martedì 14 settembre 2010

Il disastro in cui hanno ridotto Viale Ramazzini. E l'esposto di Cortellazzi



Con la presente il sottoscritto Mauro Cortellazzi intende elevare formale esposto,presso le autorità competenti, per segnalare lo stato di completo abbandono in cui versa la Via B. Ramazzini in Roma Municipio XVI.

Premesso che Via B. Ramazzini, per tutta la sua lunghezza, è in condizioni stradali pessime, nonostante i precedenti esposti non si è provveduto alla sistemazione del manto stradale, questo con grave pericolo per l'incolumità di tutti gli utenti della strada.

Premesso che i marciapiedi e gli attraversamenti pedonali sono in condizioni pessime, contro tutte le normative in tema di sicurezza e in materia di abbattimento delle barriere architettoniche per la tutela dei disabili (esistono vari presidi ospedalieri in zona);

Premesso che le aiuole ivi esistenti sono state completamente distrutte e rese inservibili dal continuo e reiterato parcheggio da parte di autovetture private, addirittura usate come parcheggio-abitazione da diversi Camper;
Che al contrario, invece di provvedere alla sistemazione e messa in sicurezza della sudetta via, si concedono autorizzazioni e si permettono continue installazioni di impianti pubblicitari;

Premesso che negli spartitraffico inferiori ai mt 4 di larghezza ( e comunque a non meno di mt. 1,80 dalla carreggiata, CdS e regolamento comunale), non possono essere installati impianti pubblicitari.

Si richiede l'immediato intervento del presidente del Municipio XVI e delle autorità preposte al controllo, di conoscere i tempi e le modalità per la messa in sicurezza della strada Via B. Ramazzini e della rimozione dei manufatti illegalmente persistenti nei luoghi sopradescritti.


Roma, 13/9/2010
Mauro Cortellazzi
Patente Guida n° RM 6837503B

4 commenti:

  1. E pensare che un tempo quelle strade erano un vanto per il quartiere Monteverde Nuovo. Ancora Grazie al Comune di Roma ed al Municipio XVI.

    RispondiElimina
  2. Ottimo post: monteverde è oramai il monte dei cartelloni. Un degrado infinito, devastante. Bravo Mauro Cortellazzi. Quest'amministrazione, pagata con i NOSTRI soldi, sta deturpando Roma in un modo indecente, ignobile. Fortissimi i sospetti di connivenze con il malaffare.

    M'auguro che la Magistratura faccia chiarezza.

    RispondiElimina
  3. ARRUOLATEVI!
    i PORCI BANDITI della mafia cartellonara devono essere contrastati anche sul campo!
    C'è chi sta tappando i buchi dei nuovi cartelloni, chi li danneggia, chi appende cartoncini con scritte di protesta, chi li ricopre di scritte di protesta con le bombolette! FATELO ANCHE VOI..TUTTI!!!!!!
    Ci hanno costretto a questo per difendere la nostra città!

    RispondiElimina