martedì 5 luglio 2011

Bosi-segnala: 8 impianti pubblicitari sullo spartitraffico centrale di via Quirino Majorana‏

Segnalazione inviata il 23 giugno 2011 a: polmunicipaleseg16@comune.roma.it; francesco.paciello@comune.roma.it; segnalazioniaffissioni@comune.roma.it; polmunicipaleseggssu@comune.roma.it; davide.bordoni@comune.roma.it; assessorato.ambiente@comune.roma.it; segreteria.matteoli@mit.gov.it; urp.rm@poliziadistato.it; dg.sicurezzastradale@mit.gov.it; mobilita@comune.roma.it; luciano.marasco@mit.gov.it

In data 28 aprile 2011 é pervenuta a questa associazione una segnalazione (corredata da un servizio fotografico sulla situazione esistente, fotografata alla data del 26 aprile 2011, che è stato riportato nell’apposito allegato alla presente), secondo la quale sullo spartitraffico centrale del tratto di via Quirino Maiorana  ricompreso tra via del Fornetto e la Circonvallazione Gianicolense sono stati installati i seguenti 8 impianti pubblicitari tutti bifacciali.

n. 01 – cartellone di mt. 1 x 1 circa, con affisse sul fianco 2 targhette che riportano rispettivamente il nome della ditta “CLEAR CHANNEL”, che nell’elenco delle ditte pubblicitarie censite nella nuova Banca Dati del Servizio Affissioni, aggiornato alla data del 20 maggio 2011, risulta registrata al codice 0025 ma con la scritta “(in corso procedimento di voltura da PUBBLI A S.P.A)” ed il numero di codice identificativo 0025/AL255/P e la scritta “VIA QUIRINO MAJORANA, MT. 50 DAL CIVICO 269”.
n. 02 - cartellone di mt. 1,50 x 2 circa, senza cimasa e con targhetta che riporta il numero di codice identificativo NBD 0113/BL830/P . Nell’elenco delle ditte pubblicitarie censite nella nuova Banca Dati del Servizio Affissioni al codice 0113 risulta registrata “RUZZA MARIA REGINA”.
n. 03 – cartellone di mt. 1 X 1,50 circa, senza cimasa e con targhetta adesiva (quasi scollata) affissa sul sostegno del montante dell’impianto che riporta il numero di codice identificativo NBD 0083/BC044/P e la scritta “VIA QUIRINO MAJORANA, SC – A 50 METRI DA CIRCONVALLAZIONE GIANICOLENSE”. Nell’elenco delle ditte pubblicitarie censite nella nuova Banca Dati del Servizio Affissioni al codice 0083 risulta registrata la ditta “S.E.P. S.r.l.”.
n. 04 – cartellone di mt. 2 x 2 circa, senza cimasa e con affissa su un fronte del montante  una targhetta che riporta il numero di codice identificativo NBD 0079/AU056/P. Nell’elenco delle ditte pubblicitarie censite nella nuova Banca Dati del Servizio Affissioni al codice 0079 risulta registrata la ditta “GRUPPO ODP PUBBLICITA' S.r.l.”.
n. 05 – cartellone di mt. 2 X 1 circa, con cimasa in alto al centro con il nome della ditta “PES”, che nell’elenco delle ditte pubblicitarie censite nella nuova Banca Dati del Servizio Affissioni risulta registrata al codice 0006 , e con targhetta adesiva (semiscollata) affissa sul sostegno che riporta il numero di codice identificativo NBD 0006/AZ301/P e la scritta “VIA QUIRINO MAJORANA MT. 2 CIV. 192”.
n. 06 – cartellone di mt. 1,50 x 1,50 circa, senza cimasa e con una targhetta affissa sul fianco che riporta il numero di codice identificativo NBD 0107/BP830/P e la scritta “VIA QUIRINO MAJORANA INCROCIO GIANICOLENSE”. Nell’elenco delle ditte pubblicitarie censite nella nuova Banca Dati del Servizio Affissioni al codice 0107 risulta registrata la ditta “G.I.P. GESTIONE IMPIANTI PUBBLICITARI S.R.L.”.
n. 07 – cartellone di mt. 2 x 2 circa, senza cimasa e con affissa su un fronte del montante  una targhetta che riporta il numero di codice identificativo NBD 0079/AU055/P. Nell’elenco delle ditte pubblicitarie censite nella nuova Banca Dati del Servizio Affissioni al codice 0079 risulta registrata la ditta “GRUPPO ODP PUBBLICITA' S.r.l.”.
n. 08 – cartellone di mt. 1 x 1 circa, senza cimasa e con affissa su un bordo una targhetta adesiva che riporta il numero di codice identificativo NBD 0112/BP447/P e la scritta “VIA QUIRINO MAJORANA INCR. CIRC.NE GIANICOLENSE”. Nell’elenco delle ditte pubblicitarie censite nella nuova Banca Dati del Servizio Affissioni al codice 0112 risulta registrata la ditta “STUDIO ZETA PUBBLICITA' S.R.L.”.

Si chiede comunque di sapere se nella stessa Banca Dati risulti che i progressivi impianto di tutti i suddetti 8 cartelloni identifichino effettivamente – in ottemperanza anche al comma 1 bis dell’art. 12 del Regolamento delle Affissioni, approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 37/2009 – la tipologia e l'ubicazione di ognuno di questi specifici cartelloni e corrispondano al titolo autorizzativo rilasciato per ognuno di essi,  specificando - in caso affermativo - a che titolo, in che data e nell'ambito di quale procedimento siano stati rilasciati, precisando se si sia trattato di "autodenuncia" o "ricollocazione" o "accorpamento" o “rinnovo” di autorizzazione e soprattutto se ci sia stata una preventiva istruttoria sulla legittimità della posizione di questi impianti su via Laurentina.

La segnalazione evidenzia che tutti gli impianti risultano installati sullo spartitraffico centrale di via Quirino Majorana.
Il 4° comma dell'art. 5 del vigente Regolamento delle Affissioni, approvato dal Consiglio Comunale con delibera n. 37/2009,  consente “di avvalersi, in deroga ...., della facoltà di autorizzare gli impianti pubblicitari sulle pertinenze di esercizio con larghezze superiori a metri 4, comprese fra carreggiate contigue. In tali situazioni, gli impianti andranno collocati in posizione parallela all’asse stradale con distanza dal limite della carreggiata non inferiore a metri 1,80. Nel caso in cui le dimensioni dello spartitraffico lo consentano, l’impianto potrà essere collocato anche perpendicolarmente all’asse stradale, nel rispetto comunque della distanza sopra indicata dal limite della carreggiata”.

Come lasciano chiaramente vedere le foto dell’allegato, tutti gli impianti risultano collocati per lo più in posizione obliqua a via Quirino Majorana, ad eccezione del cartellone 01 (che é quasi perpendicolare) e del cartellone 08 (che é parallelo), su una pertinenza stradale compresa fra carreggiate contigue con larghezza chiaramente inferiore ai 4 metri, e ad una distanza che appare anch’essa sicuramente inferiore a metri 1,80 dal limite di entrambe le carreggiate (specie per quanto riguarda i cartelloni 01, 04 e 07).

Si mette in particolare risalto la pericolosità dei suddetti impianti ai fini della sicurezza stradale, come attestato dall’incidente avvenuto pochi giorni fa sempre sullo spartitraffico centrale poco distante di via Ottavio Gasparri, che é stato segnalato da questa associazione con messaggio di posta elettronica trasmesso alle ore 19,22 del 22 giugno 2011.

In considerazione dell’obbligo di garantire la sicurezza stradale,  si chiede alle SS. LL. in indirizzo di voler accertare la regolarità dei suddetti impianti, provvedendo - in caso di constatata violazione – a far disporre, ciascuna nell’ambito delle proprie competenze, la loro più sollecita rimozione, per evitare il rischio che si ripeta un incidente stradale analogo a quello che é avvenuto sullo spartitraffico centrale di via Ottavio Gasparri.  


Si resta in attesa di un cortese riscontro scritto, che anche se per via telematica si richiede ai sensi degli articoli 2, 3 e 9 della legge n. 241/1990.

Distinti saluti.

Dott. Arch. Rodolfo Bosi
- Responsabile del Circolo Territoriale di Roma della associazione Verdi Ambiente e Società (VAS) - 


Qui il pdf con tutte le foto allegato alla segnalazione.

Nessun commento:

Posta un commento