giovedì 5 maggio 2011

A Roma invece è tutto a posto...

Evidentemente questi personaggi aprono gli occhi solo quando si trovano sulle strade provinciali, quando entrano a Roma si mettono le fette di prosciutto davanti agli occhi.

Link all'articolo

12 commenti:

  1. Se la notizia fosse vera e se verrà confermata, si configura danno erariale, anche perchè, al pari di quelle romane, le strade provinciali sono INFESTATE di cartelli pubblicitari che rendono ridicola ogni regola sulla tutela del paesaggio e della sicurezza stradale......

    RispondiElimina
  2. embè, a Roma comanda il sindaco nano, cagnolino del suo padrone nano ed è noto che questi con la pubblicità ci fanno affari d'oro almeno da 30 anni, non si deve sapere e soprattutto non si deve dire

    RispondiElimina
  3. e a Roma quando è che si configura il danno erariale ?? Quando tutto sarà completamente oscurato da cartelloni, o neanche allora ??

    Mc aemon

    RispondiElimina
  4. a Roma è tutto alla luce del sole e legale, sicuramente la maggior parte dei cartelloni legalizzati garantisce entrate, tant'è che più volte il mitico Bordoni ha sottolineato come le entrate sul comparto sia triplicate da quando c'è lui. In sostanza il settore delle affissioni pubblicitarie è gestito secondo il principio di cassa, non del decoro urbano.

    RispondiElimina
  5. wanderobo tutto legale proprio non direi... a meno che non sia stato abolito il codice della strada.

    RispondiElimina
  6. ..a meno che non sia consentito mettere impianti ovunque, in deroga a qualsiai legge o regolamento, anche senza codici identificativi, con cimase in bianco, con cimase intestate ad altre società, senza alcuna targhetta, ECC., ECC. ECC... può darsi che nel frattempo sia stato tutto asssssolutisssimamente legalizzato, per carità, TUTTO può essere ormai...

    RispondiElimina
  7. Sul messaggero c'è la possibilità di commentare ed inoltre tra i commenti viene chiamato in causa anche il creatore di cartellopoli. Partecipiamo
    Stefano

    RispondiElimina
  8. Il MESSAGGERO ignora da mesi lo scandalo dei cartelloni a Roma e se la prende con quelli della Provincia, INCREDIBILE!!

    Naturalmente la notizia della Provincia è grave e non va ignorata, ma se nello stesso tempo non parlano dei criminali che si sono impossessati di Roma c'è qualcosa che puzza.....

    RispondiElimina
  9. ...SI, QUELLO CHE PUZZA E' IL PESCE DENTRO L'VIII DIPARTIMENTO...

    RispondiElimina
  10. Forse che alla provincia governa il centro-sx ?
    Vai là a pensare le coincidenze, chissà .....
    Marco1963

    RispondiElimina
  11. ANDREA IACOBELLI7 giugno 2011 17:09

    Invece di lamentarci facciamo delle azioni Concrete!!!Mettiamo degli striscioni sul raccordo e suule statali che entrano a Roma con su scritto BENVENUTI NELLA CITTA' DEI CARTELLONI PUBBLICITARI ABUSIVI!!!..Se non dovesse bastare,li buttiamo giu noi e li lasciamo in mezzo la strada.E per finire ne mandiamo un po(una volta sdradicati) sotto il Campidoglio.Altro che azioni dal basso!!Qui dobbiamo fare chiasso!!!

    RispondiElimina
  12. Andrea scrivi a cartellopoli@gmail.com che ci si mette d'accordo.

    RispondiElimina