domenica 14 novembre 2010

Il Comune ha annullato altre due ditte di pubblicità. Riflessioni di Bosi e di Cartellopoli


Con Determinazione Dirigenziale n. 1338 del del 3 maggio 2010 il Dott. Francesco Paciello ha annullato la S.r.l. "Media 2000".
Con Determinazioni Dirigenziali n. 2599 e n. 2600 del 10 agosto 2010 il Dott. Francesco Paciello ha poi annullato anche la S.r.l. "Emmetre Pubblicità" e la S.r.l. "Europa Pubblicità '92".
La domanda che si pone è: all'annullamento dal mercato di Roma delle suddette 3 ditte ha fatto seguito la rimozione dovura di tutti gli impianti pubbliictari da loro instalalti a Roma ?
Nella scorsa riunione del 5 novembre il Dott. Paciello ha fatto sapere di avere fatto 398 "revoche" di impianti pubblicitari, chiarendo a mia precisa domanda che non sono dichiarazioni di decadenza di autorizzazioni per conseguenza di violazioni commesse.
Il 5° comma dell'art. 7 del Regolamento vigente dispone che "in caso di sopravvenute ragioni di pubblico interesse ed in qualsiasi momento, l’autorizzazione può essere modificata o sospesa, ovvero revocata con provvedimento motivato, nel rispetto delle norme previste dalla L. n. 241/1990 e successive modifiche ed integrazioni".
Non ho capito bene se si tratta di revoca di autorizzazioni rilasciate a 398 impianti, di cui si dovrebbe cercare di sapere le ragioni per cui sono sate fatte.
Rodolfo Bosi

***

Facendo rapide immagini abbiamo scoperto, poi, che le ditte Europa Pubblicità ed Emmetre pubblicità eliminate dalla lunghissima lista (qui il pdf aggiornato a settembre) del Comune non sono altro che la stessa società. Lo dimostra questo sito web dove i due 'brand' risultano appaiati e sovrapponibili. Dunque non due radiazioni vere e proprie, ma di fatto una soltanto. Nel sito potete sfogliare le mille oscenità che questa ditta offre, cartelli pubblicitari che sarebbero inaccettabili anche nella più spertuta metropoli del subcontinente indiano. E potete anche notare come la soppressione (vera? presunta?) della ditta non ha cambiato molto nel sito web, dove si dichiara chiaro e tondo: "Disponiamo di impianti di varie grandezze e paline luminose in tutte le zone di Roma e provincia con realizzazione grafica computerizzata o su pellicola adesiva piatta o su stampa digitale"...

3 commenti:

  1. Bè Media2000 ne ha combinate di belle.
    certo che se continuassero ad installare anche dopo la revoca della concessione... bè che dire... non si riuscirebbe a trovare parole.
    Ma d'altronde queste dittucole oramai non provano vergogna di niente.

    P.S.
    Per onor di cronaca qlc giorno fa avevo postato che a Largo Vercelli era stato rimosso un solo cartello, di due, della Nuovi Spazi (quelli soliti 1.60x1.40 circa di metallo lucido installati con blitz notturno ovunque a Roma ad Ottobre).
    nei giorni successivi sono stati tolti tutti quelli della Nuovi Spazi a Largo Vercelli e intorno a P.zza Re di Roma (ma resistono ancora a P.zzale Appio e alla Metro Ottaviano e metro Ponte Lungo per esempio).
    rimangono però ancora i mostri della SCI installati nell'area verde di P.zza Re di Roma.
    la SCI sembra immune da qualsiasi delle recenti azioni di rimozione del Comune... mah gatta ci cova!

    RispondiElimina
  2. Legione Aurelia Invicta14 novembre 2010 21:42

    i cartelloni della SCI in Piazza Re di Roma sono già stati battezzati dalla Resistenza..loro ripuliscono..ma la Resistenza tornerà..
    Costituite gruppi di boicottaggio civile in ogni quartiere!!!
    BASTA DELEGARE!!!!

    RispondiElimina
  3. Ma quali annullamenti, CHIAMATE LA FINANZA!

    Se due ditte annullate si rivelano essere la stessa, chissà quante altre irregolari ce ne sono.

    Magari dietro allo stesso proprietario se ne nascondono VENTI, hai voglia ad annullarne una, ci vogliono le sanzioni! Questa giunta di inetti pensa che multare non serva a nulla: loro ai devastatori della città gli danno solo una bella pacca sulla spalla... Complici.

    RispondiElimina