mercoledì 10 novembre 2010

C'è un angelo nel X Municipio. E l'Acquedotto Felice torna felice




Demoliti tre cartelloni a seguito nostra denuncia. Riapparsi, dopo due anni, i pali della M rossa della fermata metro A di Roma Porta Furba Quadraro e l’Arco dell'Acquedotto Felice già noto come Arco Primavera.

Dopo due anni, dei pali pubblicitari, frutto dell'abusivismo cartellonaro, sono stati rimossi proprio ieri, 5 novembre 2010 sia alla fermata della metro A di Roma Porta Furba Quadraro sia in via Tuscolana altezza Arco della Primavera ora noto come Arco dell’Acquedotto Felice.

La rimozione dell’indecenza a volte può avvenire, per intercessione dell’indignazione popolare e il fiancheggiamento della stampa che non asseconda gli amministratori.

L’esistenza dei cartelloni con tanto di etichetta del Comune furono da noi denunciati il 16 ottobre su diverse testate on line della capitale.

Immaginiamo che funzionari annoiati del Comune hanno ricevuto la seccante disposizione di indagare come e chi abbia autorizzato questi cartelloni, poi lo sconforto di dare disposizione di demolirli. Una squadra di operai entusiasta perché finalmente impiegata al suo lavoro e vigili urbani indifferenti che eseguono gli ordini hanno compiuto l’opera.

Comunque sia andata la storia, oggi al Quadraro, X municipio è una bella giornata di sole e su via Tuscolana e sulla salita del Quadraro una colonna di camion bianchi con la scritta Decoro Urbano – Cancellazione scritte - Gruppo Appia Nord sta ripulendo (finalmente) i muri.

E’ una buona giornata per Roma, per il Quadraro e tutto il X municipio.

Una piccola stonatura. In piazza del Quadraretto e strade limitrofe persistono su tutti i pali e paline della zona i manifesti plastificati con tanto di foto del presidente del decoro del X municipio. Abbiamo segnalato a tutti da più di due mesi, in particolare anche al presidente del X municipio che un suo consigliere ha commesso questo sconcio.

Sarà più facile pulire Roma che ricordare a questo amministratore locale che è in controtendenza ai sentimenti della nuova cultura e sensibilità che desidera una Roma più civile.
Angelo Tantaro


* Una sola poniamo all'Angelo del X Municipio: che fine avranno fatto i cartelloni eliminti? Credete davvero che saranno andati al macero? Credete davvero che avranno contato qualche cosa le sanzioni (i cartelloni davanti alle M della metropolitana erano della Nuovi Spazi, ancora una volta; quello davanti all'Acquedotto era della MG, ancora una volta... Eppure queste ditte non vengono radiate)? Potete metterci la mano sul fuoco che saranno mq di merda in meno in città o solo merda dislocata da un quartiere all'altro? Lo ripetiamo fino alla fine: fino a che il settore non sarà riformato occorre trattenersi, e molto, prima di esultare per una rimozione. Perché oggi un cittadino del XIX del XX o del IV Municipio potrebbe trovarsi davanti alle finestre i cartelloni che sono stati tolti nel X...
- Cartellopoli

5 commenti:

  1. Ma con quale faccia si guardano allo specchi la mattina i responsabili del decoro urbano del comune e tutti costoro che hanno consentito, con sospette connivenze, che tutta questa proliferazione di cartelloni pubblicitari avvenisse? VERGOGNA!!

    RispondiElimina
  2. Pensa che poveretto quel politico che per dire ai cittadini che pulisce il quartiere, imbratta i pali del suddetto quartiere.
    Si vede che lo fanno per propaganda e un articoletto sulla cronaca di Roma, in realtà non gli importa nulla del degrado!
    Guarda cosa fanno con i manifesti abusivi, li attaccano su ogni muro sia la destra che la sinistra!
    -
    Sui cartelli non mi fido, sicuramente li metteranno da qualche altra parte, con il silenzio del Comune!
    -
    Per Angelo: i furgoni del decoro che hai visto sono quelli del Piano Muri Puliti, partito in sordina lunedì 25 ottobre. Vedremo quanto puliranno e soprattutto se questa volta applicheranno uno strato antigraffiti per cancellare le future scritte.

    RispondiElimina
  3. Ma grandioso!!!
    hanno tolto pure quella mostruosità sulla salita di Porta Furba????
    Non ci posso credere ma sono felicissimo.
    SIGNORI CONTINUAMO A DENUNCIARE QUESTI CRIMINALI DI CARTELLONARI

    per la cronaca segnalo che a Largo Vercelli è stato rimosso (e dico rimosso perchè i buchi sull'asfalto sono stati coperti e quindi non è stato tagliato da nessun cittadino privato)uno dei molti cartelloni 140x.120 installati settimane fa nei pressi di P.zza Re di Roma.
    la cosa che lascia come al solito basiti è che a 3 metri ce n'è un altro identico ma quello non è stato toccato.
    ma come cazzo le fanno ste rimozioni?
    tirano a sorteggio????
    abusivo è abusivo e basta. devono essere tolti tutti!!!!

    RispondiElimina
  4. Con i muri puliti, i parapedonali e gli spartitraffico senza cartelloni pare una CITTÀ CIVILE.

    Avanti in tutta Roma, se questo signore vuole farsi ricordare non bastano tre cartelloni, ripulisca tutto il municipio!

    RispondiElimina
  5. Non ho ancora trovato la mail del De Pamphilis... Magari due paroline educate per sottolineare la ciliegina che ha messo sulla torta non gliele leva nessuno.

    RispondiElimina