domenica 24 ottobre 2010

Cartellone rimosso in via Cesare Baronio. Riflessioni



Volevo ringraziare l'architetto Bosi.
Grazie alla sua segnalazione (pubblicata su Cartellopoli il 29/9/2010) il mega cartellone di via Cesare Baronio (IX municipio, angolo via Latina) è stato rimosso ieri.
Il prima e dopo per una volta è a nostro vantaggio.
Speriamo bene per tutte le altre segnalazioni.
Andrea

***
Caro Andrea,

anche noi esultiamo con te e speriamo bene per tutte le altre segnalazioni (che Bosi -a quanto pare infastidito dai nostri titoli, secondo lui dovremmo limitarci a scrivere "riceviamo e volentieri pubblichiamo"- ha deciso di non far passare più da Cartellopoli, rinunziando all'efficacia ed alla visibilità che il sito garantisce a tutti coloro che sono impegnati in questa lotta), tuttavia ti e ci ricordiamo una cosa importante: il settore dei cartelloni, a Roma, è a tutt'oggi una jungla zeppa di pericoli e criminali. Il cartellone tolto in Via Cesare Baronio non probabilmente, ma sicuramente andrà ad offendere, a stuprare, a sfregiare, a deturpare un'altra strada. E' un gioco a somma zero, anzi a somma negativa per noi perché (come purtroppo si è visto fin'oggi e come sarà per sempre finché il settore non sarà profondamente riformato e consegnato, previo bando, nelle mani di operatori qualificati e realmente interessati a mantenere l'ordine, il decoro e la legalità) laddove vengono tolti dei cartelloni, ne ritornano dopo pochi altri e tanti e anzi di più.

Dunque vabbenissimo esultare per il cartellone tolto. Ma ricordati che la sua rimozione l'hai pagata anche tu e che nessuno ti garantisce nulla riguardo alla destinazione del cartellone rimosso ed al fatto che, nello stesso punto, non ne ritorni un altro...

14 commenti:

  1. secondo lui dovremmo limitarci a scrivere "riceviamo e volentieri pubblichiamo"

    E perchè non l'accontenti ? E soprattutto perchè ci dici questo ? Come dire tutta colpa sua ...

    RispondiElimina
  2. Ve lo dico affinché possiate invitare Bosi a continuare a inviare le "bosi-segnala" a Cartellopoli

    RispondiElimina
  3. Vedremo, quando arriverà il momento, chi pagherà le rimozioni.
    Ricordate che Ale-Danno parlò di 663.000 euro solo per le rimozioni farsa di quest'anno?
    DEVONO PAGARLE I CRIMINALI STUPRATORI DI ROMA

    RispondiElimina
  4. Debbo contraddire il sig. Tonelli quanto meno per il cartellone tolto in Via Cesare Baronio che secondo lui "non probabilmente, ma sicuramente andrà ad offendere, a stuprare, a sfregiare, a deturpare un'altra strada".
    Se parte dal presupposto che la ditta titolare di quell'impianto andrà ad installarne qualche altro in un'altra strada, si sbaglia in tal caso di grosso, perchè il sottoscritto nella segnalazione ha scoperto dalla stessa Banca Dati del Comune che la ditta "Media 2000" che l'aveva installato é stata cancellata del tutto dal mercato di Roma.
    C'é caso mai da chiedersi se al pari dell'impianto di via Baronio sono stati rimossi in tutta Roma anche tutti i cartelloni installati dalla ditta "Media 2000".
    C'é da pretendere soprattutto che dall'intero mercato di Roma vengano cancellate tutte quelle ditte alle quali siano stati rimossi più di 3 impianti installati abusivamente, così come prescrive il vigente Regolamento e rimossi qquindi tutti i rispettivi impianti.
    L'ultima "tesi" di Tonelli secondo cui é inutile rimuovere i cartelloni abusivi, perché per uno che si abbatte altri 100 se ne installano abusivamente, oltre a significare una resa incondizionata alla speculazione ed al malaffare, costituisce per me una ragione in più per non trasmettergli le mie segnalazioni.
    Una ulteriore ragione viene anche dal fatto che quasi tutte le segnalazioni che mi vengono rigirate da privati cittadini vengono mandate dagli stessi anche a Tonelli che le pubblica e quindi continua ad assolvere al suo compito dichiarato di "denuncia" generalizzata solo attraverso il web e non personale mediante atti messi per iscritto e firmati con nome e cognome, come fa il sottoscritto prendedendosene tutte le responsabilità.

    RispondiElimina
  5. L'architetto Bosi non è un bambino , anzi è molto serio, piuttosto te lo dico a te fai un passo indietro .Metti da parte il tuo egocentrismo e prova una volta tanto a seguire il parere altrui !

    Si fitz hai ragione, devono pagarle le ditte che hanno violato le norme esistenti ! Che non sono assolutamente criminali.....ma perchè tanto accanimento e tanta frustrazione ? Nelle tue parole si legge odio....!
    Per questo ho chiesto più volte di fermare questo delirio diffamatorio.... qualcuno potrebbe confondere la realtà e fare follie in nome di un decoro non meglio precisato ! Capito giornali ! Leggete certi commenti su questi blog !

    RispondiElimina
  6. Di quali blog parli? Se non sbaglio ce nè anche qualcuno che è nato proprio per distinguersi da certi atteggiamenti, pur condividendo la stessa battaglia.

    RispondiElimina
  7. va bene inutile fare polemiche....hai ragione ci sono anche blog virtuosi , uno è nato da poco e non ha nessuna carica di odio ! Mi sarei aspettato che R.B. facesse le proprie segnalazioni li.

    RispondiElimina
  8. Va bene, usiamo toni più soft, se no Scrotino si sconvolge..Odio? A Scrotì..è solo indignazione e dolore per come è stata ridotta la mia e la tua città.
    Ma voglio fare un passo indietro e modererò i miei toni, sperando tu voglia condividere la sostanza..decoro e bellezza dovrebbero essere valori condivisi da ogni persona che ancora creda nel "bene comune" e in una dimensione esistenziale che non sia solo il proprio privato..o è una follia pure questa? Lo so..non va più molto di moda, si fa politica per arricchirsi rapidamente, anche consentendo a imprese senza scrupoli di provocare danni enormi al paesaggio, ai marciapiedi appena rifatti, alla vivibilità, mettendo a repentaglio la vita dei motociclisti..non sono crimini no..tanto fanno tutti così vero? E i fessi pagano le tasse per avere servizi inefficienti e scarsi e finanziare senza volerlo le rimozioni farsa (questa si può dire Scrotì?).

    RispondiElimina
  9. hai il diritto di esprimerti come vuoi, ad es. nell'articolo tonelli dichiara di preferire un titolo efficace ad un contenuto vero e pur di non fare un passo indietro accetta anche di perdere sostanza.....e credimi in questo blog di sostanza c'è solo R.B. oltre alle idee del tenutario, si può essere contrari o favorevoli ma l'idea del bando c'è....tutto il resto sono minacce e offese ! Una volta c'era il simpaticone che definivo "arlecchino" ma dopo la storia delle banane non si è fatto più vedere.

    Se pensi di ottenere efficacia bestemmiando fai pure, non ti fermo di certo, chiedo però di fermare una bagarre diffamatoria che potrebbe portare anche a fatti di una certa gravità. Ad es. che bisogno c'è di deridere Parsi ? Già posso capire l'interesse a esaltare i soliti 2-3 consiglieri amici (cosa che avviene puntualmente...) .
    Comunque ti porgo la mano e andiamo a prenderci un caffè insieme, il locale lo indica M.Tonelli (sarà sicuramente di qualità estrema ) cosi siamo tutti contenti !

    RispondiElimina
  10. Ma stai tranquillo..non succederà niente di grave...perchè è già successo!
    In quale paese del mondo, in epoca moderna, un'amministrazione ha dato il via libera al saccheggio della città da parte di privati assetati di guadagno facile permettendogli di rompere marciapiedi appena rifatti, di impallare la vista di segnali stradali, di piantare decine di migliaia di catafalchi senza un progetto, un'idea, una visione d'insieme?
    Si chiama pianificazione urbana,si chiama se vuoi estetica, lo sai?
    Certo..non è la prima volta, pensando all'abusivismo di necessità degli anni del dopoguerra e alla selvaggia speculazione cementizia degli anni 70-80 (che adesso riprende vigore..)
    A Roma, caro amico mio, pensiamo di sopravvivere con un'imprenditoria arretrata e miope che non vuole cambiare..saccheggio del territorio, pianificazione inesistente, rendite di posizione..i cartellonari sono solamente l'ennesimo episodio disgustoso..
    La mano te la porgo pure io..ma rifletti bene, chi si è impegnato in questa battaglia non lo ha fatto perchè è frustrato o insoddisfatto personalmente ma per la desolante sensazione di vivere in un Paese lontano ormai anni luce dalle altre nazioni europee e con una classe politica che pensa solo a sè stessa e agli amici degli amici.
    Io l'ho fatto per questo motivo.

    RispondiElimina
  11. Un commento questo ultimo di Fitzcarraldo INECCEPIBILE.

    RispondiElimina
  12. "chi si è impegnato in questa battaglia non lo ha fatto perchè è frustrato o insoddisfatto personalmente ma per la desolante sensazione di vivere in un Paese lontano ormai anni luce dalle altre nazioni europee e con una classe politica che pensa solo a sè stessa e agli amici degli amici."
    Sante parole.

    RispondiElimina
  13. RIMUOVERE DAVIDE BORDONI DALL'INTERNO DELLE MURA AURELIANE A FUORI DAL G.R.A. MANDARLO INSIEME A QUELLA ACCOZZAGLIA DI CAMORRISTI NAPOLETANI E CASERTANI PARENTI SUOI FUORI DA ROMA.

    RispondiElimina
  14. Sono colui che ha mandato la segnalazione al gentilissimo Dottor Bosi.
    Sono contento che sia stato rimosso... A breve continuerò con MOLTE altre segnalazioni.
    Saluti

    RispondiElimina