mercoledì 4 agosto 2010

Per capire il peso della Delibera di Iniziativa Popolare

Per capire quanto pesano le migliaia di firme raccolte contro i cartelloni dai promotori della Delibera di Iniziativa Popolare occorre fare un poco di pubblicità comparativa. Non se ne avranno a male i promotori di altre iniziative altrettanto lodevoli se diciamo che, nel Lazio (in tutto il Lazio, non solo a Roma), i firmatari per i referendum per evitare la privatizzazione dell'acqua sono stati... 6000.

Vi rendete conto allora quanto contano le 'nostre' firme quando quelle a favore dell'acqua sono state meno, assai meno, di quelle contro i cartelloni? Vi rendente conto quanto è sentito il problema? Quanto è permeato? Quanto abbiamo rotto le uova nel paniere alla cricca immonda istituzional-comunal-ndranghetista che si sta pappando la città a suon di delibere ignobili per poi dire "opppps, scusate, la cosa ci è sfuggita di mano, hanno montato 150mila cartelloni ma noi non lo volevamo mica"? Quanto abbiamo messo i bastoni tra le ruote al comitato d'affari che mai si aspettava che qualcuno, semplicemente, aprisse gli occhi ai cittadini? Ebbene ce l'abbiamo fatta. E ora avete l'obbligo morale, politico, istituzionale di tener conto della valanga di firme che vi abbiamo vomitato addosso. Altrimenti ogni firma si trasformerà in un fante di un immaginario esercito che vi dichiarerà una tale guerra che neppure ve la immaginate.
Lo ripetiamo da settimane: non si tratta di minacce da parte nostra (saremo stupidi a frne), si tratta di una costatazione dei fatti. I cartelloni quintuplicati in città non sono una nostra congettura, sono li fuori, più reali del re, a nasconderci la città, le sue aree verdi, il suo cielo, i suoi palazzi storici, i suoi monumenti, le sue aree protette. A sotterrare la sua dignità, che per voi vale pochi spicci, per noi tantissimo.

13 commenti:

  1. i cartelloni sono tutti, sempre, autorizzati, BORDONI ci prende per il culo, perché fa finta di dire le stesse nostre cose, peccato però che parte da un presupposto diverso, e cioé che i cartelloni non autorizzati devono essere rimossi, cioé nessuno. Il parco delle valli tra giugno e luglio è stato circondato da enne cartelloni, alla fine di agosto, a roma ce ne saranno il doppio rispetto all'inizio dell'estate.

    RispondiElimina
  2. Legione Monteverde04 agosto 2010 09:23

    Questa mattina transitavo per Via Leone XIII e due vigili con un notes, prendevano visione di un cartellone posto sullo spartitraffico della società Spazi Nuovi.
    Sarà la solita manfrina, dopo denuncie al comando?

    ALEMANNO E BORDONI SIETE COLLUSI CON LA MAFIA!!!

    RispondiElimina
  3. TANTO PER FAR CAPIRE IN CHE MANI SIAMO, E' PASSATO IN CAMPIDOGLIO L'EMENDAMENTO DI TREDICINE, il consigliere PDL figlio della nota famiglia di ambulanti..ecco quanto riporta Repubblica:

    Il meccanismo sembra funzionare. Finché, alle tre del mattino, non passa l'emendamento alla delibera 65/2010, messo a punto dal vice Tredicine, che eliminando l'obbligatorietà dei pareri della Sovrintendenza comunale, dell'Ufficio Città storica, del Dipartimento Mobilità e del Servizio Giardini, rende più facile ad ambulanti e locali ottenere la concessione di suolo pubblico. L'escamotage utilizzato è diabolico: basta aggiungere un "non" prima della parola "obbligatori" e ciò che era un atto dovuto (i pareri) si trasforma in una formalità inutile; per tavolini e bancarelle occupare vicoli e piazze diventa un gioco da ragazzi..

    AVETE CAPITO??? SI E' FATTO LA LEGGE AD PERSONAM... CARTELLONI E BANCARELLE VIA LIBERA PER TUTTI!!!!!!!!!!!!
    mandiamoli in galera...
    Carlo

    RispondiElimina
  4. TREDICINE SI è FATTO LA LEGGE AD PERSONAM!!!
    ha fatto approvare un regolamento che consente ai camion bar della sua famiglia (ha il monopolio a Roma) di occupare piazze e strade del centro storico senza l'autorizzazione della Sovrintendenza !!!!!!!!!!! Lo ha fatto mediante una firma falsa come documentato oggi da Repubblica!!!!! e Alemanno tace...ormai stanno dando l'assalto alla città..si stanno mangiando Roma!!!!
    CACCIAMO I CAMORRISTI DA ROMA SE NO SIAMO ROVINATI QUESTI CI RUBANO PURE LA CASA!!!!

    RispondiElimina
  5. Ma chi è 'sta gente che si permette di padroneggiare a ROMA? Nessuno che gli dica "a bello, mo stai a piscià fori dar vaso?"

    RispondiElimina
  6. Tredicine il mutandaro è degno compagno di Bordoni e Alemanno. Stanno saccheggiando la città perchè hanno capito che a Roma sono morti politicamente.

    INTERVENGA LA MAGISTRATURA ALEMANNO,BORDONI, TREDICINE SONO COLLUSI CON LE ASSOCIAZIONI CRIMINALI!!!

    RispondiElimina
  7. Avete capito, Alemanno, Bordoni? Non potete più fare finta di niente, la gente che voi speravate addormentata se n'è accorta. Avete invaso di cartelloni di ogni forma e dimensione la nostra città. Adesso togliete tutta sta roba e ridate a Roma un aspetto civile. Ah, visto che siete in cattivissima fede, non provateci nemmeno ad affibbiarci la nomea di ecologisti fricchettoni, siamo tutto il contrario. Noi riconosciamo la grande importanza della pubblicità esterna e proprio per questo non accettiamo che questa sia data in mano a ditte impresentabili che agiscono senza i requisiti minimi di know how del settore. Gente che utilizza lavoratori extracomunitari in nero per bucare i marciapiedi e piantare alla meno peggio delle squallide impalcature tutte diverse tra loro, tutte in violazione del Codice della Strada e di ogni altro regolamento possibile e immaginabile. Non è questa la pubblicità in un paese occidentale del 2010, questo è malaffare incompetente. La pubblicità per Roma deve essere uguale al resto d'Europa, gestita da pochi soggetti che hanno dimostrato qualità impiantistiche di primo livello, impianti eleganti che si adattano all'ambiente circostante. Questa è la pubblicità esterna, impianti sicuri, legali, eleganti, veri e propri elementi di arredo urbano. Roma lo merita, levate lo schifo e date la pubblicità a gente che la sa fare.

    RispondiElimina
  8. Alemanno delega agli attacchini il decoro dei giardini... si ma chi delega al decoro degli attacchini? cioè chi li lava questi so zozzi lerci da capo a piedi, come fanno a pulire i giardi se manco se lavano.

    ALEMANNO COME SINDACO FAI RIDE!!!

    RispondiElimina
  9. Brava Les io non sono un fricchettone sono di una destra che non esiste, una destra sociale...ALEMANNO MI FAI SCHIFO !!!

    RispondiElimina
  10. Concludete sempre con un bell'insulto così il TG5 forse capisce che non siamo con Alemanno.


    ALEMANNO SINDACO DEI ROM!!!

    RispondiElimina
  11. COSA ASPETTA LA MAGISTRATURA A CARCERARE GIORDANO TREDICINE?

    http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/08/04/news/consiglio_comunale-6054982/

    RispondiElimina
  12. (in tutto il Lazio, non solo a Roma), i firmatari per i referendum per evitare la privatizzazione dell'acqua sono stati... 6000"

    Non credo assolutamente a questo dato !!!!!!
    Potresti mettere qualche fonte ?

    RispondiElimina