martedì 17 maggio 2011

Incubo a Via Appia Nuova - Prima puntata

 
 
 
 
 
 
Foto relative al tratto di via Appia Nuova compreso fra piazza Cantù e largo Colli Albani.
F.M., F.C.

12 commenti:

  1. ma come si fa...
    ma come cazz* si fa a permettere una cosa del genere...

    RispondiElimina
  2. Gianni Alemanno17 maggio 2011 15:36

    CARTELLONIADI - I giochi di ruolo del racket

    Voglio segnalare un evento che ho a cuore e ritengo veramente valido a cui vi invito a partecipare.

    Si tratta della scuola di formazione criminale “CARTELLONIADI – I giochi di ruolo del racket” che si terrà sul Lago di Bolsena dal 14 al 17 luglio 2011 ed è organizzata dalla Consulta della Formazione Politica del Popolo della Libertà di Roma in collaborazione con il circuito delle Fondazioni politiche del PdL, tra le quali la Fondazione Nuova Italia.
    “Cartelloniadi” perché lo scopo è quello di simulare situazioni di degrado tratte dalla realtà, dando ai partecipanti l’opportunità di aggravare tanti problemi politici e amministrativi grazie all'interazione di incapacità amministrativa e complicità criminale.

    Le squadre, al termine delle competizioni, esporranno sinteticamente il frutto del lavoro svolto ad una giuria presieduta da importanti esponenti del Governo, della politica e da conosciuti boss della mala romana, che li premieranno in misura del loro contributo al malgoverno della città.

    Ogni squadra sarà, nel corso delle tre fasi, affiancata da tutor: assessori al commercio, cartellonari e tecnici dell'ufficio affissioni.

    I temi su cui si misureranno le squadre saranno “Gestione del decoro urbano e abolizione dei controlli”, “Devastazione del Territorio della Capitale”, “Assunzione parenti nelle municipalizzate”.

    Distruggi con noi!!

    http://duepuntozero.alemanno.it/2011/05/16/governiadi-i-giochi-di-ruolo-della-politica.html

    RispondiElimina
  3. ...SSO' BBBELLI E SSSOO' ANCORA POCHI!

    Gianni 2.0 (Cor Popolo de Roma!)

    RispondiElimina
  4. QUANTE MERAVIGLIOSE RISORSE PER LA CITTA'!! GRAZIE DAVIDE!!!!!

    RispondiElimina
  5. Ognuno per se e Dio contro tutti.
    Manipolo di eroi.. avete provato a sfidare la camorra alleata della peggiore classe politica che Roma abbia mai visto...NON SO SE VE NE RENDETE VERAMENTE CONTO
    La gente pensa a cercare una raccomandazione, a come evitare la fila, a come fregare il prossimo..dobbiamo ancora toccare il fondo.
    Per oltre 20 anni i modelli dei giovani sono stati il GF e Uomini e Donne..cosa volete sperare?
    la devastazione CULTURALE e l'instupidimento collettivo della TV spazzatura hanno prodotto una mutazione antropologica..basta guardare i negozi di estetica che hanno aperto negli ultimi 2-3 anni.Tutti tirati a lucido, perennemente abbronzati, aggressivi e ottusi, chiuse nelle proprie scatole di metallo luccicante con musica (musica?) tecno a palla e sguardi torvi e tatuaggi pure sull'uccello
    IL VUOTO SIDERALE DELLA SOCIETA' OCCIDENTALE HA POLVERIZZATO IL SENSO DELLA BELLEZZA E DEL BENE COMUNE.
    Io non ho più speranze..ma grazie lo stesso

    RispondiElimina
  6. Ragazzi sur terazzo de casa mia c'è posto, magari dico a mia moglie che pure su quello della cucina se se strignemo 2 cartelloni ce entrano. Quarcuno c'ha er cellulare de Bordoni magara me ce metto d'accordo.

    MAFIA E CORRUZIONE DIETRO I CARTELLONI

    RispondiElimina
  7. Ha ragione chi ha scritto il post precedente, Roma è diventata come Caserta come Catanzaro.
    Troppi ignoranti, troppi coatti.

    CHE TRISTEZZA!!!

    RispondiElimina
  8. vado spesso a Caserta per lavoro.

    Non c'è stata la devastazione totale del territorio ad opera dei cartelloni.
    Da questo punto di vista Roma è messa assai peggio di Caserta!

    RispondiElimina
  9. Grande commento quello di Armageddon: triste ma precisa, puntuale fotografia della realtà attuale.

    RispondiElimina
  10. La tv spazzatura c'è in tutto il mondo, la proliferazione dei cartelloni pubblicitari illegali SOLO A ROMA.

    RispondiElimina
  11. Non credo proprio che in tutto il mondo si sia raggiunto un livello così basso nell'informazione televisiva pubblica e sottolineo pubblica.
    Il TG 1 è una vergogna internazionale degno di un paese governato da una dittatura.
    Il gossip e il vuoto culturale come PROGETTO POLITICO CHE HANNO TROVATO TERRENO FERTILISSIMO in un paese abituato da secoli a chinare la testa.
    salvo brevi e luminosi periodi.

    RispondiElimina
  12. Con tutta la televisione spazzatura e il presunto vuoto culturale a Milano ha vinto Pisapia e a Bari (BARI) hanno sconfitto i cartelloni abusivi.

    Il problema non è che gli italiani fanno schifo, ma di quale visione del paese prevale: quella che premia i criminali o quella che li combatte (non faccio una distinzione destra-sinistra, entrambe possono scegliere).

    Quindi le cose possono migliorare anche a Roma, anche se grazie ad Alemanno ci sembra difficile crederlo.

    RispondiElimina