giovedì 26 maggio 2011

Bosi-segnala: Nevada che prima era Nuovi Spazi che poi però è tornata Nevada e poi chi lo sa... contravvenzionato



Segnalazione inviata il  17 gennaio a: davide.bordoni@comune.roma.it; francesco.paciello@comune.roma.it; segnalazioniaffissioni@comune.roma.it; polmunicipaleseg12@comune.roma.it:

In data odierna é pervenuta a questa associazione una segnalazione (corredata delle foto allegate), secondo la quale in via Bruno De Finetti (vedi foto allegata "Via_Bruno_de_Finetti_pianta.jpg")  é stato installato in data imprecisata, ma comunque di recente (come attesta la foto allegata "Via_Bruno_de_Finetti_prima.jpg" dello stesso luogo senza alcun impianto) un cartellone bifacciale di mt. 2 x 3, che sulla cornice in alto a sinistra di entrambe le facciate porta la scritta stampata della ditta "NEVADA", ma che non ha alcuna targhetta con il numero di codice identificativo assegnato dal Servizio Affissioni     

Oltre alla natura sicuramente abusiva dell'impianto attestata dalla mancanza di numero di codice identificativo, il cartellone risulta installato in violazione del 5° comma dell'art. 4 del Regolamento delle Affissioni approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 37/2009, che la distanza minima per il posizionamento dei cartelli nelle strade urbane di quartiere sia di almeno 25 metri dalle intersezioni.

Si chiede di voler accertare la natura abusiva dell'impianto ed in caso affermativo di provvedere alla sua immediata rimozione ai sensi dei commi 13-bis e 13-ter dell’art. 23 del Codice della Strada (D.Lgs. n. 285/1992), così come prescrive anche il 5° comma dell’art. 31 del nuovo Regolamento approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 37/2009.



Nelle more della materiale rimozione del suddetto impianto, l’amministrazione comunale può e deve provvedere anche e soprattutto "alla copertura immediata della pubblicità irregolare" ed al "sequestro cautelare" di tutti gli impianti abusivamente utilizzati, così come prescrive il 6° comma dell’art. 31 del nuovo Regolamento approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 37/2009.

Si resta in attesa di un cortese riscontro scritto, che anche se per via telematica si richiede ai sensi degli articoli 2, 3 e 9 della legge n. 241/1990.

Distinti saluti.



Dott. Arch. Rodolfo Bosi

- Responsabile del Circolo Territoriale di Roma della associazione Verdi Ambiente e Società (VAS) –


***************************************************************

Risposta ricevuta il 22 marzo 2011 dalla Segreteria della U.O. XII P.M.:

In riferimento alla segnalazione pervenutaci si rappresenta che personale dell’Ufficio Affissioni e Pubblicità ha effettuato sopralluogo nella località indicata ed ha accertato la presenza dell’impianto in oggetto, è emerso che trattasi di impianto delle dimensioni di mt. 3.00 x 2.00 bifacciale, pittorico e provvisto di cimasa e targhetta NBD, posizionato in modo tale da occultare la segnaletica stradale ivi esistente e per tale motivo contravvenzionato ai sensi dell’art. 23 Cds.

 

Distinti saluti

La Segreteria della U.O. XII P.M.

4 commenti:

  1. W FALCONE E BORSELLINO26 maggio 2011 20:22

    Nevada...basta la parola.
    L'hanno scritta a Villa Pamphili: RACKET

    RispondiElimina
  2. TANTO RESTERA' LI' IN ETERNO...

    ...a meno di un miracolo...

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  3. ieri passando per via ostiense ho notato che l'immensa pubblicità di compro oro sul cavalcaferrovia era coperta con della vernice... qualcuno ne sa qualcosa?

    RispondiElimina
  4. Benjen cosa aspetti a fare delle foto ed a mandarcele?

    RispondiElimina