mercoledì 14 luglio 2010

Non importa come, l'essenziale è tapparli...




Ferve il dibattito. Cemento a presa rapida? Poliuretano espanso in comode 'porzioni' spray o semplicemente una grande quantità di sterco? Non importa come, ma vanno non diciamo fermati, ma comunque ostacolati. Il più possibile. Senza la chance di poter contare su una polizia municipale che risponde soltanto agli ordini di un comune colluso con la criminalità organizzata dei cartelloni, i gruppi di cittadini -che incoraggiamo ogni giorno di più- reagiscono da se. E lo fanno prendendo di mira le molte buche preparatorie propedeutiche alla nascita di nuovi mostri che stanno comparendo, incredibilmente dopo mesi e mesi dallo scoppio dello scandalo.
A San Lorenzo (come abbiamo documentato), di fronte al Palazzetto dello Sport (ma c'è ancora spazio? Non è ormai tutto recintato di cartelloni abusivi?), sulla Gianicolense.
E proprio sulla Circonvallazione che taglia il XVI Municipio si è svolta, ieri, in pieno giorno, l'azione di alcuni cittadini che con una buona dose di coraggio e dell'eccellente cemento a presa rapida hanno parzialmente occluso i buchi che probabilmente questa notte avrebbero dovuto ospitare il centomillesimo cartellone abusivo in città.
Guardatelo il lavoro di fino di una delle oltre 300 ditte autorizzate dal Comune a martoriare la città di Roma, patrimonio mondiale dell'Unesco. Guardate la raffinatezza e l'accuratezza delle finiture. Guardate i materiali (un pezzo de plastica, un tubbbo), guardate la qualità delle fondamenta.
Ormai il tram 8 s'è tramutato in una sorta di metropolitana, che corre invisibile all'esterno, tra filari di cartelloni ignobili.

Il XVI gruppo della Polizia Municipale, competente sul territorio in questione, è stato avvertito, ha confermato che non avrebbe fatto nulla. E i cittadini sono intervenuti come si vede (purtroppo poco chiaramente) dalle immagini.

Ci sono dei buchi da chiudere a San Lorenzo ed al Flaminio. Chi c'è, alzi la mano.

17 commenti:

  1. ....BUAHAHAHAHAHAHAHAHAAAAAAAAAA!!!!!!!! I TAPPABUCHI!

    RispondiElimina
  2. Alemanno camorrista!!!

    RispondiElimina
  3. la polizia non interviene, tocca a noi

    RispondiElimina
  4. resistere! resistere! resistere!

    grandi!!!!

    RispondiElimina
  5. Grandi un par di palle, unitevi a noi!

    RispondiElimina
  6. Non ho capito, bisogna andare in giro coi sacchi di cemento ?!? Almeno trovare un modo meno invasivo...

    RispondiElimina
  7. Portare il cane a fare i propri bisogni su questi buchi, e se magari ha la diarrea è meglio...

    RispondiElimina
  8. Non si vince così la guerra, ne piantano a decine ogni sera. Bisogna organizzare una manifestazione.

    RispondiElimina
  9. monteverde resiste14 luglio 2010 13:32

    Bene Anonimo delle 11.44
    comincia ad organizzare la manifestazione.
    Ci verremo tutti, stanne certo!
    La guerra è fatta di tante battaglie e tutte sono significative.
    A te sembra possibile che in questa città si possano aprire buchi,cementare il terreno a due passi dalla sede tramviaria senza uno straccio di autorizzazione e lasciando dei nastri penzolanti vicini ad uno scavo aperto?
    E ti sembra accettabile che un vigile urbano del 16° gruppo (lo stesso che fece sloggiare da Villa Pampghili chi raccoglieva le firme..)dichiari che "loro non interverranno e al massimo passeranno la segnalazione (a chi poi?..). Ma ti rendi conto a che punto siamo arrivati? Anche queste azioni di resistenza civile fanno capire ai criminali cartellonari e ai loro sponsor che ancora non hanno vinto..

    RispondiElimina
  10. le multe vengono pagate dalle Imprese di pubblicità che si rifanno poi sui loro clienti. Al proprietario del terreno dicono di far avere loro qualsiasi diffida o multa, che provvedono loro a tutto. Alle Imprese e alle ditte pubblicizzate conviene sempre, un grande cartellone visibile da un'importante arteria stradale rende così tanto in termini di raggiungimento del target che qualsiasi multa è pagata, dopo infiniti ricorsi di studi legali, senza problemi : il gioco vale sempre la candela. Entrare in un terreno privato per la rimozione del cartellone senza il consenso del proprietario del terreno, spesso difficile da rintracciare, è a rischio denuncia, per cui anche i tutori della legge, in assenza di un'ordinanza prefettizia, si limitano a verbalizzare...e intanto il tempo passa, il cartellone rimane visibile.. i potenziali clienti lo guardano....

    RispondiElimina
  11. Ecco perchè un sacco di cemento non conta niente...

    RispondiElimina
  12. la Gianicolense è terreno privato sì, ai cittadini!

    RispondiElimina
  13. Non credo che il terreno vicino alla ferrovia del tram 8 sia un terreno privato, che ne dici?
    Tutti i cartelloni della circonvallazione Gianicolense violano clamoroamente il codice della strada perchè sono posizionati a poche decine di centimetri dalla sede stradale.
    I cartellonari fanno i loro porci interessi, è SCONTATO, ma chi difende gli INTERESSI COLLETTIVI? o avete rimosso questo concetto dalla vostra visione del mondo?
    Quoto totalmente Monteverde..invece di venire qui a trovare sempre un capello fuori posto andate a comprare le bombolette e datevi da fare, anche per raccogliere le ultime firme!
    E' anche grazie ai benaltristi e agli azzeccagarbugli come voi che i cartellonari continuano a spadroneggiare

    RispondiElimina
  14. Concordo in pieno con Fitzcarraldo, siamo il paese dei qualunquisti e dei benaltristi.
    Ben venga il cemento a presa rapida, ma occhio, sacchetti da almeno 5 kg altrimenti è troppo poco per rendere inservibili buchi come quelli della foto (vorrei esserci quando arriveranno per l'installazione, sai le risate)

    RispondiElimina
  15. Prendersi una denuncia per aver difeso la propria città non ha prezzo. Per tutto il resto c'è Mastercard.

    RispondiElimina
  16. E' penoso pensare a che livello siamo arrivati.
    Grazie Alemanno...sei un grande s...indaco!

    RispondiElimina
  17. Denuncia per cosa? Il buco è anonimo, non c'è nessuno straccio di cartello di cantiere, mentre rovinare un cartellone potrebbe eventualmente configurare un danneggiamento non vedo quale possa essere il reato che si compie riempiendo un buco di cemento su un marciapiede già danneggiato, questo sì, da anonimi.

    RispondiElimina