mercoledì 27 ottobre 2010

10, 100, 1000 Cortellazzi: altro che Piano Regolatore, omissioni d'atti d'ufficio come piovessero

Con la presente il sottoscritto Mauro Cortellazzi intende nuovamente denunciare, agli organi competenti, l'installazione di diversi impianti pubblicitari abusivi realizzati negli spartitraffico, nei marciapiedi, per tutta la lunghezza delle strade di seguito indicate nel Municipio XVI di Roma.

Via Leone XIII
Viale dei Colli Portuensi
Piazzale Morelli
Via B. Ramazzini
Via Virginia Agnelli
Via Isacco Newton
C.ne Giannicolense
Piazza San Giovanni di Dio

Premesso che il sottoscritto aveva reiterato gli esposti presso le autorità competenti, che le stesse avevano risposto che dopo vari soprolluoghi si accertava che detti impianti pubblicitari erano stati installati contrariamente a quanto prescritto dal Codice della strada, con invio di informativa presso gli uffici competenti del Comune di Roma.

Si richiede alle autorità competenti di verificare lo stato dei luoghi, elevando eventualmente sanzioni amministrative, agli uffici comunali preposti al controllo di provvedere alla rimozione dei suddetti impianti pubblicitari, ripristinando lo stato dei luoghi a norma di legge, anche in base art. 328 c.p. .

Art. 328.
Rifiuto di atti d'ufficio. Omissione.

Il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio, che indebitamente rifiuta un atto del suo ufficio che, per ragioni di giustizia o di sicurezza pubblica, o di ordine pubblico o di igiene e sanità, deve essere compiuto senza ritardo, è punito con la reclusione da sei mesi a due anni.

Mauro Cortellazzi


INVIATO A
pres16@comune.roma.it,
segnalazioniaffissioni@comune.roma.it,
fabrizio.ghera@comune.roma.it,
polmunicipalecallcenter16@comune.roma.it,
sindaco@comune.roma.it,
difensorecivico@comune.roma.it,
procura.roma@giustizia.it,
pua.municipioXVI@aslromad.it,
segreteria.matteoli@mit.gov.it,
bruno.corda@aslromaa.it,
roberto.baldetti@comune.roma.it,
davide.bordoni@comune.roma.t,
gianluigi.policella@comune.roma.it

14 commenti:

  1. Oltre Bosi, un altro eroe !

    Nonostante le proteste e le denunce, qui la situazione si muove poco e male.
    Fantomatici piani regolatori, iper complicati e con 10.000 deroghe e interpretazioni.
    Il risultato ? La mala continua a mangiare e con lei tutta l'amministraziione corrotta e collusa.

    Com'è che l'efficienza dimostrata per esempio nel far pagare il posteggio sulle strisce blu, e se non paghi dopo 2 min hai la multa, non viene applicata sui cartelloni ? Qcuno ha INTERESSI IN MERITO ?

    MAFIE E CORRUZIONI DIETRO I CARTELLONI.

    RispondiElimina
  2. DIETRO LE DITTE DEI CARTELLONI PUBBLICITARI SI NASCONDONO ORGANIZZAZIONI CRIMINALI CHE EVADONO MILIONI DI EURO DI TASSE E CONTRIBUTI NON VERSATI ALL'ERARIO.

    INTERVENGA LA MAGISTRATURA E LA GUARDIA DI FINANZA

    RispondiElimina
  3. Per la targa di ottone dell'ufficio 15x15 autorizzata dal condominio con proggetto presentato in circoscrizione dall'architetto MI HANNO MANDATO LA DIFFIDA I VIGILI URBANI PER TOGLIERLA!!

    CAMORRISTI E I CARTELLONI PUBBLICITARI?

    RispondiElimina
  4. Qualcuno dovrà pagare, quando scatteranno le denunce vedrete come correranno a rimuovere i cartelloni...

    Secondo me rinunceranno anche al terzo caffè di metà mattinata per lavorare.

    RispondiElimina
  5. Purtroppo il siluramento del difensore civico ha funzionato a dovere... nel bene o nel male, fino a tre anni fa forse sarebbe bastato segnalarlo a lui... e non ci sarebbe bisogno di un iter giudiziario che - nel tempo che si compie - continua a far fruttare molti soldi a corruttori e corrotti...

    RispondiElimina
  6. D'altronde TREDICINE e DIFENSORE CIVICO non possono stare nella stessa maggioranza.

    RispondiElimina
  7. Egregio Cortellazzi
    grazie per la sua denuncia.
    Bisogna prepararne un'altra, sempre per reiterate omissioni di atti d'ufficio relative alle mancate rimozioni in percentuale sulle autorizzazioni da applicare, come previsto dalla famigerata delibera 37/2009, a tutte quelle ditte che abbiano commesso abusi verbalizzati e multati dai Vigili (VAV..verbale avvenuta violazione).
    Come ho più volte segnalato qui, anche ieri, alla "Nuovi Spazi s.r.l" applicando il regolamento dovrebbero esssere REVOCATE TUTTE le autorizzazioni e quindi dovrebbe essere cancellata e tutti i suoi cartelloni rimossi...
    Che facciamo Dott. Paciello? Tanto lo sappiamo che ci legge..

    RispondiElimina
  8. LEVATE STI CAZZO DE CARTELLONI! A ZOZZI!

    RispondiElimina
  9. GRANDIOSO CORTELLAZZI!

    APPLAUSI SCROSCIANTI!!!!!

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  10. CI DOVREBBERO ESSERE DELLE REGOLE DA RISPETTARE.
    ESEMPIO : CI SONO DITTE CHE STANNO ASPETTANDO CONCESSIONI IN QUANTO IL COMUNE DI ROMA NELL'96 HA INTRODOTTO IL COSIDETTO RIORDINO, FACENDO PAGARE E FACENDO SPENDERE ALTRI SOLDI ALLE VARIE DITTE MENTRE POTEVA TRANQUILLAMENTE DISDIRE SENZA SPECULARE. MENTRE NEL 2007 HA APERTO LA COSIDETTA BANCA DATI DANDO A TUTTI QUELLI CHE VOLEVANO METTERE CARTELLONI CONCESSIONI A TUTTO SPIANO CONSIDERANDO CHE SONO SOCIETA' CHE SONO NATE NEL 2007 E CHE NON HANNO MAI EFFETTUATO NE' DOMANDA NE' RIORDINO NE' MAI PAGATO TASSE IN QUANTO ABBUSIVE TOTALMENTE , DETTO QUESTO IL MERCATO SICURAMENTE E' CAMBIATO VISTO CHE SE' UNO SI INFORMA C'è IN GIRO CHI REGALA CARTELLI, QUESTI SIGNORI FACENDO COSI ROVINANO LE ALTRE SOCIETA' MA SOPRATUTTO TOGLIENDO INTERAMENTE TUTTI I CARTELLI SU ROMA LE DITTE CHE ESISTONO DA OLTRE 20 ANNI DOVREBBERO CHIUDERE E MANDARE A SPASSO TUTTI I LORO DIPENDENTI, PENSIAMO CHE SIA GIUSTO ??? IO NON CREDO IN QUANTO NESSUNO HA PENSATO CHE LA COLPA DI TUTTI QUESTI 4X3 INSALLATI IN PUNTI DOVE NON SI POTEVA IN PRECEDENZA ISTALLARE NULLA SIA PROPRIO COLPA E SOLAMENTE COLPA DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE CHE DA IL VIA LIBERA ALLE SOCIETA' VEDI ODP CHE HA MONTATO IMPIANTI ANCHE SULLA TANGENZIA E SONO RICOMPARSI IMPIANTI SULLO SPARTITRAFFICO DEL FORO ITALICO I QUALI INLEGALI DAL LONTANISSIMO 96, SECONDO ME LUI DOVREBBE REVOCARE LE CONCESSIONI DATE ALLE DITTE LE QUALI SONO SENZA BASE DI DOMANDA E RIORDINO PERCHE' NON E' GIUSTO NEI CONFRONTI DI DITTE CHE HANNO SPESO SOLDI (INCASSATI E PAPPATI DAI VARI ADDETTI COMUNALI) PER INOLTRARE NEGLI ANNI 80/90 LE DOMANDE , PULTROPPO PENSATE CHE SIA REGOLARE DARE CONCESSIONI A GENTE CHE IL GIORNO PRIMA FACEVA IL MACELLAIO E IL GIORNO DOPO VENDE CARTELLI??? SECONDO ME NO!! VEDETE DDN CHE HA MONTATO CARTELLI TRA UN PO' ANCHE A PIAZZA SAN PIETRO , LE REGOLE SONO QUELLE CHE MANCANO PER CHI STA' MONTANTO TUTTO QUESTO , SULLA TANGENZIALE I 4X3 CHE CI STANNO A FARE??? SE' SECONDO LE VARIE DELIBERE DEGLI ANNI PASSATI SONO NON A NORMA E PERICOLOSI A CHE SERVE TOGLIERE UN IMPIANTO CHE TRA UN PO' NON SI VEDE MA LASCIARE MOSTRI GIGANTESCHI CON PALI ALTRETTANTO GIGANTESCHI ??? IL PUNTO E CHE NON SI PUO' TOGLIERE A CHI A LAVORATO DA ANNI SUL SETTORE E ROVINARE MIGLIAIA DI FAMIGLIE MA SIDEVE TOGLIERE CHI NON HA BASI PER STARE SUL TERRITORIO. CONSIDERIAMO CHE IL COMUNE DI ROMA SOPRATUTTO IL SETTORE AFFISSIONI INCASSA SOLDI E TANTI E IL GIOCO CHE E' STATO FATTO VERSO LE SOCIETA' CHE HANNO ISTALLATO E STATO MOLTO VISCIDO IN QUANTO IL COMUNE CHIEDE PAGAMENTI DAL 2007 AD OGGI E POI??? I SOLDI DICONO CHE NON BASTANO MAI !!! BISOGNEREBBE CHIEDERE AL SIG. DIRETTORE PERCHE' HA AUTORIZZATO LE SOCIETA' CHE SONO ABUSIVE E CHE NON HANNO MAI SPESO SOLDI PER LE VARIE PRATICHE E POI PERCHE' LORO POLITICI IMBRATTANO ROMA CON TUTTI QUEI MANIFESTI ABUSIVI CHE SONO SOTTO I PONTI E IN OGNI PARTE ??? QUESTE SONO TUTTE SITUAZIONI CHE BISOGNEREBBE VERIFICARE E CERCARE DI OTTENERE RISPOSTE

    RispondiElimina
  11. Questi sono camorristi delle regole se ne sbattono, bisogna continuare a sputtanarli.

    RispondiElimina
  12. Qui ci vuole una battaglia per la legalità nella politica: gli amministratori sono collusi.

    MAFIE E CORRUZIONI DIETRO I CARTELLONI

    RispondiElimina
  13. D'accordo con l'anonimo delle 10.12
    Le ditte serie dovrebbero uscire fuori e raccontare pubblicamente la loro verità.
    Non siamo così insensibili..
    Ma chi vieta alle ditte serie di consorziarsi e creare società che vogliano prosperare nella legalità senza stuprare la città?
    Bisogna colpire giudiziariamente i cartellonari senza scrupoli..ma forse tutti, e sottolineo tutti, dovrebbero fare un grosso mea-culpa per dare poi un contributo alla rifondazione totale del settore

    RispondiElimina
  14. Le ditte serie lo farebbero pure anche perchè con tutto questo monta monta e un guaio calcolando che prima un cartello 4x3 regolare messo in posizioni corrette e senza dar fastidio a nessuno incassava circa 250 €. (devi detrarre i costi affissionisti e costi di imposte e costi gestione) MENTRE ORA LI SVENDONO A 50/60 €. CAPITE BENE SE I REGOLARI DA SEMPRE E LE PERSONE PER BENE CHE HANNO LAVORATO UNA VITA PER CREARE UNA SOCIETA' RISPETTABILE SI TROVANO IN QUESTO CAOS NON LO HANNO VOLUTO LORO, SE' USCISSERO E RECLAMASSERO COSA GIA' ACCADUTA E ANCORA ACCADE SI RITROVANO CHE IL COMUNE DI ROMA SE' LA PRENDE CON LORO E LASCIA PERDERE QUELLI CHE HANNO SCOMBINATO E INCASINATO LA NOSTRA CITTA'. OLTRE TUTTO SI DOVREBBE VERIFICARE MOLTE COSE E NON SOLO SUI CARTELLONI PUBBLICITARI I QUALI SONO UN BENE PER IL COMUNE IN QUANTO QUELLI CHE PAGANO LE TASSE PAGANO GLI STIPENDI A CHI LAVORA DENTRO IL COMUNE E A TUTTI I POLITICI COMUNALI. OLTRE CHE TOGLIERE I CARTELLI DELLE DITTE CHE NON HANNO DOMANDE E CHE NON HANNO RIORDINO DOVREBBERE 1 FARE PULIZZIA PER LE STRADE 2 MULTARE TUTTI ITALIANI E STRANIERI CHE BUTTANO LE CARTACCE E LA MUNDEZZA PER STRADA 3 SISTEMARE IL CASINO CHE HANNO FATTO SU TUTTI I FRONTI E TUTTI I TAGLI SU TUTTO , PERCHE' TUTTI QUANTI CI LAMENTIAMO MA IN REALTA' PRENDERSELA CON UNA SOCIETA' TIPO LA SCI CHE E' IN PIEDI DA OLTRE 40 ANNI NON E' CORRETTO FORSE E' PIU' CORRETTO PRENDERSELA CON UNA DDN CHE E' NATA SI E NO DA 5 ANNI O CON UNA ODP CHE METTE CON LA SCUSA DI FARE PUBBLICITA' A SPETTACOLI CARTELLI ANCHE SOTTO LA FINESTRA DEL PAPA QUESTO TOCCHEREBBE CONTESTARE COME MAI NON SI FA' LUCE CHI E' IL PROPRIETARIO DELLA DDN PER POTERSI PERMETTERE DI ANDARE IN CENTRO E MONTARE I CARTELLI COME VUOLE E CHI E' IL PROPRIETARIO DELLA ODP??? QUESTI SONO SOGGETTI CHE SONO LEGATI A MANIPOLAZIONI POLITICHE NO GENTE CHE E' ARRIVATA DOVE' PER IL SUO LAVORO GIORNO E NOTE QUESTO BISOGNA CONSIDERARLO. ANCHE PERCHE' COSI FACENDO CI RITROVIAMO CHE OLTRE LA CRISI C'E' ANCHE CHI FA' CHIUDERE AZIENDE E POI COSI AUMENTANO I SENZA LAVORO, PER ME BASTAVONO I CARTELLI CHE C'ERANO PRIMA DI TUTTI QUESTO CASINO BISOGNAVA SISTEMARLI CHIEDERE ALLE DITTE VARIE GLI SPOSTAMENTI O DI RIDIMENSIONARE UN CARTELLO NO DI AGGEVOLARE "I MALAVITOSI" PENSO CHE SE' IL COMUNE SCENDE IN ACCORDO QUALCOSA DI CONCRETO SI VEDRA' MA DEVONO ESSERE TOLTI I CARTELLI CHE NON HANNO UNA BASE CHE SONO SPUNTATI DAL NULLA .

    RispondiElimina