martedì 24 agosto 2010

C'era una volta il Palatino




Il 'cross' come si dice a New York, era troppo commercialmente appetibile. Via di San Gregorio, con il suo fiume di auto e pullman turistici. Via delle Terme di Caracalla, idem. Via dei Cerchi, con il costante fascio di automobili che prosegue verso il fiume, e Viale Aventino con il passaggio ininterrotto di chi va verso l'Aventino, l'Ostiense, l'Aeroporto.
Poco importa che ad un passo ci sia il Circo Massimo e ad uno sputo il Palatino, i cartelloni nascono anche qui. E l'ennesimo allucinante prima-e-dopo lo certifica. E' e sarà il simbolo della stagione 2010-2011 della gioiosa armata Bordoni: i cartelloni arriveranno anche in zona archeologica, l'obbiettivo è abituare i romani ed i turisti alla loro presenza. Per assuefazione. E allora non bisogna lasciare libero neppure un marciapiede, neppure un incrocio (ricordiamoci che agli incroci i cartelloni sono assolutamente vietati), neppure una piccola e tutelata porzione di città.
Insomma, oggi chi arriva dalle Terme di Caracalle invece di vedere il Palazzo di Domiziano ha la visuale impallata dal centomillesimo cartellino.

9 commenti:

  1. ________________/ |'' /|
    _______________/__l /_l
    _____________/____v__l
    ____________/________l
    ___________/_/________\
    ___________V_________\
    ___________/__________\
    __________/___________\
    _________/___________\
    _________/___________\
    ________/____________/
    _______/______l____l_l
    ______/_______\____\l
    _____/____---- __\____l
    ____/__/______\_\ ___i
    ____l__/_______)_\___l
    ___/___________/_\___\
    __/\__________/___\___\
    _l _____ _______)__\ ___)
    _\________\

    RispondiElimina
  2. Si vero agghiacciante. lo avevo notato anch'io e avrei mandato le foto.
    bravissimo chi ha scattato. mi ha preceduto di poco.
    ogni singolo incrocio, ogni singola intersezione di strade ha il suo bel cartellone in modo che chi passa con l'auto lo abbia ben in prospettiva di fronte.
    curiosità: avete presente il famosissimo chiosco delle grattachecche della Sora Maria all'inizio di via Trionfale? ebbene siccome il posto è frequentatissimo, e si creano file mostruose di persone, anche lì abbiamo il bel cartelloncino in modo che chi sta in fila possa vederlo, e anche i pali e i semafori dell'incrocio sono strapieni di manifestini, nonostante il tratto di strada sia assolutamente secondario e sarebbe inspiegabile tale massiccia presenza di pubblicità (abusiva) se non appunto per il fatto che il chiosco attira moltissime persone.

    RispondiElimina
  3. Sono stato a Napoli , confermo quanto detto nei post precedenti, anche se la città continua a fare schifo, hanno un sistema di cartellonistica migliore di Roma.

    RispondiElimina
  4. Questi sono una banda di mascalzoni senza scrupoli. Che aspetta ad intervenire la magistratura???

    RispondiElimina
  5. da Repubblica di oggi:
    a Viale Tor di Quinto in corso l'abbattimento di 120 CENTOVENTI platani secolari (dicono pericolosi e dicono che saranno in seguito piantati alberi giovani).
    Io credo che arriveranno almeno altri 120 cartelloni al posto dei platani!!!! La mafia delle affissioni ha bisogno di spazi da qui l'incredibile attivismo della giunta a tagliare alberi e chiome...Strano eh...?
    Gia in moltissimi casi al posto degli alberi sono piantati cartelli e cartelloni... E le associazioni ambientaliste che dicono? il codacons che dice? la Magistratura che fa? I Verdi o presunti tali dove stanno cacciati????
    L'Opposizione (finta?) a questa giunta di affaristi come si oppone?
    carlo

    RispondiElimina
  6. IL PORTO DELLE NEBBIE DI PIAZZALE CLODIO CHE FA??? TRA LE NEBBIA NON SCORGE PUZZA DI CAMORRA E MAFIA SU CERTI AFFARUCCI IN CORSO A ROMA NEL SETTORE AFFISSIONI E COMMERCIO AMBULANTE..????

    RispondiElimina
  7. Roma in mano alla camorra grazie a Davide Bordoni.

    RispondiElimina
  8. notare come sono collocati a ridosso degli incroci, se gli automobilisti agli incroci guardano i cartelli la sicurezza stradale dove va a finire?? Il Comune di Roma omette al suo dovere di tutelare regole e sicurezza dei cittadini.
    QUANDO SI SCRIVONO LE SEGNALAZIONI DENUNCE A BORDONI, INVIARLE SEMPRE ANCHE AL SINDACO E PER CONOSCENZA LE MANDEREI ANCHE A BOSI DI V.A.S. E AD UN PAIO DI GIORNALI ROMANI, UNO DI DESTRA E UNO DI SINISTRA. COSI CHE NON ABBIANO ALIBI NEL DIRE COME FA BORDONI "MA PERCHE' NON LO HANNO SPOSTATO IL CARTELLO???"

    RispondiElimina
  9. QUESTO E' DAVVERO SCANDALOSO!!

    Avevo segnalato questa immondizia in pieni Fori Imperiali tempo fa...

    Mc Daemon

    RispondiElimina