lunedì 29 novembre 2010

Ma ci ricordiamo male noi o...

...o il Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari doveva essere presentato entro novembre?

14 commenti:

  1. Un nuovo cartellone 4 X 3 della Nuovi Spazi è stato installato in questi giorni a via dei Gordiani (altezza cantiere grande metro C), nello spartitraffico adibito a parcheggio restaurato pochi giorni fa.
    Non hanno perso tempo...

    RispondiElimina
  2. Novembre si, ma bisogna capire bene di che anno...

    RispondiElimina
  3. Ancora che fate affidamento su questi amministratori, Bordoni e questo Paciello ex cepu (con tutti i legittimi sospetti del caso, visti i legami B.-proprietario Cepu, e posti chiave affidati in questo settore delicatissimo e MOLTO redditizio...)?

    Ancora che date credito a questa gente che di onorabilità ne ha pochissima, se non nulla, vista come è stata ridotta la capitale, con addirittura negati elementari diritti di deambulazione alle persone diversamente abili a causa di una politica di autorizzazioni alla pubblicità outdoor SCANDALOSA? Dove le sanzioni, dove le rimozioni promesse, dove le cancellazioni di ditte che è lecito chiedersi sul PERCHE' ANCORA OPERANO?

    Portate i giornalisti stranieri in giro per Roma inondando le loro redazioni con le principali fotografie di degrado al quale la nostra città è sottomessa, in mano ad affaristi senza scrupoli, intrecci finanziari a cascata, illegalità imperante.

    Uno SCEMPIO SENZA FINE.

    RispondiElimina
  4. Denunce e imbrattamenti: stanno installando ancora e ovunque.
    Come temevo i barbari non si fermano davanti a nulla, fanno la parte di quelli che dialogano per continuare a fare i porci comodi loro.

    Mafie e corruzioni dietro i cartelloni

    RispondiElimina
  5. BORDONI, CO STI CARTELLONI, CI HAI ROTTO LI COJONI.

    RispondiElimina
  6. LA PAZIENZA E' DAVVERO FINITA.

    ORA DI PASSARE ALLA CLASS ACTION!!!!

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  7. Una grande scelta fidarsi del Comune come interlocutore. Complimenti.

    RispondiElimina
  8. Legio XI Claudia Pia Fidelis29 novembre 2010 16:31

    Se io fossi uno dei tanti cartellonari che si dovrebbe vedere revocata l'autorizzazione ad installare impianti perchè plurirecidivo, non farei altro che cambiare nome alla società e ricomincerei come prima e più di prima. Aprire una nuova srl costa pochissimo, anzichè Liudmilla chiamerei Natasha a mettere una firmetta e lo mettrei in quel posto a tutti. La strada non è questa, bensì la Resistenza attiva ed il piano regolatore con conseguente bando.

    RispondiElimina
  9. Ho fatto un giro per Roma, allucinante, continuano a mettere cartelloni in ogni parte, ne avrò contati una ventina nuovi rispetto a ieri, tra paline 1x1 sui marciapiedi e i 3x2 nuovi di zecca sugli spartitraffico...uno scandalo senza fine!!!

    RispondiElimina
  10. Faccio un terribile sforzo a evitare polemiche che potrebbero alimentare e rendere insanabili divisioni tra coloro che EROICAMENTE, TUTTI, da mesi o anni stanno combattendo questa battaglia.
    Dopo qualche giorno di tregua, dalle numerose testimonianze giunte, è chiaro che i banditi cartellonari hanno ricominciato la loro nefasta opera di invasione e distruzione del paesaggio romano.
    Mi limito a chiedere a chi si è illuso che il Comune volesse fare qualcosa,finalmente..VI E' CHIARO CHE NON C'E' E NON C'E' MAI STATA LA VOLONTA' DI ARGINARE LO SCEMPIO INFINITO, DI STRAPPARE QUESTO SUDARIO DI DEGRADO FOLLE E VIOLENTO DALLA CARNE SOFFERENTE DELLA NOSTRA CITTA'?
    Io non voglio aspettare le prossime elezioni!
    Arriveranno a 500.000 cartelloni? Nel loro delirio insensato di assalto famelico al territorio questi DELINQUENTI potranno essere arginati, forse, solo dalla Magistratura.(ci fosse qualche file di Wikileaks anche per la Cartellopoli romana..chissà).
    Mi dispiace, carissimo Resistenza Attiva, io non credo più in nessun Piano se chi dovrà renderlo operativo sono i personaggi che ben conosci. Ho sempre ritenuto il rispetto della legalità un valore fondante del nostro essere "comunità" ma di fronte ad un attacco così feroce, determinato, protervo e distruttore credo che ci vorrebbe davvero una legislazione d'emergenza e un commissario governativo...ma di questo governo??
    Io vi odio maledetti banditi delinquenti!
    E odio gli IGNAVI che come pecore paurose accettano di vivere in un degrado così assurdo.

    RispondiElimina
  11. Resistenza Attiva29 novembre 2010 17:25

    Visto che sono stato chiamato in ballo da Fitz, faccio notare che Legio XI ha messo giustamente al primo posto la Resistenza Attiva, al secondo il Piano regolatere e poi il bando , perchè voglio ancora sperare che la nostra lotta serva a qualcosa, se non altro a riscrivere delle regole ancora più costrittive per il comparto. La magistratura può agire solo in termini legali. Se le regole sono quelle di oggi le scappatoie sono qualche centinaio. I cartellonari hanno fior di avvocati che non faticherebbero poi troppo ad ottenere addirittura risarcimenti dal comune per il tempo che questi gli farebbe perdere in tribunale. Vanno trovate regole più serie e Resistenti più impavidi.

    RispondiElimina
  12. x la Resistenza Attiva, presenti!

    RispondiElimina
  13. Hanno ricominciato ad installarli a centinaia in ogni municipio, il Comune ha perso definitivamente il controllo.
    -
    Entro dicembre DEVE essere approvata la delibera d'iniziativa popolare e MASSIMO entro gennaio il Piano Regolatore degli Impianti.
    -
    Ma nel frattempo, i cartelloni aumentano ogni giorno e quelli vecchi rimangono al loro posto o vengono ricollocati da un'altra parte.
    -
    Proposta:

    1) Blocco ufficiale delle procedure di autorizzazione o ricollocazione

    2) Apertura di una pagina web dove i cittadini possano segnalare i cartelloni abusivi, pubblicità dell'iniziativa sui giornali e tg regionali.

    3) Le segnalazioni di cartelloni nuovi o ricollocati vanno controllate dall'Ufficio Affissioni entro 2 settimane.
    Alla terza settimana, in caso di accertata violazione del blocco delle installazioni e ricollocazioni, il Comune procede all'oscuramento o rimozione dei cartelloni in questione.

    RispondiElimina
  14. OCCORRE RIORGANIZZARE LA MINIFESTAZIONE "DI PIAZZA MAZZINI" E PARTIRE SUBITO CON LA CLASS ACTION!

    Altro non serve per uscire dall'emergenza spavenrtosa in cui siamo.

    Mc Daemon

    RispondiElimina