lunedì 18 ottobre 2010

Bosi segnala: se installano pure le società annullate dal comune stesso...


Alle ore 8,10 del 21 settembre 2010 questa associazione ha segnalato un impianto pubblicitario di mt. 4 x 3 installato in via Cesare Baronio dalla ditta “MEDIA 2000 SRL” che in base alla Banca Dati dovrebbe essere una “SOCIETÀ ANNULLATA CON DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE NUM. 1338 DEL 03/05/2010”: oltre che per il suddetto provvedimento, é stata chiesta l'immediata rimozione dell'impianto per violazione del 5° comma dell’art. 4 del vigente Regolamento delle Affissioni così come approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 37/2009, ai sensi del quale le deroghe dalle distanze minime per il posizionamento dei cartelli consentono - nelle strade urbane di quartiere e solo per cartelli di dimensione non superiore a mt. 1,80 x 1,20 - la installazione ad almeno 25 metri dalle intersezioni e ad almeno 15 metri dagli attraversamenti pedonali.

In data 5 ottobre 2010 a questa associazione é pervenuta una nuova segnalazione in base alla quale a pochissimi metri dall'impianto di mt. 4 x 3 già segnalato sono presenti anche altri 2 cartelloni di dimensioni più ridotte, come evidenzia la foto allegata: entrambi si trovano in prossimità dell'incrocio fra via Latina e via Cesare Baronio.
Il cartellone verde con l'indicazione Farmacia, che secondo la segnalazione sarebbe il residuo di vecchi impianti che dovevano contenere informazioni utili al cittadino e che invece ora hanno pubblicità su entrambi i lati, ha una targhetta con il numero 223 ed il codice identificativo 0051/AN017/P che in base alla Banca Dati del Servizio Affisisoni corrisponde alla "CBS OUTDOOR S.r.l.".
L'altro impianto ha in alto l'indicazione "SPQR Servizio Affissioni e Pubblicità" ed una targhetta con il numero di codice identificativo 0025/AD324/P che in base alla Banca Dati del Servizio Affisisoni corrisponde alla "Pubbli A".

Anche i suddetti 2 impianti risultano in violazione del 5° comma dell’art. 4 del vigente Regolamento delle Affissioni sopra richiamato ed unitamente all'impianto di mt. 4 x 3 non sembrano rispettare l'indice di affollamento così come prescritto fino all'entrata in vigore del Piano Regolatore delle Affissioni dal 3° comma dell'art. 34 del vigente Regolamento.

Si chiede pertanto l'immediata rimozione anche dei 2 suddetti impianti, una volta che ne sia stata accertata la loro collocazione in violazione della normativa vigente in materia ed in particolare di quella relativa alla sicurezza delle strade.

Si resta in attesa di un cortese riscontro scritto, che anche se per via telematica si richiede ai sensi degli articoli 2, 3 e 9 della legge n. 241/1990.

Dott. Arch. Rodolfo Bosi

- Responsabile del Circolo Territoriale di Roma della associazione ambientalista "Verdi Ambiente e Società (VAS) -

2 commenti:

  1. Il problema è che ci vorrebbe una rivoluzione culturale, ma come facciamo con GIANNI ALEMANNO E DAVIDE BORDONI? Sarebbe come spiegare Dante ai maiali.

    RispondiElimina
  2. Volevo segnalare che l'orrendo 4x3 é stato rimosso da qualche giorno.
    Grazie.
    giancarlo

    RispondiElimina