martedì 20 luglio 2010

Se finalmente si sveglia l'Udc. E ci rivela cosa sta combinando Bordoni nel prossimo bilancio

Il capogruppo Udc scopre l'acqua calda. Per carità, meglio tardi che mai, ma uscirsene in pieno luglio accorgendosi che il Comune è connivente e colluso con la camorra dei cartelloni e che nessuno ci sta guadagnando se non i camorristi stessi è azione un po' tardiva. Scoprire poi che avere meno cartelloni, ma di maggior pregio e valore, significa un vantaggio per tutti (ma non per le ditte abusive, che razzolano nell'anarchia e nel caos come maiali in una porcilaia) è un po' cadere dal pero. Comunque, meglio di niente...



"Altro che far cassa. Dalle affissioni pubblicitarie il comune ha ricavato solo rogne. Nel 2009, sugli 8 milioni accertati di imposta sulla pubblicità, sono stati incassati solo 366.000 euro: di fronte a un'evasione di oltre il 95% l'assessore Bordoni non può far altro che ammettere il suo fallimento. Non solo, mentre aveva assicurato che l'aumento degli impianti sarebbe servito per riempire le casse comunali, adesso scopriamo che il bilancio prevede ribassi fino all'80% per le concessionarie." A dichiararlo in una nota è il capogruppo Udc in Campidoglio Alessandro Onorato.

"Rispetto allo scorso anno, per esempio, per un cartellone di 4x3 metri si pagheranno 2.100 euro invece che 3.500, se pensiamo poi alle strutture 3x2 metri, diffusissime nella zona del Palalottomatica, le riduzioni sono ancora più eclatanti: il comune incasserà un canone che varia tra i 1.000 e i 2.700 euro." "Riguardo poi alle 'maxi-affissioni' si sfiora il ridicolo: un impianto di 100 metri quadri - prosegue Onorato - il comune si accontenta di intascare poco più di 3.000 euro l'anno, rispetto ai 5.000 del 2009." Il capogruppo Udc conclude la nota chiedendo "che vantaggio ha Roma a essere deturpata da miriadi di cartelloni pubblicitari se questi non sono nemmeno redditizi per le casse del Campidoglio? Ma il Sindaco Alemanno è al corrente di questa situazione disastrosa? Se i ribassi sono dovuti a un'esigenza di mercato, la soluzione più semplice e più costruttiva sarebbe diminuire il numero degli impianti, prendendo due piccioni con una fava: Roma ne guadagnerebbe in decoro, e gli spazi di affissione acquisterebbero maggior valore."

11 commenti:

  1. Un'altra svendita?

    Ma come, il Comune aumenta i prezzi delle iscrizioni all'asilo e diminuisce quelli per i cartelloni?

    Che destra sociale che abbiamo.

    RiccardoMA

    RispondiElimina
  2. Fossi col Sindaco io bordoni lo dimetterei subito almeno per pararmi il sedere perchè quel tizio ne sta combinando delle belle che a causa sua rischia di finire in galera tutta la giunta.
    Ha fatto il "riordino" bel riordino assessore Roma fa schifo, pure i panorami sui palazzi storici avete tappato coi cartelli e cartellini e l'abusivismo aumentanto tanto che pali semafori segnali stradali sono ricoperti di adesivi e cartelli fai da te. Per non parlare dei muri.!!! DIMISSIONI E RIMOZIONI ovviamente la magistratura continui a lavorare perche in questo Paese chi fa danni alla società deve iniziare a pagare.
    carlo

    RispondiElimina
  3. LA DESTRA SOCIALE DI ALEMANNO E' LA PIU' GRANDE BUFALA DEGLI ULTIMI ANNI DI PSEUDO POLITICA ITALIANA. E' PIU SOCIALE CLEMENTE MASTELLA !!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. MASTELLA SINDACO DI ROMA. PEGGIO DI ALEMANNO NON PUO' ESSERE!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Intanto sul marciapiede di Viale regina Elena - quasi alla fine verso piazzale del Verano, sulla destra scendendo - sono comparsi due grossi buchi, ovviamente destinati al prossimo cartellone abusivo, ad un paio di metri da un impianto gia' presente.
    Che si fa?

    RispondiElimina
  6. Cogliomanno cartellonaro, fuori dal Campidoglio, giù dalla rupe tarpea, infame traditore della città!!!
    Cogliomanno e Bordoni fuori dai coglioni, appesi in piazza a testa in giù!

    RispondiElimina
  7. Per favore mandate a casa questo moderno Attila lui e l'amico suo zingaro che mette i camion davanti ai monumenti.

    AVETE ROTTO ER CAZZO

    E mo, per par condicio, ve rompiamo qualcosa noi.

    RispondiElimina
  8. ALECAZZZO PREPARATI ALL'AUTUNNO CALDO.

    O LEVI I CARTELLONI O TE LEVAMO LA POLTRONA DA SOTTO AR CULO. TRA 3 ANNI TE TOCCHERA' ANNATTENE A NASCONDETE. STRONZO!

    RispondiElimina
  9. regà, va bè che ce se sfoga ma non esageriamo se no passiamo dalla parte del torto!

    RispondiElimina
  10. OMICIDIO IN VIA VENETO, BORDONI SAPEVA...

    RispondiElimina