giovedì 28 ottobre 2010

L'incontro pubblico al XI Municipio. Un parziale resoconto

Non vi stiamo a raccontare i punti della discussione che hanno ripetuto cose importanti per il pubblico in sala (e per la tanta, davvero tanta stampa presente), soprattutto perché si tratta di cose che i lettori di Cartellopoli già sanno: la Delibera di Iniziativa Popolare, il Piano Regolatore degli Impianti, il Regolamento Comunale, i confronti internazionali e il bando necessario per risolvere la situazione.
Vi parleremo invece di alcuni elementi che sono emersi a margine e che, a mo' di curiosità, potranno interessare i lettori del blog.

INIZIATIVE NEL I MUNICIPIO
E' stata data notizia che nel I Municipio, alla fine della prossima settimana, potrebbero svolgersi una serie di rimozioni per diretto interesse di Orlando Corsetti, presidente del Municipio Centro Storico. Cartellopoli non è favorevole alle rimozioni in questa fase (presto spiegheremo diffusamente il perché), tuttavia la notizia ci sembra davvero positiva in un momento come questo durante il quale è necessarissimo tenere puntato il faro sulla faccenda.

UNA GRANDE MANIFESTAZIONE
Athos De Luca ha proposto, oltre alle tante manifestazioni di rilevanza municipale che dovranno svolgeri, di iniziare ad organizzare una grande manifestazione, un grande evento di piazza da organizzare per la primissima primavera del 2011

LA DELIBERA NEI MUNICIPI
Si è data notizia che la Delibera di Iniziativa Popolare sta arrivando nei Municipi per il parere obbligatorio che questi devono dare. Tutti i municipi stanno votando positivamente.

E ORA COME LI TOLGONO?
Sempre Athos de Luca, in un lungo intervento, ha spiegato il suo parere sulla situazione. La sua paura sulle difficoltà che ci saranno, le lungaggini, gli ostacoli soprattutto da parte di ditte che ora si sentono legittimate a massacrare la città e che con qualche ricorso al TAR potrebbero stoppare l'attività di bonifica. De Luca ha sottolineato anche come in Consiglio Comunale ci sia un partito trasversale pro-cartellonari, che vanta esponenti nella destra e nella sinistra.
Riguardo alle difficoltà pensiamo che sia maturo il momento di iniziare a parlare di commissariamento del settore. Se questa amministrazione lo riterrà non opportuno transeat, ma la prossima (2013) dovrà richiedere al governo la possibilità di commissariare il servizio affissioni. Il commissario governativo dovrà far scadere tutte le autorizzazioni e le concessioni e predisporre il bando internazionale per una gestione finalmente professionale del servizioo.
Riguardo al partito dei cartellonari, bhe, è vero. E' indubbiamente così. Ma c'è una novità che De Luca non calcola: la collera popolare, l'attenzione mediatica, la tensione di tutta la città sul tema. Quale consigliere comunale correrebbe il rischio di finire sputtanato sui blog, sui giornali, di entrare nel mirino dell'enorme quantità di persone che stanno resistendo all'invasione. Quale consigliere comunale avrà voglia di mettere a repentaglio la propria rielezione per proteggere qualche criminale? Come dite? I cartellonari gli servono per la campagna elettorale? Ma quando mai!!! Ormai tutta la città sa benissimo che presenze reiterate e prolungate di faccioni di politici sui cartelloni di questa o di quest'altra ditta sono da considerarsi sospette: oggi per un politico romano apparire sui cartelloni fa perdere voti, non ne fa guadagnare.

LOTTA!
Ce lo siamo detti con forza: la lotta va continuata. Chi lo diceva intendeva la lotta legale, lecita, regolare. Ma noi siamo assai favorevoli anche alla guerrilla anarchica e irregolare. Soprattutto quella perpetrata a suon di bombolette spray: non smettete, è importantissimo, non c'è da temere nulla perché anche Alemanno c'ha invitato a buttare giù i cartelloni ("basta che non vi fate del male"). E' fondamentale che i cittadini, soprattutto coloro che ancora non hanno messo a fuoco lo scandalo in corso, si rendano visivamente conto. Le scritte sui cartelloni sono un'arma importantissima che costa poco e va sfruttata, ogni sera, ogni minuto, ogni giorno. Imbrattate e fotografate.

UNA LEGGE REGIONALE
Durante la serata è stata anche presentata una proposta di legge regionale ad opera del gruppo dei Verdi. Per carità, tutto fa e tutto vabbene, ma la proposta di legge parte da degli assunti che non ci piacciono. Un esempio? La possibilità da parte dei cittadini di avere, magari su google maps, una cartina di tutti gli impianti autorizzati, per poter controllare in tempo reale la regolarità o meno di un dato impianto. Questo tipo di proposte non ci piace perché dà per scontato il caos, dà per scontata la situazione attuale e cerca di regolarla. Ma non deve essere questo che dobbiamo fare, non dobbiamo mettere i paletti a questo sistema, dobbiamo riformarlo. A Parigi o a Madrid qualcuno si sognerebbe mai di chiedersi se quello o questo impianto sono autorizzati o abusivi? No, perché è evidente a tutto, perché basta guardarli, perché hanno un design inconfondibile. Non mettiamo strumenti per controllare gli abusi, perché altrimenti legittimiamo la presenza degli abusi stessi. Facciamo in modo di eliminarli alla base.

7 commenti:

  1. perchè non si DENUNCIA la situazione ?

    andate a fare una denuncia penale..sentite avvocato !!!

    RispondiElimina
  2. ATTENZIONE:nuovi impianti a PortaPinciana e via Veneto. Stamane non ho potuto fare foto ma sullo spiazzo davanti porta pinciana dove gia erano apparsi i parapadonali SCI è stata messa una piccola fioriera con dentro un grosso cartello pubblicitario, idem su via veneto e un altro nuovo impianto costituito da cartello infilato dentro basamento di cemento (tipo quelli che reggono gli ombrelloni è stato piazzato a largo di santa susanna.) Riparte l'assalto al centro storico ecco il risultato degli annunci di riforma del Bordoni Cartelloni. Sanno che tanto male che vada li ripiazzeranno in periferia !!!!! MAGISTRATURA COSA ASPETTI A METTERLI TUTTI IN GALERA !!!
    carlo

    RispondiElimina
  3. Calma e gesso. Sono gli impianti TEMPORANEI per la Festa del Cinema.

    RispondiElimina
  4. autorizzati da chi ?
    la festa del cinema li può mettere dove vuole ?
    e perchè ?

    spiegatemi per favore
    grazie

    RispondiElimina
  5. PD: MISURE CONTRO ABUSIVISMO 4X3

    http://www.obiettivo2013.it/content/qualit%C3%A0-della-vita/pd-misure-contro-abusivismo-4x3

    RispondiElimina
  6. La riunione di ieri è stato un ulteriore e significativo momento di crescita del nostro movimento.
    Polemizziamo pure quando serve, ma non dimentichiamo MAI cosa siamo riusciti a fare in meno di un anno...questa battaglia, i modi in cui la conduciamo,la straordinaria passione profusa nella raccolta delle firme,la lucidità e la preparazione dell'Arch. Bosi, la capacità di tenere alta l'attenzione sullo stupro della città, le proposta semplice e geniale del bando per la soluzione del problema..secondo me resteranno nella storia di Roma! AVANTI COSI'

    RispondiElimina
  7. saranno pure "temporanei" ma sono altra accozzaglia messa in mezzo ad una foresta di cartelli e cartellini..

    RispondiElimina