sabato 20 novembre 2010

Inches Superstar. Nel II Municipio l'operazione è a tenaglia. E per i prepotenti si inizia a vedere il capolinea


Bella la situazione del II Municipio dove ormai i 15 mila impianti disseminati sul territorio hanno provocato una tale collera collettiva che solo quale citrullo del PDL fa finta di non vedere. L'operazione anti-cartellopoli è a tenaglia e deve ringraziare, in questo Municipio, l'azione congiunta di due consiglieri Alessandro Ricci per il PD e Massimo Inches per La Destra a dimostrazione che il decoro, la sicurezza, la bellezza estetica della città sono robe che non hanno colore politico.
Questo è l'ultimo comunicato stampa di Inches che dopo aver contribuito fattivamente all'approvazione presso il parlamentino di via Dire Daua della Delibera di Iniziativa Popolare si è visto, finalmente, calendarizzare la sua richiesta di creazione di una task force anti cartelloni con le caratteristiche che potete leggere sotto.
Segnaliamo a tutti (e chi vuole intendere intenda) che l'azione di questi amministratori locali non è peregrina, bensì porta risultati ben misurabili sul territorio. Un esempio? Beh, ve lo ricordate Corso Trieste che qualche mese fa era un unico tabellone, hub per la mafia cartellonara? Ebbene oggi i cartelloni rimasti (ma poi bisogna agire sui piccolini) si contano sulle dita di una sola mano e il viale è tornato ad essere splendido...






OGGETTO: Approvata in Commissione la mia risoluzione per la rimozione impianti
pubblicitari abusivi – nel rispetto della Deliberazione Comunale n. 37/ 2009

Oggi 19 Novembre la 6^ Commissione consiliare ha approvato la mia proposta per attivare immediatamente l’istituzione di una o più squadre da impiegare per l’abbattimento e la rimozione degli impianti pubblicitari abusivi presenti sul territorio del nostro Municipio, contrastando ed impedendo l’insorgere di eventuali altre azioni illecite. Le squadre saranno composte dalla Polizia Municipale, tecnici comunali e personale specializzato per rimozioni manufatti abusivi.
La votazione ha visto anche in questo caso la frattura presente nel PdL del II Municipio, quando uno dei consiglieri presenti ha votato favorevolmente, mentre l’altro si è astenuto; il capogruppo del PD ha appoggiato l’iniziativa, dimostrando di non avere preclusioni politiche. Si evidenzia anche che la proposta l’avevo protocollata il 30/08/2010 e che per attraversare il corridoio del 2° piano ha impiegato solo 3 mesi !
Sono convinto che tutta l’aula consiliare voterà in favore di questa task force, come avvenuto questa mattina, e che nessuno vorrà assumersi la responsabilità di appoggiare i SIGNORI DI CARTELLOPOLI.
La Destra nel II Municipio porta a casa un altro importante successo, dimostrando nuovamente di voler essere garante della legalità, di essere dalla parte dei cittadini, di combattere chiunque possa sentirsi al di sopra delle leggi e che i prepotenti la stanno arrivando al capolinea.
Roma, 19/11/2010 Consigliere Massimo Inches


IL TESTO DELLA RISOLUZIONE

5 commenti:

  1. Alemanno comunista20 novembre 2010 13:13

    Onore a Inches, ultimo uomo di destra nella politica romana

    RispondiElimina
  2. Sono di sinistra, ma bravo lo stesso! In questi casi il colore politico non c'entra nulla, c'entra invece la dignità del politico che può essere o meno svenduta ai mafiosetti cartellonari.
    La città è nostra e ce la dobbiamo riprendere.

    RispondiElimina
  3. Anch'io sono di sinistra, ma faccio un grande plauso a Inches, e lo ringrazio per l'impegno col quale sta portando avanti la battaglia per contrastare lo schifo dei cartelloni. Grazie Inches.

    RispondiElimina
  4. Bravo Inches, quando si parla di civiltà destra e sinistra dovrebbero dare la loro adesione scontata, anche se a Roma non è così.

    RispondiElimina