venerdì 3 giugno 2011

Paolo ci scrive

Salve,

ho scoperto con immenso piacere l'esistenza del vostro blog.
era da tempo che pensavo che bisognasse fare qualcosa per interrompere lo scempio in atto non solo a Roma ma in tutta italia e mi ero già attivato nel mio piccolo per scattare foto a cartelloni pubblicitari (purtroppo non abusivi) che da qualche anno hanno cominciato ad invadere le strade della mia cittadina in provincia di Roma, Colleferro.
La cosa che mi spaventa è che nessuno, tra cittadini,  familiari, conoscenti , amici, è sensibile a questo tipo di degrado. Purtoppo, in moltissimi in Italia si sono e si stanno abituando al peggio.
Viaggio moltissimo per lavoro e tutte le volte che rientro a Roma è come se ricevessi un pugno nello stomaco: una situazione come quella che si vede nel nostro paese non esiste in nessun altro paese del mondo, neanche nei meno avanzati.
Nell'intento di trovare materiale che potesse aiutarmi a sensibilizzare anche altre persone nel mio comune mi sono imbattuto nel seguente blog:

http://www.robertobotturi.it/vergogna.html

probabilmente lo conoscete già. Nel caso non fosse così vi invito a dargli un'occhiata.

Colgo l'occasione di quest'email per mostrarvi come sono le strade di Bogotà, capitale della Colombia. Le ho prese da Google Earth e da Flickr cercate appositamente dopo un mio viaggio a Bogotà in cui con sorpresa mi ero reso conto, facendo il confronto con Roma, di come stiamo cadendo in basso...

Saluti
paolocol

 
 
 
 
  

10 commenti:

  1. Il problema è che in Colombia vendono la coca e a Roma se la pippano dopo che hanno visto il Grande Fratello e Uomini e donne, poi si candidano alle comunali.

    RIOMMA GABITALLE DITAJA !!!!

    RispondiElimina
  2. Legione Monteverde3 giugno 2011 08:06

    Solo un ebete può ancora credere a frasi come
    Roma Capitale e Roma Caput Mundi.

    RispondiElimina
  3. la gente ormai accetta tutto e anche quando ti vede fare un qualcosa come togliere gli adesivi o i cartelloni pubblicitari ti guarda in maniera strana

    RispondiElimina
  4. Se le foto fossero state fatte a Roma, vedremmo cartelloni ovunque, adesivi e cartelli vendesi sui pali, scritte sui muri e sul ponte.

    Pure la Colombia ci ha superato...

    RispondiElimina
  5. Les, non dimenticare i camionbar al centro dell'aiuola o sul bordo della ciclabile...
    Che dire? I proventi del commercio di coca vanno a beneficio della collettività.
    Anonimo delle 8:59, come ti capisco!!!

    RispondiElimina
  6. c'è da segnalare che la causa fa sempre più proseliti...è FONDAMENTALE unire le forze!!

    RispondiElimina
  7. Grandiosa questa frase dal sito di Botturi:

    "Gli Italiani fanno scuola nell'abbinamento dei vestiti ma sono totalmente insensibili alla bellezza del territorio."

    RispondiElimina
  8. No, anche Bogotà è meglio di Roma, ora basta ! Scrivo all'Apa proponendogli di aprire uffici anche in India: e che la merda loro ce la prendiamo solo noi ?

    Mafie e corruzioni dietro i cartelloni.

    RispondiElimina
  9. RIOMMA PEGGIO DE BOGOTA'!

    RispondiElimina
  10. Legio Aurelia Invicta3 giugno 2011 18:25

    ARRUOLATEVI NELLA LEGIONE!
    BASTA CHIACCHIERE!!
    CI VUOLE UN PO' DI CORAGGIO E COSCIENZA CIVICA
    ..E AMORE PER ROMA!

    POSSIS NIHIL URBE ROMA VISERE MAIUS!

    RispondiElimina