giovedì 23 giugno 2011

Mi raccomando comunità gay, continua così...



Gli spazi del Circolo Mario Meli di cultura omosessuale sono stati schermati, recintati, rinchiusi, intrappolati da cartelloni che tre anni fa non esistevano come testimonia il nostro prima e dopo. Oggi due 4x3 addirittura chiudono -vietatissimo- le luci delle finestre. Il solito quadruplicamento (quando va bene) degli impianti. Ma come mai nessuno ha protestato? Come mai nessuno è sceso in piazza? Possibile che le comunità omosessuali sono sempre così attive sostenitrici della mobilitazione ma solo quando pare e loro e mai, dico mai, quando si tratta di impegno civico e di spendersi a favore della città? Coraggio, fate vedere che tenete al quartiere, no?

5 commenti:

  1. Che c'entra che sono omosessuali? E se fosse stata l'associazione dei pizzicaroli? O magari, trattandosi di un circolo di ebrei, avreste detto "voi che siete tanto intelligenti"?

    RispondiElimina
  2. Tranquillo UMar.. è lo stile del gestore di questo blog, che già in passato si è manifestato verso altre persone (non pizzicarole), da te citate. Ogni tanto stona...

    sò ragaaazzzziiii !

    RispondiElimina
  3. ..e si lamentano poi se chiudono il blog

    RispondiElimina
  4. non è che chi gestisce sto blog ce l'ha con i gay? Non voleva anche che mettessero il villaggio a piazza Vittorio......Ma che t'hanno fatto i gay?

    RispondiElimina
  5. Ragazzi, avete frainteso l'obiettivo di questo post. Non è un articolo contro la comunità gay. Si chiede semplicemente una partecipazione ai problemi della città. Problemi che accomunano tutti: etero e gay.

    E' passato il messaggio?

    RispondiElimina