venerdì 8 luglio 2011

Bosi-segnala: ditta inesistente

Segnalazione inviata il 21 giugno 2011 a: polmunicipaleseg11@comune.roma.it; francesco.paciello@comune.roma.it; segnalazioniaffissioni@comune.roma.it; polmunicipaleseggssu@comune.roma.it; davide.bordoni@comune.roma.it; assessorato.ambiente@comune.roma.it; procura.roma@giustizia.it

In data 27 aprile 2011 é pervenuta a questa associazione una segnalazione corredata dalle foto allegate (scattate il 22.4.2011), che fa presente un impianto pubblicitario monofacciale di mt. 2,00 x 1,50 circa (vedi foto allegate come “Impianto all’altezza di Via Laurentina civ.476_01.jpg” e come “Impianto all’altezza di Via Laurentina civ.476_02.jpg” ) installato su Via Laurentina all'altezza del civico n. 476 (vedi planimetria allegata "Impianto all’altezza di Via Laurentina civ.476_pianta.jpg”).

La foto allegata come "Impianto all’altezza di Via Laurentina civ.476_cimasa.jpg”") mostra una cimasa affissa in alto a destra dell’impianto che riporta il numero 136 ed il nome della ditta “IL GLOBO”, che non sembra registrata nell’elenco delle ditte pubblicitarie censite nella nuova Banca Dati del Servizio Affissioni (aggiornato alla data del 20.5.2011).

La segnalazione mette in evidenza lo stato fatiscente dell’impianto e l’assenza di una targhetta con un numero di codice identificativo assegnato.

A tal ultimo riguardo si mette in risalto che questa associazione si é trovata a segnalare la natura totalmente abusiva dei 2 seguenti impianti installati dentro il Parco di Veio dalla ditta “IL GLOBO” senza alcun numero di codice identificativo assegnato dal Servizio Affissioni:

- cartellone di mt. 4 x 3 installato in via di Quarto Peperino all’altezza dell’incrocio con via di Grottarossa, segnalato da VAS con note prot. n. 4, n. 5 e n. 6 del 16/2/2010 rispettivamente al Comune e per conoscenza alla Procura della Repubblica, alla Regione Lazio ed all’Ente Parco di Veio, poi rimosso;

- cartellone di mt. 4 x 3 installato in via dei Due Ponti all’altezza dell’incrocio con viale di Tor di Quinto, segnalato da VAS con note prot. n. 4, n. 5 e n. 6 del 16/2/2010 rispettivamente al Comune e per conoscenza alla Procura della Repubblica, alla Regione Lazio ed all’Ente Parco di Veio, ma a tutt’oggi non ancora rimosso.

Si chiede pertanto di voler accertare la regolarità del suddetto impianto, provvedendo - in caso di constatata violazione - alla sua immediata rimozione.

Si resta in attesa di un cortese riscontro scritto, che anche se per via telematica si richiede ai sensi degli articoli 2, 3 e 9 della legge n. 241/1990.

Distinti saluti.

Dott. Arch. Rodolfo Bosi
- Responsabile del Circolo Territoriale di Roma della associazione Verdi Ambiente e Società (VAS) -

1 commento:

  1. ABUSIVISMO MAFIA E CORRUZIONE DIETRO IL COMPARTO DEI CARTELLONI PUBBLICITARI.

    INTERVENGA LA GUARDIA DI FINANZA PER CONTROLLARE LE DITTE CENSITE DAL COMUNE DI ROMA.

    RispondiElimina