sabato 24 luglio 2010

Se il sindaco risponde (anche quando farebbe bene a tacere)

Salve,
volevo denunciare la realizzazione di una decina di cartelloni abusivi realizzati su Ponte Marconi in entrambi i la ti, nonostante ci siano i posti fissi dei Vigili Urbani. Un cartellone pubblicitatio, come si vede dal la foto, addirittura realizzato all'interno del la pista ciclabile alle spalle del gabiotto dei Vigili Urbani, altri di fronte e dietro il posto fisso dei Vigili Urbani (vedi foto gabiotto), lo stesso risulta ad oggi circondato da cartelloni. E' incredibile perchè sul lato ingresso cinodromo oltre ad un venditore ambu la nte che ha occupato abusivamente tutto il marciapiede ce ne sono davvero tanti, ora mi domando come sia possibile che i Vigili Urbani "quotidianamente" presenti non si siano accorti del la situazione?
Cordiali saluti.

Mauro Cortellazzi

=========================

Gentile Mauro Cortellazzi,


la ringrazio per la sua lettera che testimonia la volontà di partecipare al la vita ed al rilancio del la Città.

In merito al tema che solleva posso dirle che nei mesi scorsi l’Assessore alle Attività Produttive Davide Bordoni e le imprese pubblicitarie autorizzate, hanno concordato iniziative sia per quanto riguarda il controllo e il riordino dei cartelloni sia per quanto riguarda gli spostamenti degli impianti da rimuovere in quanto segnalati dalla polizia municipale.
Inoltre le autorizzazioni degli impianti pubblicitari dati in gestione non saranno rinnovate in modo automatico in quanto le ditte dovranno comunque ripresentare i requisiti necessari.
Abbiamo adottato una linea di tolleranza zero nei confronti dell’abusivismo e del rispetto del codice della strada. Abbiamo instaurato un dialogo con le parti interessate ai fini di un monitoraggio continuo della situazione; in questo modo, rispetto al passato possiamo risolvere le criticità pregresse che da troppo tempo sono rimaste irrisolte. Continueremo le azioni di controllo e tutela sul territorio con particolare attenzione alla rimozione di impianti pubblicitari che violano il codice della strada, dedicando grande attenzione alla riqualificazione e al decoro del territorio. Colpiremo per prima cosa i pubblicizzati, i quali, se vorranno evitare la multa dovranno aiutarci a risalire alla proprietà dell’impianto.
In ogni caso giro la sua segnalazione all’Assessore Bordoni affinché verifichi la situazione da lei segnalata ed adotti, eventualmente, tutte le necessarie iniziative.
Certo che nei tempi più brevi saranno percepibili i miglioramenti anche in questa particolare materia, rinnovo con lei l’impegno ad operare proficuamente affinché si pongano in essere tutte le soluzioni necessarie ed utili per migliorare la vivibilità di Roma e la qualità della vita dei romani.
Un saluto

Gianni Alemanno

20 commenti:

  1. Notare la finezza grafica del sito
    http://www.alemanno.it/

    RispondiElimina
  2. quindi per alemanno il problema non esiste infatti i cartelloni sono tutti legali perchè col meccanismo inventato da bordoni ogni cartello è legale basta dire che lo si è messo e pagare na sommetta. Quindi non esistono abusivi ed ecco perchè ogni ora ne vengono installati di nuovi dove gli pare e piace. Parla di ditte autorizzata...ah si farmacie, vetrerie, pensionati, magari pure qualche neonato, sono 300 le ditte censite, c'è di tutto e di più. Il modo in cui il sindaco risponde girando alla larga dal problema è la conferma che c'e' collusione con il racket dei cartelloni. E' la prova provata. La magistratura interroghi il sindaco e si faccia spiegare come mai i cartelli sono dieci volte quanti ne erano prima della loro delibera truffa. Basta vedere google maps!!!

    RispondiElimina
  3. spostamento degli impianti da rimuovere...quindi ad esempio oggi piantano 1000 cartelli abusivi, domani li spostano e diventano regolari...Bravo Sindaco questa si che è na furbata, quindi se uno ammazza una persona basta che spostano l'assassino e ridiventa innocente!!!!!!! E il morto se la prende nel c....
    carlo

    RispondiElimina
  4. Prima dice "con Bordoni ci stiamo occupando del riordino del settore", poi dice "a breve vedrete i miglioramenti".
    Ma non ci sarà nessun miglioramento se continueranno a gestire questo settore come hanno fatto finora: e dalle parole di Alemanno è chiaro che non vuole cambiare di una virgola, nè vuole chiamare le ditte installatrici alla loro responsabilità (pagherà tutto il comune, cioè noi).

    La triste conclusione è che Alemanno è INADEGUATO come sindaco e va cambiato il più presto possibile.

    RiccardoMA

    RispondiElimina
  5. ALEMANNO ZINGARO DE ROMA.
    BERLUSCONI FELICE DI ESSERSELO TOLTO DALLE PALLE E ORA STA PURE SCADENDO NELLA CONSIDERAZIONE DELL'ELETTORATO PDL...CON UNA FAVA ANZI CARTELLONE DUE PICCIONI!!!
    ADDIO DESTRA SOCIALE CHIAMALA DESTRA ASOCIALE

    RispondiElimina
  6. gaffe di bordoni, era stato invitato alla presentazione del cartellone estivo del teatro dell'opera ma appena arrivato si è lamentato di non vedere nessun 4x3 e neanche uno della nuovi spazi !!! gli hanno poi spiegato che per "cartellone" intendevano il programma stagionale del teatro !!!! Se ne è andato deluso a cena con lidmila la padrona "si fa per dire" della NuoviSpaziDeturpati.

    Gennaro Lamorte & figli, PompeFunebri dal 1890

    RispondiElimina
  7. Resistenza Attiva25 luglio 2010 08:46

    Mauro Cortellazzi dormi tranquillo ... adesso ci pensa Gianni...
    Credo che bisogni dare al più presto una mano al nostro sindaco che non sa più che pesci prendere co 'sta storia dei cartelloni.. Distruggiamoli noi.. lo faremo gratis, con immenso piacere. E se vuole glieli ricollochiamo pure, sotto casa sua!!

    RispondiElimina
  8. A tonè va in vacanza e succhiate un pò de calippo !

    RispondiElimina
  9. A nome di VAS il sottoscritto ha scritto ben 9 volte al Sindaco che non si é mai degnato di rispondere personalmente, come ha fatto invece con il sig. Cortellazzi: si é limitato a trasmettere per conoscenza a VAS tre solleciti che il Dirigente del Gabinetto del Sindaco ha indirizzato al Dott. Paciello a voler verificare ed intervenire per quanto di sua competenza, relazionando lo stesso Gabinetto del Sindaco.
    La risposta personale del Sindaco lascia capire che nei mesi scorsi l'Assessore Bordoni avrebbe concordato con le ditte pubblicitarie autorizzate delle iniziative riguardanti non meglio precisati "spostamenti degli impianti da rimuovere in quanto segnalati dalla polizia municipale": si dovrebbe trattare del presunto diritto alle "ricollocazioni" che vengono concesse alle ditte che rimuovono i propri impianti entro 48 ore dalla diffida trasmessa dal Servizio Affissioni, di cui lo scorso 10 giugno ho denunciato i vizi di legittimità anche alla Procura della Repubblica.
    Di questo "accordo", così come della presunta tolleranza zero nei confrronti dei cartelloni abusivi, dovranno giustificare la piena legittimità dell'operato tanto l'Assessore Bordoni quanto il Dott. Paciello nell'incontro fissato per il prossimo giovedì 29 luglio, rispondendo così direttamente a voce a ciò che finora non hanno ritenuto di mettere per iscritto dando il seguito che é dovuto per legge alle segnalazioni inoltrate da VAS.

    RispondiElimina
  10. Anonimo delle 10:08 non atutti piace il calippo!

    Tienitelo!!

    RispondiElimina
  11. A cartellonà va sulla Rupe Tarpea e salta (potresti infilzatte su un cartellone der tu concorente però....)

    RispondiElimina
  12. Aaaaaaaaaaaaaaaaah quanto rido...il Sindaco della tolleranza zero. Ma dove?
    Roma è una fogna.
    Complimenti a chi lo ha votato!!!

    Questa sarebbe la destra?

    RispondiElimina
  13. Forse il primo sindaco-zingaro d'Italia, Alemanno, ha un pò di idee confuse sulla tolleranza zero. Ci vorrebbe qcuno che a furia di palate sulla schiena gli fa capire come le cose devono funzionare e come non bisogna prendere per il culo i cittadini-elettori. Detto ciò tornatene in Bosnia Erzgovina con la roulotte e la porchetta, e non ti fare più vedere !

    RispondiElimina
  14. Il Sindaco della tolleranza zero...ma se a tuo cognato gli hai fato avere la tessera dei Roma a gratise.

    RispondiElimina
  15. Sindaco Alemanno come faccio ad aprire anche io una ditta di cartelloni abusivi? oppure pensa che se investo 3/4 mila euro in mutande posso aprire una bancarella in Via del Governo Vecchio? Grazie per la sua competente consulenza in materia.

    Un cingalese ex venditore di ombrelli

    RispondiElimina
  16. La tessera dei Rom per il cognato di Alemanno dicevo.

    RispondiElimina
  17. Alemanno sindaco dell'etnia Roma.

    RispondiElimina
  18. La mia volontà caro il mio sindaco da strapazzo è quella di ficcarti una palina in culo.

    RispondiElimina