mercoledì 27 aprile 2011

10, 100, 1000 Cortellazzi. La selva di pali è proprietaria di Piazza Morelli



Egr.Sig,
la presente per denunciare la continua e reiterata installazione di cartelloni pubblicitari fuori norma insistenti sulla Piazza Eugenio Morelli in Roma (vedi foto allegate).
Nonostante gli esposti e le denunce dei residenti non si è mai provveduto alla completa eliminazione dei cartelloni, installati contro le normative del Codice della Strada, addirittura sembrerebbe che alcune ditte non virtuose e più volte multate invece di essere estromesse dal settore, come da regolamento comunale vigente, continuo l'installazione senza nessun controllo.
Vi segnalo che oltre al fatto puramente estetico, i cartelloni deturpano gravemente l' immagine ed il decoro della zona, i marciapiedi risultano gravemente danneggiati ed occupati da detti impianti, con grave rischio per incolumità dei pedoni.
Certi di un Vostro intervento per la sistemazione della Piazza Eugenio Morelli, porgo distinti saluti.
Mauro Cortellazzi

INVIATO A:
pres16@comune.roma.it,
segnalazioniaffissioni@comune.roma.it,
fabrizio.ghera@comune.roma.it,
polmunicipalecallcenter16@comune.roma.it,
sindaco@comune.roma.it,
difensorecivico@comune.roma.it,
procura.roma@giustizia.it,
pua.municipioXVI@aslromad.it,
segreteria.matteoli@mit.gov.it,
bruno.corda@aslromaa.it,
roberto.baldetti@comune.roma.it,
davide.bordoni@comune.roma.t,
gianluigi.policella@comune.roma.it,
cartellopoli@gmail.com,
ladenuncia@ilmessaggero.it,
denuncia@repubblica.it

11 commenti:

  1. Secondo me sarebbe il caso di scrivere alla commisione Europea, ci deve essere per forza un ufficio dedicato alla sicurezza stradale.


    MAFIA E CORRUZIONE DIETRO I CARTELLONI PUBBLICITARI!!!

    RispondiElimina
  2. @ Mauro Cortellazzi:

    GRAZIE!!

    Geniale inserire nell'elenco di indirizzi mail (anche) la procura di Roma.
    Vediamo se succede qualcosa.

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  3. Per contattare i nostri servizi, scrivere al seguente indirizzo:
    COMMISSIONE EUROPEA
    DG Salute e tutela dei consumatori
    B-1049 BRUXELLE

    RispondiElimina
  4. A Roma la sicurezza stradale è al primo posto.


    Grazie Gianni Alemanno !!!

    RispondiElimina
  5. altri romani si stanno svegliando...benvenuti

    RispondiElimina
  6. Dove si comprano le pallette di paintball? Con quelle pistole ad aria compressa ci vorrebbe solo 1 secondo per imbrattare un'affissione e renderla inutile. A forza di imbrattare i cartelloni nessuno comprerebbe più la pubblicità

    RispondiElimina
  7. Ho pensato anche io alle pistole ad aria compressa che sparano vernice...
    Mi sembra un'idea brillante. :-)

    RispondiElimina
  8. Marciapiedi Liberi27 aprile 2011 11:59

    I DISABILI NON HANNO DIRITTO DI USUFRUIRE DI PIAZZA MORELLI GRAZIE AI CARTELLONI ILLEGALI ISTALLATI COL CONSENSO DELLA GIUNTA COMUNALE.

    GRAZIE ALEMANNO
    GRAZIE BORDONI

    RispondiElimina
  9. Caterpillar..sei pregato di fornire maggiori informazioni tecniche su questo possibile strumento di resistenza (cos'è, dove si trova..etc) al gestore del blog che me le girerà per conoscenza
    Grazie

    RispondiElimina
  10. Monteverde è diventato IRRICONOSCIBILE: forse uno dei quartieri più devastati da questa vergogna infinita. I cartelloni sono OVUNQUE e non risparmiano niente e nessuno.

    I responsabili sono ignoti, autorizzazioni concesse a ombrello per ogni possibile spazio da devastare, rovinare, inquinare, degradare. E tutto nell'immobilismo di chi invece deve tutelare, impedire che si violino norme e regolamenti.

    Si è alzato qualche politico dell'opposizione in municipio a protestare, a mettere nero su bianco lo schifo, a portare all'attenzione della gente in maniera forte il problema? Che io sappia nessuno. E la giunta comunale intanto gode, continua nella sua politica del "c'è spazio per tutti".

    Sì, eccome. Ed ecco i risultati. I PIU' ELEMENTARI DIRITTI NEGATI E VIOLATI. VERGOGNA.

    Noi romani? Ma sì, dai, che ce frega, continuiamo a vivere in questo SCHIFO.

    RispondiElimina
  11. Anonimo delle 15.01
    non basta più protestare sui blog..
    DOVETE PARTECIPARE ALLE INIZIATIVE
    DOVETE DARE LA DISPONIBILITA' AD AGIRE CON NOI
    DOVETE ESSERE RAGGIUNGIBILI PER E-MAIL.

    se no ricominciamo col solito coro di latrati notturni che non scalfiscono i cartellonari..

    RispondiElimina