lunedì 20 settembre 2010

Il Verano. Uno scandalo nazionale





Altre parole non e spendiamo. Inutile dire che ai responsabili di questo scempio, di questo abusivismo incontrastato (è vietato installare cartelloni accanto alle mura cimiteriali) auguriamo -e succederà, eccome se succederà- di finirci dentro, al Verano, e ben rinchiusi in una scatola di metallo. Dopo tante, tantissime sofferenze.

Foto di Ippolita Paolucci

10 commenti:

  1. A Roma è morta la legalità, in mano ai barbari incivili.

    Roma Capitale del degrado !!!

    RispondiElimina
  2. Nessun rispetto per chiese,monumenti. Cartellonaro,bancarellaro,writers...dovete crepà tra colle acide,vernici,smog.

    BORDONI HO SENTITO MIO NONNO CHE STA LI' AL VERANO TI MANDA UN MESSAGGIO... "A FIO DE NA MIGNOTTA"

    RispondiElimina
  3. CHE VERGOGNA, PURE I MORTI A FARE SFONDO AI CARTELLONI, E I MARCIAPIEDI APPENA RIFATTI TRIVELLATI E IL PASSAGGIO PER I PEDONI DIVENTATO UNA FORCA CAUDINA.
    MANDIAMO SUBITO IN TANTI QUESTA FOTO AL SINDACO ALEMANNO.
    CARLO

    RispondiElimina
  4. Scandalo mondiale altro che nazionale...

    RispondiElimina
  5. Anche mio Nonno che riposa lì vi maledice...e magari bastassero le sue maledizioni.

    RispondiElimina
  6. Alemanno sindaco pagliaccio!! Roma ti schifa come Sindaco e come uomo.
    Er fascista er picchiatore, l'uomo d'ordine, con lui Roma cambia...ah buffonee!!

    RispondiElimina
  7. Uno scandalo dietro l'altro, basta !
    Sono passato a Via Veneto, è ridotta come Cola di Rienzo: cartelloni, cartellini, insegne, è un casino: toccherebbe fare un raid di protesta, con tanto di giornalisti.

    Mafie e corruzioni, dietro i cartelloni.

    RispondiElimina
  8. Non si salvano neanche più i cimiteri, con pubblicità di mozzarelle, madame olive, scuole per ripetenti campane, donnine seminude etc..

    Quando finalmente qualcuno metterà ordine in questo settore dato in pasto a consorterie di dubbia legalità, con l'appoggio di gente nell'amministrazione? Queste foto sono da mandare ai principali media on-line d'europa, USA e Giappone. Vedi il turismo, poi. VERGOGNA!

    M'auguro che la Magistratura faccia chiarezza.

    RispondiElimina
  9. Resistenza Attiva20 settembre 2010 14:39

    Propongo di usare lo "SCHEMA BOSI" per le denunce. Dividiamoci la città in zone, si va a fare le foto, si fotografano i numeri delle targhette e...SI AGISCE!!
    Commento indirizzato ai residenti della zona e a chi ha presentato il post.
    Non abbiamo bisogno di chi si indigna dalla poltrona.
    NON CI SONO PIU' SCUSE!!

    RispondiElimina
  10. ACCOLGO MOLTO VOLENTIREI LA PROPOSTA DI RESISTENZA ATTIVA.
    CONTRO-PROPONGO AL BLOG CARTELLOPOLI DI METTER SU UNA SPECIE DI DATABASE GIS (UNA MAPPA FATTA CON GOOGLE-MAPS) DI TUTTI I CARTELLI VIA VIA SEGNALATI COME ABUSIVI, STRADA PER STRADA, PUNTO DOPO PUNTO.

    RispondiElimina