sabato 23 ottobre 2010

Consiglieri Comunali sprezzanti del senso del ridicolo: Massimiliano Parsi


L'agenzia qui sotto, diramata ieri, non può essere risparmiata dalla sana satira di Cartellopoli. Soprattutto perché è fondamentale, per noi, compilarci la nostra personalissima lista (che ci sarà utile quando finalmente la Delibera di Iniziativa Popolare sarà discussa in Assemblea Capitolina) dei consiglieri-amici-dei-cartellonari. E, badate, sono tanti purtroppo. Ma leggete cosa scrive in particolare Massimiliano Parsi facendo scoppiare nostre clamorose risate. Certo, ha ragione quando dice che il PD dovrebbe tacere perché se avesse governato decentemente a suo tempo la situazione non sarebbe mai stata questa oggi, ma ci fa veramente sganasciare quando stigmatizza la "stasi inaccettabile" che vigeva prima di due anni e mezzo fa. Certo, è vero, c'era stasi, la ex dirigente Marinelli teneva tutto bloccato, è indubbio. Ma forse è meglio la situazione attuale, con decine di migliaia di impianti montati? E quando, alla fine, il buon Parsi chiude la sua nota stampa affermando che atti concreti come i loro mai nessuno li aveva portati a compimento? Ehggià, caro Massimiliano, proprio così, mai nessuno era riuscito in due anni a far montare centomila impianti in città devastando completamente ogni singolo angolo di Roma.
-Cartellopoli


(L'UNICO) "Il solerte Pd, che come al solito, si erge a paladino della città, dimenticandosi di avere governato Roma. Sulla cartellonistica e gli impianti pubblicitari c’è stato, per anni, il più ampio laissez-faire, con affissioni irregolari e leggi ignorate. Eppure, al tempo dei vari Rutelli e Veltroni, nessuno si è stracciato le vesti o ha fatto alcun mea culpa." Lo afferma, in una nota, il presidente della commissione Commercio di Roma Capitale, Massimiliano Parsi.

E prosegue: "Questa amministrazione, dopo anni, ha messo mano a una situazione dove la mancanza di controllo e di regole aveva creato una stasi inaccettabile. Non solo, sta producendo quegli atti concreti necessari a risolvere, regolamentando in maniera certa il settore, la vicenda cartelloni." "Se poi il Pd vuole continuare a chiacchierare faccia pure - conclude Parsi - ma che almeno eviti la solita propaganda, a fronte di atti concreti mai portati a compimento dai loro compagni di partito."

18 commenti:

  1. Tu hai 2 liste, i nemici cioè quelli con una propria personalità che attacchi e quelli che fanno quello che vuoi te (vedi il post di qualche giorno fa....) che allora li chiami "commenda" ( e cose del genere) e gli pubblicizzi i locali ! Ridi pure...

    RispondiElimina
  2. I consiglieri comunali (sono tanti) foraggiati dalla camorra cartellonara sono definibili gente che "ha una propria personalità"???

    RispondiElimina
  3. i consiglieri che definisci faraggiati dalla camorra cartellonara sono considerati tali solo perchè non seguono le tue direttive ! Tra l'altro anche discutibili (e mi tengo stretto).
    Qualche locale da consigliarmi.... ?

    RispondiElimina
  4. beh, allora Egr. Consigliere Parsi, Ella non avrà problemi a votare a favore della delibera di iniziativa popolare........ vero????!!!!!

    RispondiElimina
  5. Colgo l'occasione per consigliare all'on. Parsi e all'opposizione chiacchierona, di mettere mano a un'altra situazione dove "la mancanza di controllo e di regole aveva creato una stasi inaccettabile": I MANIFESTI POLITICI SUI MURI.
    -
    PDL E PD, BASTA CON LE AFFISSIONI ABUSIVE!

    RispondiElimina
  6. Les, so bene che hai letto con attenzione la proposta (che è un wiki e che dunque possiamo, tutti, modificare e migliorare) di bando che Cartellopoli pubblica qua a destra. Te la ricordi? Ebbene quella proposta non puntava solo a sistemare i tabelloni, ma anche a eliminare ogni abuso dai muri, a scacciare via le migliaia di chilometri di millefoglie e lasagne di carta su tutti i nostri muri (aumentata esponenzialmente da due anni!).
    I manifesti abusivi non scompaiono per miracolo. Scompaiono solo se, anche li, creiamo un conflitto di interessi tra interessi leciti e interessi illeciti.
    Il comune non ha modo -con il funzionamento del sistema giudiziario italiano- di fare alcunché, credimi. Ma può affidare ai privati, che hanno interesse a farlo, la repressione di questa vergogna quotidiana che non risparmia nulla e che è in preoccupante aumento. Dimmi che ne pensi e rileggiti il progetto.

    RispondiElimina
  7. Sante, giustissime parole queste di quest'ultimo commento di sessorium

    RispondiElimina
  8. Riprendiamoci la sinistra, sui cartelloni ha fallito. Non ciurliamo nel manico. Se non avesse fallito non avrebbe reso possibile lo schifo che stiamo vivendo ora.
    Quasi dobbiamo ringraziare Bordoni, guarda. Per avere creato il panico e per averci fatto smuovere tutti alla protesta...
    Con Rutelli e Veltroni si rimaneva nella mediocrità per cent'anni. Unica città in Europa. Ora, almeno, siamo alla guerra civile e può succedere di tutto. Può anche succedere che vinciamo noi...

    RispondiElimina
  9. Bisogna restare vigili: gli amici spudorati dei cartellonari usano tecniche di propaganda berlusconiane per cui la colpa è sempre della sinistra e dei magistrati invidiosi..meno tasse per tutti! Vi ricordate?..ma quando mai sono diminuite? Se lo dici sostenuto dai numeri reali sei un comunista.
    I cartelloni sono quintuplicati? Ma no..è propaganda del PD.
    Mi dite voi come si fa a confrontarsi con gente del genere..negano la realtà, addossano agli altri colpe totalmente loro (chi cazzo ha approvato la delibera 37/2009?).
    Occhi aperti ragazzi..sono sicuro che i cartellonari nei prossimi mesi si scateneranno ancora di più per lucrare il pizzo sulla pelle della città in attesa dell'applicazione (ma ci sarà davvero?)del piano regolatore.

    RispondiElimina
  10. La tua proposta sulla bonifica della pubblicità abusiva su muri e pali gestita dalle ditte vincitrici del bando per cartelloni è certamente suggestiva e il discorso degli interessi economici contrapposti - pubblicità legale contro attacchini illegali - non fa una grinza. Il dubbio è che non ci siano precedenti in questo settore e la ditta vincitrice non accetti quest'onere attivo oppure si affidi a squadre congiunte dell'AMA che al momento non è affidabile.

    RispondiElimina
  11. Bhe, ovvio che i bandi vanno scritti bene. Mettendo i paletti che si devono mettere. Dovunque, al mondo, alle società di adv viene richiesto qualcosa (molto!) in cambio della concessione di raccogliere pubblicità.

    A Parigi Decaux dà in cambio toilette pubbliche, arredo urbano, mappe sottovetro e bike-sharing?
    Noi alla nostra ditta chiediamo il controllo del territorio e la prevenzione dalle affissioni abusive. Io credo che sarebbe una cosa accettabile per tutti. Non è un grande aggravio di spesa per loro, tutt'altro.

    RispondiElimina
  12. DOVREBBE INTANTO PARTIRE DA SUBITO UNA COLOSSALE OPERA PER RIMUOVERE IMMEDIATAMENTE LE MIGLIAIA DI IMPIANTI PUBBLICITARI ISTALLATI IN QUESTI MESI IN VIOLAZIONE DI CODICE DELLA STRADA, CODICE BENI CULTURALI, VINCOLI PAESAGGISTICI, ECC.
    BORDONI QUANDO PENSA DI INIZIARE QUESTA AZIONE CHE NON HA NECESSITA' DI ALCUN PASSAGGIO FORMALE SE NON CHE DI ESSERE MESSA IN PRATICA DA SUBITO ?!

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  13. Cartellopoli è contrario, contrarissimo, alle rimozioni. E preso spiegheremo il perché.

    RispondiElimina
  14. Legione Monteverde24 ottobre 2010 11:55

    Quando sento questi ebeti parlare mi convinco sempre di più dello sbaglio commesso nel dare il voto a Gianni Alemanno.

    DA ELETTORE DI DESTRA MI VERGOGNO DI ESSERE RAPPRESENTATO DA MASSIMILIANO PARISI.

    RispondiElimina
  15. Viene detto che la sinistra negli anni passati avrebbe lasciato un "buco legislativo". per la gestione della cartellonistica in città, e che questo buco avrebbe favorito quindi il dilagare dell'abusivismo e delle leggi sulla sicurezza ecc. ecc..
    Io dico: il dilagare OGGI dell'abusivismo.
    Come mai tutto lo scempio che vediamo si è sviluppato GUARDA CASO A PARTIRE DALL'AMMINISTRAZIONE ALEMANNO?
    il buco legislativo c'era anche prima di 2 anni fa, e come mai non si è raggiunto un simile livello spaventoso di illegalità?
    anche se fosse stata fatta qualche legge negli anni passati sarebbe stato inutile perchè quest'orda di barbari arrivati ora avrebbe stravolto tutto appellandosi al fatto di dover ampliare il mercato.
    l'unica soluzione per avere una società civile è quella di avere anche politici civili, di destra o di sinistra, e non certo queste iene che siedono oggi sugli scranni del comune.

    RispondiElimina
  16. Parsi, lei è stato eletto dal popolo x lavorare a favore dei cittadini. Non farà nessuna carriera politica favorendo la mafia dei cartellonari, se lo metta bene in testa. Rispeto a Rutelli e Veltroni i cartelloni negli ultimi 2 anni sono quadruplicati.Apra gli occhi e ci pensi bene prima di parlare. Aggiungo il suo nome nella lunga lista di chi NON votare la prossima volta.

    RispondiElimina
  17. Destra e sinistra è sempre la stessa merda !

    Fuori i politici dai posti di potere.
    Venga promosso chi ha le competenze e le capacità, non chi promette oro e scarica merda o chi ha le tessere dei partiti, ancora al giorno d'oggi hanno un senso ?

    Legge anticorruzione.
    Reato del voto di scambio.
    Trasparenza e competenze professionali.

    Mafie e corruzioni dietro i cartelloni

    RispondiElimina
  18. GIORDANO TREDICINE DETTO ER MUTANDA
    DAVIDE BORDONI DETTO ER MORTAZZA
    LUIGI PACIELLO DETTO MISTER CEPU
    MASSIMILIANO PARISI DETTO CAPRA PELATA

    RispondiElimina