mercoledì 3 novembre 2010

Noi lo dicevamo: abbiamo imposto la cartellopoli come uno dei temi della prossima campagna elettorale

Il PD Capitolino ha avanzato, in occasione della conferenza stampa di presentazione del sondaggio commissionato al centro studi Ispo del Prof. Mannheimer “L’impatto dei cartelloni pubblicitari nella città di Roma”, delle proposte per regolamentare l’ormai dilagante abusivismo dei 4X3 nella Capitale.Secondo il Gruppo Consiliare è necessario prevedere in una proposta di delibera: l’azzeramento delle autorizzazioni e/o concessioni; l’azzeramento delle deroghe al Codice stradale; la riduzione del numero degli impianti in base al piano regolatore della pubblicità e l’indizione di apposite gare per l’assegnazione degli spazi autorizzati; una drastica semplificazione delle regole per la rimozione degli impianti abusivi ed un tempestivo servizio di rimozione, come avviene per le automobili, finanziato con i proventi della pubblicità e decentrato ai Municipi. “Così facendo – ha affermato in una nota il PD Campidoglio – otterremo una tutela del decoro e della sicurezza della città, una valorizzazione, anche economica, dei messaggi pubblicitari autorizzati e la definitiva scomparsa dell’abusivismo. Chiediamo la convocazione del Consiglio Comunale in seduta straordinaria, per l’esame della Delibera di iniziativa consiliare presentata dal PD e della Delibera di iniziativa popolare presentata dai comitati” in allegato il sondaggio della Ispo.


Testo preso dal sito del PD "Obiettivo 2013" (www.obiettivo2013.it).



RIFLESSIONE NUMERO 1. E' fuorviante parlare dei 4x3, cos'è avete amici che gestiscono le orrende paline 1x1? Roba da matti

RIFLESSIONE NUMERO 2. Bene l'addio alle deroghe, ma non siamo d'accordo a che siano così drastiche quelle sul Codice della Strada. Devono essere poche, ma non annullate, poiché significherebbe l'impossibilità di montare qualsivoglia impianto in città. Troppe regole servono solo a creare il brodo di coltura per gli abusivi...

RIFLESSIONE NUMERO 3. Bene sul bando, finalmente...

RIfLESSIONE NUMERO 4. Il nuovo sito Obiettivo2013 è stato pubblicizzato in tutta Roma con decine di migliaia di manifesti abusivi. Uno scempio assoluto di cui facciamo i nostri complimenti al gruppo PD del Campidoglio.

6 commenti:

  1. Sono arrivati un po' tardi rispetto a Catarci e Furfaro (Sel) che ne parlano da mesi...

    RispondiElimina
  2. E' cominciata la caccia al voto dei 10000 firmatari della delibera di iniziativa popolare.

    RispondiElimina
  3. Troppe regole e troppa politica, non fanno un bel biglietto di presentazione.

    Perchè il cittadino di sinistra non vuole i cartelloni e quello di destra si ? O viceversa.
    Perchè quelli di sinistra non mettono i manifesti abusivi ovunque, così come queli di destra ?
    Certo Alemanno ha fatto un bel casino, ma qui ci vogliono regole, poche e certe per tutti i cittadini e che non siano modificabili dai coglioni politici di turno.

    RispondiElimina
  4. Leggere critiche all'abusivismo da parte di un partito che come tutti gli altri campa sui manifesti e cartelloni abusivi mi fa solamente ridere

    RispondiElimina
  5. per me è solo merda propagandistica, questi amministratori sono solo dei coglioni che non riescono a cavare un ragno dal buco...andate a Berlino è dopo una passeggiata vergognatevi di essere in politica.

    IL POLITICO ITALIANO SI TINGE I CAPELLI !!!

    RispondiElimina
  6. Quoto Lukic. Politica ipocrita, farebbero meglio a tacere piuttosto che cercare consensi. Le deroghe al codice le fanno puntualmente per restare impuniti e non dover pagare il costo dei loro scempi durante la campagna elettorale!

    RispondiElimina