lunedì 22 novembre 2010

Il grande slam della Delibera. Unanimità anche nel XX

Al 1° punto all'ordine del giorno dei lavori della seduta del Consiglio del Municipio di Roma XX di oggi lunedì 22 novembre 2010 c'era l'espressione del parere consultivo ma obbligatorio sulla proposta di delibera di iniziativa popolare.

Ho chiesto ed ottenuto di parlare prima dell'inizio della seduta di Consiglio, a cui ha presenziato lo stesso Presidente Gianni Giacomini.

Ho fatto presente di avere avuto l'incarico di stendere materialmente il testo della delibera, di cui ho evidenziato in particolare l'obbligo di rispettare i vincoli di tipo paesaggistico, archeologico e storico-monumentale che sono sanciti dall'art. 9 della nostra Costituzione e che sono quindi sovraordinati a Municipio e Comune di Roma: a tal riguardo ho messo in risalto che nella zona di viale di Tor di Quinto e del Foro Italico soggetta al vincolo paesaggistico della Valle del Tevere, oltre a non essere stati ancora rimossi i cartelloni pubblicitari da me segnalati ormai 10 mesi fa, sono stati addirittura installati nuovi cartelloni con già assegnato il numero di codice identificativo da parte del Servizio Affissioni.

Mettendo in risalto l'anomalia che a Roma é stato decentrato tutto tranne che la rimozione degli impianti pubblicitari abusivi (solo per un certo periodo assegnati anche all'allora Presidente della XX° Circoscrizoione Marco Daniele Clarke, che in collaborazione con il sottoscritto ha fatto demolire numerosi cartelloni), ho chiesto espressamente al Presidente Giacomini di avvalersi di quanto dispone l'art. 32 del vigente Regolamento delle Affissioni per chiedere formalmente al Comune di costituire "a livello .... decentrato, appositi nuclei di vigilanza in grado di intervenire tempestivamente anche per ciò che riguarda la rimozione di impianti illegali".

Prima del voto, il Presidente ha voluito replicarmi, dichiarandosi favorevole, non si sa bene se alla sola proposta di delibera o anche alla richiesta di istituire un apposito nucleo di vigilanza nel XX° Municipio: é stato quindi espresso parere favorevole all'unanimità, con 20 voti su 20 presenti, senza nessun contrario o astenuto.

Con il voto di stamattina si registra il parere favorevole di 6 Municipi (il I°, il II°, il X°, l'XI°, il XVI° ed il XX°), in nessuno dei quali il centro-destra ha votato contro, preferendo tutt'al più astenersi (come nei Municipi X e XI): a tutt'oggi l'unico voto contrario risulta essere stato quello del capogruppo dell'UDC del I° Municipio.
Rodolfo Bosi

1 commento:

  1. Bosi eroe !
    Un altro Municipio che ha votato secondo logica e non convenienza politica ( si spera )
    Vorrei che la totalità dei Municipi aderisse a questa lotta di civiltà, e si riuscisse a far fronte comune contro i danni di questa politica, collusa e miope, avida di verde da cementificare, di strade da tappezzare di cartelloni, di promesse mai mantenute.
    Fuori i politici dalle istituzioni.

    Mafie e corruzioni dietro i cartelloni

    RispondiElimina