giovedì 1 luglio 2010

Primo: far vergognare gli inserzionisti. Secondo: arrecare un danno d'immagine agli inserzionisti...






Terzo, mettere nei pasticci -quanto più possibile- la mafia dei cartelloni. Quarto, far vedere a tutti i cittadini (e in queste strade ne passano a decine di migliaia) quanto è grande il problema, far loro aprire gli occhi, fargli capire che vivono nell'unica città al mondo afflitta da questo cancro ignobile e indicibile.
Ebbene questi sono i propositi di queste sacrosante azioni che anonimi compiono di giorno e di notte, che anonimi fotografano ed inviano alla redazione di Cartellopoli.
Francamente una meraviglia per i nostri occhi. L'unica arma di cui dispongono oggi i cittadini civili. Arma che a quanto pare inizia a pigliare piede, inzia ad andare di moda. Da nord a sud, da est a ovest, dalle grandi strade di comunicazione alle vie scondarie ammorbate di cartelletti 1x1 (anche questi esistono solo a Roma, fateci caso, viaggiate, confrontate...).
Sta diventando una moda e noi non possiamo che esserne fieri. Perché? Perché questi cartelli, posizionati in maniera totalmente abusiva in spartitraffico che nulla potrebbero ospitare, vanno danneggiati il più possibile. E in presenza di un Comune inadempiente (magistraturaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa, ci seiiiiiiiiiiiiiii???), occorre intervenire di persona. E dunque Cartellopoli non può che incoraggiare questa azioni a suon di bombolette. Continuate e soprattutto continuate ad inviarci le immagini.
Queste, per dire, sono sulla Portuense e su Via Ramazzini...

11 commenti:

  1. La loro arroganza gli si ripercuoterà contro:

    Alla fine, ogni cartellone è una superficie dove scrivere ABUSIVO. E hanno lasciato in giro per la città 100.000 lavagne...

    RispondiElimina
  2. Organizziamo una manifestazione anche se siamo in 30 pensate quanti cartelloni possiamo imbrattare al nostro passaggio.

    RispondiElimina
  3. Forza con le bombolette..stiamo preparando quello che chiedete.
    I criminali sfidano la città con la loro arroganza, altre decine e decine di pali in viale Marconi la notte del 29 giugno.
    Preparatevi a salutare i nuovi cartelloni!

    RispondiElimina
  4. Vorrei essere invitato al battesimo... ho già il vestito della festa ed il regalo (coloratissimo), per i nuovi nati...:-)

    Fatemi sapere la data e non mancherò. mi prenderò persino un giorno di ferie (il giorno dopo, naturalmente)!!

    RispondiElimina
  5. Faccio un appello a tutti, TUTTI, coloro che leggono questo blog: siete cittadini civili, indignati, stanchi di chiacchiere e di prese in giro da parte dei politici.
    Nonostante le montagne di chiacchiere e promesse dell'assessore Bordoni i cartelloni come un'inarrestabile tumore continuano ad essere impiantati uno sull'altro, senza freni, senza limiti di numero, in contrasto con qualsiasi vantaggio economico per gli inserzionisti che dovrebbero cominciare DAVVERO a valutare la convenienza di una simile tipologia di pubblicità, sia in termini di rapporto tra costi certi da sostenere e aumento incerto dei ricavi, sia in termini di danno d'immagine.
    Per ora, oltre alla raccolta di firme in corso per sostenere la magnifica delibera di iniziativa popolare, la resistenza all'invasione criminale è affidata al vostro coraggio civico, alla vostra coscienza di cittadini.
    Dobbiamo scrivere la nostra protesta sui cartelloni, TUTTI!!
    Fatelo, non delegate! Vernice rossa per gli impianti gialli, vernice gialla o bianca per i mastodontici pali di sostegno grigi, vernice nera per gli sfondi bianchi o colorati..
    Un piacevole arcobaleno di civiltà!

    RispondiElimina
  6. A Viale Marconi è spuntato un cartellone con il fusto verde che prima non c'era. Nonostante le polemiche, gli sputtanamenti sui giornali, le denunce e le palle piene dei cittadini nuovi impianti continuano a spuntare ovunque. Consideratemi arruolato. Se questa è l'unica voce che il Comune capisce è arrivato il momento di mettersi a urlare forte.

    RispondiElimina
  7. Rispondo anche io alla chiamata alle armi!!

    Pare sia l'unico modod di far rispettare i propri diritti!!

    Ho le palle piene di questi MAFIOSI e di Alemanno che li appoggia!!!

    RispondiElimina
  8. Secondo me la scritta BASTA CARTELLONI è ancora più efficace di ABUSIVO.

    RispondiElimina
  9. anche la scritta SI ALBERI NO CARTELLONI è efficace perche' la gente in qualche modo è sensibilizzata a vedere strade alberate e capisce in questo modo che gli stanno portando via qualcosa di buono per favorire il racket delle affissioni.
    carlo

    RispondiElimina
  10. Anonimi vari
    anche se fa caldo, oltre che commentare, AGITE.
    Siamo sempre i soliti a FARE qualcosa..

    RispondiElimina