lunedì 6 settembre 2010

Prima e dopo apostolico




Via Po angolo via Salaria, montato di notte in agosto. Pecetta di plastica. Prima non c'era nessun tipo di cartellone grande o piccolo, vecchio o nuovo(testimonianza dell'edicolante a 20 metri). Il muro è della Nunziatura Apostolica presso lo stato italiano.
Alessandro Ricci


*Manco serviva la testimonianza dell'edicolante. Bastava Street View, come dimostriamo nella foto del "prima"...
-Cartellopoli

8 commenti:

  1. Continuiamo tutti a portare il nostro contributo con foto e denunce ma qui il problema è molto grande se non interviene la Magistratura contro le associazioni di stampo camorristico nulla cambierà.

    Il Sindaco Alemanno è colluso con la camorra!!!

    RispondiElimina
  2. Ragazzi bisogna denunciare in continuazione:

    http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?
    id=117360&sez=HOME_ROMA

    http://www.abitarearoma.net/index.php?doc=articolo&id_articolo=18991

    RispondiElimina
  3. davvero complimenti per l'efficiente blog!E' ora di finirla con questo schifo da far vergognare!

    RispondiElimina
  4. in merito agli annunci di alemanno e bordoni faccio notare altre cose:
    1. l'annuncio è lo stesso fatto da bordoni a luglio, in cui dichiarava che le rimozioni sarebbero cominciate ad agosto; visto che, evidentemente, questo non si è verificato, devo dedurre che l'annuncio di luglio era un avvertimento alle ditte: guardate per salvare la faccia rimuoveremo 1000 impianti, cercate di ipiantarne altrettanti in modo che alla fine nessuno ci ha rimesso;
    2. l'azione annunciata di rimozione di 1000 impianti abusivi è, secondo me, un atto puramente formale, nel senso che di fronte a possibili future contestazioni da parte di organi competenti (ministeri, magistratura, etc.) BORDONI potrà sempre dire che lui gli impianti, nei fatti, li rimuove.
    e vissreo tutti felici e contenti.

    RispondiElimina
  5. Per questo bisogna continuare a denunciare con esposti alle autorità ed alla stampa.
    Io credo che questo blog sia molto importante ma, se non è seguito da azioni continue si fa il gioco loro.

    PER IL GIORNALISTA DISTRATTO: LA GIUNTA COMUNALE DI ROMA HA INFILTRAZIONI CAMORRISTICHE!!

    RispondiElimina
  6. ME SO ROTTO DE LEGGE TUTTI STI COMMENTI E POI QUANDO ANNAMO A SCRIVE SUI CARTELLONI SEMO SEMPRE GLI STESSI!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Quello sopra è condito da nome e cognome ...te chi sei?

    RispondiElimina
  8. Alemanno fa come il suo protettore Silvio, se la fa con la potente lobby camorra mafia. Sa che cosi si raggiunge e tiene il potere in Italia. La Lega lascia fare basta che si lasci loro il governo di alcune regioni del Nord e i posti nei consigli di amministrazione di alcune banche.
    GLI ITALIANI ONESTI DEVONO SAPERE CHE ALEMANNO NON MERITA DI ESSERE IL LEADER DI QUESTA NAZIONE. A ROMA HA FATTO UN DISASTRO IN DUE ANNI.

    RispondiElimina