sabato 6 novembre 2010

Certo che si poteva evitare


Ecco trovato il sistema per piazzare una pubblicità nel luogo più famoso e turistico di Roma: il cartellone “togli e metti”.
Proprio di fronte all’ingresso della metropolitana, a fianco del famigerato venditore di fiori (finti). E a pochi passi dai soliti vigili sordo-ciechi.
Aspettiamo ora di vederne spuntare a decine in tutti gli altri “tutelatissimi” luoghi della città.
S. C.

*
Secondo i nostri calcoli questi dovrebbero essere gli impianti di Clear Channel a margine del Festival del Cinema. Ma se comprendiamo (e, anzi, apprezziamo) i begli impianti montati all'Auditorium, che comunque anche durante il Festival è stato circondato di cartelloni abusivi; se digeriamo quelli di Via Veneto, che comunque resta la 'main street' della rassegna, come facciamo ad accettare-e-zitti quelli di Piazza di Spagna? C'era tutto sto bisgno di esagerare?
-Cartellopoli

5 commenti:

  1. artra azienda cartellonara !!!
    denunciate !!
    denunciate !!

    RispondiElimina
  2. Quelli di via Veneto ostruiscono pericolosamente la visibilità tutti gli incroci. Viviamo in una eterna deroga alla sicurezza dei cittadini.

    RispondiElimina
  3. http://www.iltempo.it/cronaca_locale/roma/2010/11/06/1214724-assessori_capitolini_sotto_lente.shtml

    RispondiElimina
  4. Clear Channel si è adagiata sugli standard cartellonari Romani...

    RispondiElimina
  5. Assessori capitolini ... alla forca impiccati a piazza del popolo.

    RispondiElimina