lunedì 2 maggio 2011

O vi portate la macchina fotografica o usate il cellulare basta che vi date da fare!

A tutti i lettori e simpatizzanti del blog che sono stufi di vedersi spuntare come funghi nuovi impianti pubblicitari rivolgiamo l’invito a segnalarli d’ora in poi al Responsabile del Circolo Territoriale di Roma della associazione Verdi Ambiente e Società (VAS), Dott. Arch. Rodolfo Bosi, trasmettendoli al seguente indirizzo di posta elettronica: vas.roma@alice.it

Il Dott. Arch. Rodolfo Bosi si impegna ad inoltrare a chi di dovere tutte le denunce degli impianti di cui avrà rilevato uno o più vizi di legittimità: in questo modo, oltre a continuare ad inviare segnalazioni che sono state fin qui sempre basate su presupposti giuridicamente fondati, anche perché trasmesse a nome e per conto di una associazione che é comunque portatrice di interessi diffusi, si verranno a sommare ulteriori denunce con il vantaggio di tenerle tutte concentrate e soprattutto monitorate senza che vadano disperse, con il vantaggio di poter registrare nel tempo quali e quanti cartelloni saranno stati effettivamente rimossi dal Comune di Roma e pretendere con le buone o con le cattive la rimozione quanto meno di tutti gli impianti contravvenzionati dai Vigili dei diversi Gruppi di Polizia Municipale.
Basta seguire queste indicazioni:

1 – Epoca presumibile della installazione dell’impianto – Se si è in grado di accertarlo con una certa sicurezza, portandone all’occorrenza anche le prove (come ad es. foto del prima con data certa e foto del dopo), è bene indicare il giorno esatto oppure il periodo presumibile del mese (prima o seconda quindicina) oppure ancora quanto meno l’anno presumibile in cui è stato installato l’impianto che si intende denunciare/segnalare.

2 – Luogo esatto della installazione dell’impianto -  Ai fini della individuazione del  luogo in cui é stato installato il cartellone da denunciare/segnalare (specie se senza numero di codice identificativo assegnato dal Servizio Affissioni) occorre precisare sempre la via o la piazza in cui si trova e soprattutto a che altezza del più vicino numero civico è collocato, indicando in alternativa elementi comunque individuabili facilmente (incroci, semafori ecc.).

3 – Formato ed eventuale numero assegnato all’impianto -  Ai fini della individuazione dell’impianto è opportuno indicare:
-    se l’impianto è monofacciale oppure bifacciale;
-    se ha un numero personale che è stato assegnato all’impianto dalla ditta che ne è proprietaria e che può essere unico oppure corrispondente ad ognuna delle due facciate utilizzate;
-    di che formato è (ad es. 4 x 3 o 2 x 3 o 2 x 2 o 1 x 1, ecc.) e/o anche di che tipo è (ad es. luminoso,  ad orologio ecc.).

4 – Ditta titolare dell’impianto – Se è riportato sull’impianto (in genere sulla cimasa in testa ad esso) va indicato il nome della Ditta che ha installato il cartellone.

5 - Numero del Codice identificativo assegnato dal Servizio Affissioni – Se è riportato su una apposita targhetta che di solito è affissa ai lati dell’impianto e che è per lo più stampata, occorre indicare sempre il numero di codice identificativo assegnato dal Servizio Affissioni per un unico impianto, mettendo in evidenza i casi in cui sia stato scritto a pennarello (perché presumibilmente falso).
Un esempio di numero di codice identificativo è il seguente: 0040/AH971/P.
I primi 4 numeri individuano la denominazione della Ditta titolare dell’impianto (che nell’esempio specifico è la “SCI”), le successive 2 lettere maiuscole ed i tre numeri successivi identificano  univocamente la tipologia e l’ubicazione dell’impianto e  quindi il luogo esatto in cui è collocato, mentre la lettera maiuscola finale (P) sta ad indicare che l’impianto è permanente e non temporaneo (in tal ultimo caso ci sarebbe la lettera maiuscola T).

6 – Foto dell’impianto – Se c’è la possibilità di farlo, la denuncia può essere corredata di una o più foto che attestino l’esistenza dell’impianto, con evidenziati in particolare la cimasa con il nome della ditta e la eventuale targhetta con il numero di codice identificativo assegnato dal Servizio Affissioni.

Raccolte possibilmente tutte queste informazioni inviarle appunto a: vas.roma@alice.it

Questo blog si impegna a pubblicare le segnalazioni per esteso o per apposito elenco, continuamente aggiornato con il seguito che c’é eventualmente stato per ognuna delle denunce inoltrate.

Si rinnova anche l'invito a scattare foto di questo scempio senza fine e di inviarle a cartellopoli@gmail.com in modo da avere sempre materiale per tenere attivo il blog.
Insomma non fatevi pregare e datevi da fare. Tutti.

PS. Ricordatevi che c'è sempre da battere questo record...

9 commenti:

  1. OTTIMO: in questo modo il lavoro di tutti sarà raccolto, catalogato e fornirà una vera e propria "bibbia della devastazione di Roma". I posteri sapranno come ricordare bordoni, alemanno, paciello ed i cartellonari criminali.

    RispondiElimina
  2. PRONTI!!!!!

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  3. guardate l'ultima trovata su bastacrtelloni.blogspot : I GRATTACIELI DI CARTELLONI. PERICOLOSISSIMI PER LA PUBBLICA INCOLUMITA' : immaginate alla prima tromba d'aria l'effetto vela...

    Mc daemon

    RispondiElimina
  4. Questo post e' fondamentale.Io lo lascerei linkato sulla homepage.
    Come fare la denuncia, e' la domanda che TUTTI si fanno e non c'era ancora stato qualcuno che specificasse in modo cosi' esaustivo i vari punti della procedura.

    RispondiElimina
  5. Alessandro è presente sulla homepage da tempo sotto la dicitura "COME DENUNCIARE? ECCO LE ISTRUZIONI" il vadecum redatto da Rodolfo Bosi.
    Spero che anche tu ti impegnerai ad inviare segnalazioni a vas.roma@alice.it
    Grazie

    RispondiElimina
  6. io abito proprio nel quartiere del record.....che amarezza

    RispondiElimina
  7. il problema nasce nel riconoscere quali impianti sono "abusivi". La guida è molto utile e corredarla di foto delle violazioni più comuni, con annessa indicazione dell'articolo del cds e regolamento comunale violato, sarebbe il Top!

    RispondiElimina
  8. anche io abito a fonte laurentina e proprio all'altezza del parcheggio dietro il leroy merlin c'è un altro mega impianto abusivo in quanto collocato in prossimità della rotatoria. l'impianto n.18 della foto relativa al "record" è stato invece rimosso.

    RispondiElimina
  9. Anonimo inviaci delle foto a cartellopoli@gmail.com

    RispondiElimina