NUOVI IMPIANTI (o ricollocazioni), fino alle nuove regole.
    Poi si inizierà a discutere.
    Questo è quello di cui si parla quando si raccolgono le firme, e che tutti vogliamo.

    RispondiElimina
  4. Io direi che ha questo punto ci sono gli estremi per una denuncia alla commissione europea in materia di sicurezza stradale. L'Europa ha categoricamente intimato a tutti gli stati mebri di adoperarsi per la sicurezza stradale, con obbligo di apportare modifiche agli impianti stradali.

    RispondiElimina
  5. Resistenza Attiva..ci voleva il tuo post così ispirato per sollevarmi dall'abbattimento dovuto alla calura..sto ancora sghignazzando!
    Io sono arruolato da tempo e senza tonaca, nè crocefisso sono pronto a impartire numerose estreme unzioni!
    Hanno cancellato la scritta "abusivo" a Piazza del Bel Respiro..bisogna andare a rifarle..ancora più grosse e più visibili.
    Chi si arruola nella Resistenza con noi?
    Fatevi sotto, anonimi! C'è una dura battaglia da combattere ma è anche divertente..ve l'assicuro!!

    RispondiElimina
  6. Vado fuori tema.
    Non è passato neanche un giorno dalla sent del consiglio di stato che ha salvato nuovamente il piano regolatore di veltroni ( la peggiore opera umana mai concepita....) che subito si parla di fiumicino 2 (cioè nuovi alberghi e centri commerciali + un paio di piste) e di una colata nel centro di Roma...... ! Che tristezza ! Pensate pure ai cartelloni...

    RispondiElimina
  7. Ma tu sono mesi che vai fuori tema.
    Io sono d'accordissimo con te sulla schifosa speculazione edilizia che come una morsa insaziabile vuole divorare i resti della meravigliosa campagna romana ma perchè, PERCHE' devi continuare a sminuire questa battaglia?
    Ma ce sei o ce fai?
    I nemici sono gli stessi: malavita organizzata, amministratori collusi, istituzioni conniventi,
    assenza di progettualità, indifferenza dei cittadini.
    Apri il tuo blog, organizza la battaglia e collaborerò anche con te.
    Ma smettila una volta per tutte..ma non lo vedi cosa cazzo stanno facendo?

    RispondiElimina
  8. E' peggio una veranda abusiva ogni km o 10 cartelloni abusivi ogni 10 metri?

    RispondiElimina
  9. la seconda che hai detto...
    a parte gli scherzi, queste merde finiranno in galera!

    RispondiElimina
  10. Chiedo al grandissimo Rodolfo Bosi di recarsi personalmente sulla Cristoforo Colombo altezza via di Grotta Perfetta a constatere i due pali di acciaio pronti ad oscurare l'ultimo spazio verde fruibile dalla strada e all' altezza di L.go Loria a vedere come è ormai trasfigurata la strada che connette l'aeroporto intercontinentale con il Centro di Roma : c'è da vergognarsi. I RESPONSABILI DI QUESTA TRAGICOMMEDIA DEVONO FINIRE IN GALERA!!

    RispondiElimina
  11. Asgard, le foto mandale anche a Repubblica e Corriere, un cartello abusivo che oscura un semaforo è uno scandalo europeo!

    Ma il sindaco Alemanno non si era riempito la bocca di slogan tipo "più sicurezza stradale". Coprire un semaforo è un reato grave, si rischiano incidenti mortali.

    E se dovesse succedere, mi auguro di no, poi Alemanno si scandalizza se lo chiamiamo ASSASSINO?
    O la sicurezza stradale era solo aumentare le tariffe dei taxi? Che vitaccia sti tassinari eh?

    RiccardoMA

    RispondiElimina