martedì 17 maggio 2011

Bosi-segnala: forbidden cartellones in the service gardens

Di seguito la prima segnalazione trasmessa da un nostro lettore che ha raccolto l’invito a trasmettere a VAS (vas.roma@alice.it) le segnalazioni di impianti pubblicitari abusivi o comunque illegittimi.
Ricordiamo che verranno pubblicate sul blog tutte le future denunce di VAS frutto delle segnalazioni pervenute dai lettori. 
Datevi da fare abbiamo bisogno di voi!


 
 
 

Segnalazione inviata il 14 maggio 2011 a: polmunicipaleseg12@comune.roma.it; francesco.paciello@comune.roma.it; davide.bordoni@comune.roma.it; segnalazioniaffissioni@comune.roma.it; polmunicipaleseggssu@comune.roma.it

In data 13 maggio 2011 é pervenuta a questa associazione una segnalazione corredata dalle foto allegate (scattate il 13.5.2011), che fa presente un impianto pubblicitario bifacciale di mt. 4 x 3 installato in via Francesco Sapori all’altezza dello svincolo con via Alfonso Gatto (vedi foto allegate come “9.JPG”, come “11.JPG” e come “13.JPG”).



La segnalazione fa presente che l’impianto reca sulla cornice in alto a destra di entrambe le facciate il nome della ditta “Pubbli A”, che sulla stessa cornice in alto a sinistra ha dato alle due facciate la propria numerazione 5731 (vedi foto allegata come “8.JPG”) e 5732 (vedi foto allegata come “12.JPG”).



Sulla cornice in basso a destra l’impianto ha affissa una targhetta che riporta il numero di codice identificativo 0025/AE057/P e la scritta “VIA FRANCESCO SAPORI, SC FRONTE VIA A. GATTO”(vedi foto allegata come “4.JPG”).



Nell’elenco delle ditte pubblicitarie censite nella nuova Banca Dati del Servizio Affissioni (aggiornato alla data del 19.4.2011) al codice 0025 corrisponde come denominazione la ditta “CLEAR CHANNEL AFFITALIA S.R.L.”, ma é precisato che é “in corso procedimento di voltura da PUBBLI A S.P.A”: si chiede comunque di sapere se nella stessa Banca Dati risulti che il progressivo impianto AE 057 identifichi effettivamente – in ottemperanza anche al comma 1 bis dell’art. 12 del Regolamento delle Affissioni, approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 37/2009 – la tipologia e l'ubicazione di questo specifico cartellone e corrisponda al titolo autorizzativo rilasciato per esso alla ditta “PubbliaA” o alla ditta “CLear Channel Affitalia”,  specificando - in caso affermativo - a che titolo, in che data e nell'ambito di quale procedimento sia stato rilasciato, precisando se si sia trattato di "autodenuncia" o "ricollocazione" o "accorpamento" o “rinnovo” di autorizzazione e soprattutto se ci sia stata una preventiva istruttoria sulla legittimità della posizione dell’impianto in quel luogo.

A tal ultimo riguardo la segnalazione e le foto allegate (come "14.JPG" e come “15.JPG”) evidenziano infatti in modo chiaro che l’impianto risulta collocato sull'area di verde pubblico dello svincolo, inaugurata secondo la segnalazione meno di un anno fa: ne deriva che il suddetto impianto non sembra rispettare il divieto di collocazione sulle aree in consegna al Servizio Giardini già attrezzate a verde (vedi foto allegate come “1.JPG” e come “2.JPG”), prescritto dalle lettera h) del 1° comma dell'art. 18 del vigente Regolamento delle Affissioni così come approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n.37/2009.
Si chiede pertanto di voler accertare la regolarità del suddetto impianto, provvedendo - in caso di constatata violazione - alla sua immediata rimozione.

Si resta in attesa di un cortese riscontro scritto, che anche se per via telematica si richiede ai sensi degli articoli 2, 3 e 9 della legge n. 241/1990.



Distinti saluti.



Dott. Arch. Rodolfo Bosi
- Responsabile del Circolo Territoriale di Roma della associazione Verdi Ambiente e Società (VAS) -


*************************************************

La Segreteria del XII Gruppo Polizia Municipale ci fa sapere che si è provveduto ad inoltrare segnalazione all’Ufficio competente per una eventuale ricollocazione...
E io mi domando ma allora perchè si è permesso di collocarlo lì?

4 commenti:

  1. Salve,
    Io sto osservando molti cartelloni abusivi messi in posizioni molto pericolose a ridosso di incroci o addiritturas in mezzo ad essi.
    Posso inviare la segnalazione a voi?
    Grazie
    luciano giustini

    RispondiElimina
  2. Luciano certo che le puoi inviare, anzi devi.
    Per le segnalazioni da inviare agli organi competenti vas.roma@alice.it e poi cartellopoli@gmail.com per pubblicare le foto sul blog.
    Aspettiamo il tuo materiale.
    Grazie

    RispondiElimina
  3. Legione Monteverde18 maggio 2011 11:38

    Grande post, qui si denuncia chiaramente che la mafia e la camorra cartellonara si prendono gioco del pupazzo che siede in Campidoglio.

    CON ALEDANNO ROMA AFFONDA!!!

    RispondiElimina
  4. Legio Aurelia Invicta24 maggio 2011 16:37

    Si traduce con forbidden billboards..
    così per la cronaca..
    ma di fatto sono tollerati..coccolati..si sa, sono una risorsa..come osate contestare i nuovi padroni di Roma?
    La capitale d'Italia ormai preda succosa della malavita organizzata libera, alla luce del sole, di organizzare i suoi luridi traffici e sfruttamento di suolo e persone.
    GRAZIE SINDACO DI UNA DESTRA DI SQUALI, DI ASSALTO ALLE CASSE PUBBLICHE, DI MAGGIORI TASSE E MINORI SERVIZI, DI SEMAFORO VERDE PER SPECULATORI E MAGNACCIA DI OGNI SORTA..
    W FALCONE, W BORSELLINO..UN UOMO DI DESTRA che sapeva cosa fosse il senso dello Stato e della legalità.
    Chiedo a tutti gli elettori dell'ex MSI: come vi sentite ad essere rappresentati da questi cialtroni che permettono a migliaia di ambulanti abusivi di invadere il Colosseo e Via dei Fori Imperiali?

    RispondiElimina