domenica 22 maggio 2011

Bosi-segnala: intoccabili

 

Segnalazione inviata il lunedì 31 gennaio a: polmunicipaleseg04@comune.roma.it; francesco.paciello@comune.roma.it; davide.bordoni@comune.roma.it; segnalazioniaffissioni@comune.roma.it

In data 20.1.2011 é pervenuta a questa associazione una segnalazione corredata dalle foto che si rimettono in allegato: riguarda un impianto pubblicitario che secondo la segnalazione é stato installato sullo spartitraffico di Via di Valle Melaina all'altezza del civico n. 125 .

La segnalazione evidenzia come, pur non sapendo di preciso a quando risalga il cartellone, sul luogo in cui é stato installato non risultasse comunque prima nessun impianto pubblicitario (vedi foto allegata come "Via di Valle Melaina 125_Prima.jpg").

La foto dell'impianto (allegata come "Via di Valle Melaina 125_Dopo.jpg") lascia intravedere il nome della ditta "APA" indicato sulla cimasa in alto al centro, la quale ha assegnato all'impianto il numero 8136, ma non anche la targhetta con il presumibile numero di codice identificativo assegnato dal Servizio Affissioni del Comune di Roma: la foto evidenzia comunque in modo chiaro come il cartellone risulti collocato su una ristretta aiuola spartitraffico attrezzata a verde pubblico.

Il 4° comma dell'art. 4 del vigente Regolamento delle Affissioni, approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 37/2009, “dispone ... di avvalersi, in deroga .., della facoltà di autorizzare gli impianti pubblicitari sulle pertinenze di esercizio con larghezze superiori a metri 4 comprese fra carreggiate contigue. In tali situazioni, gli impianti andranno collocati in posizione parallela all'asse stradale con distanza dal limite della carreggiata di metri 1,80”.

Come si può ben vedere dalle foto allegate, la pertinenza costituita dalla aiuola spartitraffico compresa fra le carreggiate contigue di Via di Valle Melaina ha delle dimensioni nettamente inferiori ai 4 metri e l'impianto risulta installato ad una distanza a sua volta ben inferiore di mt. 1,80 dal limite della carreggiata.

Si fa inoltre presente che il 1° comma dell'articolo 18 del medesimo Regolamento dispone che “é vietata la collocazione di impianti e mezzi pubblicitari nei seguenti siti....: ... h) aree in consegna al Servizio Giardini già attrezzate a verde”.

L'impianto installato in Via di Valle Melaina ricade all'interno dell'aiuola spartitraffico attrezzata a parco pubblico che dovrebbe essere in consegna al Servizio Giardini.

Si chiede pertanto di voler accertare la natura illegale del suddetto impianto, provvedendo - in caso di constatata violazione - alla sua immediata rimozione.

Si resta in attesa di un cortese riscontro scritto, che anche se per via telematica si richiede ai sensi degli articoli 2, 3 e 9 della legge n. 241/1990.

Distinti saluti.

Dott. Arch. Rodolfo Bosi
- Responsabile del Circolo Territoriale di Roma della associazione Verdi Ambiente e Società (VAS) - 


***********************************************************

Con nota prot. n. 13627 del 23.2.2011 il IV Gruppo di Polizia Municipale ha comunicato che “personale di questa U.O. di Polizia Municipale è intervenuta nella località di cui all’oggetto sanzionando l’impianto pubblicitario al momento della sua installazione nell’agosto 2009”.

***********************************************************

Con messaggio di posta elettronica trasmesso alle ore 17,23 del 28 febbraio 2011, per conoscenza anche a procura.roma@giustizia.it , VAS ha chiesto di sapere per quali ragioni l’impianto non sia stato ancora rimosso né preventivamente oscurato.

***********************************************************

Con messaggio di posta elettronica trasmesso alle ore 18,08 del 22 marzo 2011 il IV Gruppo di Polizia Municipale ha comunicato che “l'impianto pubblicitario di cui all'oggetto è stato perseguito secondo le norme vigenti. Per quanto riguarda l'oscuramento e la rimozione la competenza è del Dipartimento attività economiche - produttive - formazione - lavoro - Attività economiche - Affissione e Pubblicita'“.

***********************************************************

Insomma dopo due anni ancora sta lì a produrre guadagni illeciti...

2 commenti:

  1. MAFIA DEI CARTELLONI 100

    COMUNE DI ROMA 0

    FINE DEI GIOCHI PARTITA CHIUSA!!!

    RispondiElimina
  2. Non è sufficiente un cavaliere isolato, ma è necessario un esercito unito per combattere questo schifo !

    Mafie e corruzioni dietro i cartelloni.

    RispondiElimina